Red Dead Redemption 2, cosa vorremmo in Red Dead Online 23

A novembre Rockstar lancerà Red Dead Online, la modalità multiplayer di Red Dead Redemption 2: cerchiamo di capire cosa vorremmo che contenesse.

SPECIALE di Simone Tagliaferri   —   24/10/2018

Per adesso non sappiamo molto di Red Dead Online, la modalità multiplayer di Red Dead Redemption 2. Rockstar Games sta mantenendo il riserbo più assoluto sulle sue caratteristiche, nonostante l'annuncio della beta per novembre. Siamo sicuri che molti acquisteranno il gioco per la campagna single player, ma memori di quanto è avvenuto con GTA 5 e GTA Online, siamo certi che sarà proprio Red Dead Online il fulcro dell'intera esperienza e degli sforzi di Rockstar sul lungo periodo, lì dove il single player tenderà a diventare quasi un extra dell'online, dimenticato dai più.

Per questo motivo ha senso cercare di capire cosa possiamo attenderci da Red Dead Online e cosa vorremmo che contenesse.

Red Dead Online come GTA Online

Le poche informazioni rilasciate da Rockstar su Red Dead Online hanno fatto capire un punto fondamentale: seguirà lo stesso modello di GTA Online. Del resto perché no, visto che quest'ultimo da quando è stato lanciato ha fatto incassare a Rockstar Games migliaia di miliardi di dollari (letteralmente)? Quindi anche Red Dead Online sarà un gioco servizio che avrà come base Red Dead Redemption 2 e offrirà modalità cooperative e PvP, con il supporto che sarà costante nel tempo per venire incontro alle richieste dei giocatori. Rockstar prevede di aggiornarlo e migliorarlo, aggiungendo nuovi contenuti e modalità a ritmo sostenuto in modo da farlo sopravvivere il più a lungo possibile.

Di nostro possiamo ipotizzare che ci saranno una moneta di gioco e tante microtransazioni, che daranno la possibilità di personalizzare personaggi e cavalli acquistando oggetti di ogni sorta, tipo nuovi abiti, nuove selle, una grande varietà di armi e quant'altro.

Ovviamente ci saranno oggetti ottenibili giocando e altri che costeranno così tanto che faranno venire voglia di inserire al più presto i dati della carta di credito nel sistema per possederli (si scherza, sappiamo bene che i giocatori veri non ricorrerebbero mai a queste scorciatoie).

Fin qui crediamo di aver descritto un quadro abbastanza scontato, che se vogliamo è già stato in parte svelato dall'annuncio della presenza di oggetti esclusivi per trenta giorni per chi acquisterà la versione PS4 di Red Dead Redemption 2, che presuppongono un mercato interno al gioco. Molto più interessante è cercare di capire cosa potremo fare una volta andati online. Ossia più che altro possiamo provare a immaginarlo, almeno in questa, speriamo breve, fase di attesa.

Attività del vecchio west

La prima speranza, probabilmente vana, è che Red Dead Online non somigli a GTA Online nelle dinamiche sociali. Sappiamo che non sarà così, visto che è sempre il successo a dettare la linea, ma sinceramente temiamo di veder trasformato anche questo titolo in una specie di bivacco in cui i giocatori si danno appuntamento online per non fare niente. Insomma, vorremmo che il sistema di gioco spingesse in qualche modo a svolgere le attività ludiche presenti, invece di frenarle o di creare un profondo disinteresse verso le stesse.

Certo, siamo consapevoli che dovrebbero essere i giocatori per primi a impegnarsi in tal senso, ma una spinta lato software non può fare certo male. Detto questo, visto lo scenario western, è facile immaginare alcune delle attività che saranno implementate sin da subito. Intanto è scontato che dovranno esserci scontri tra bande e conflitti con i rappresentanti della legge. Del resto Red Dead Redemption 2 si fonda su un certo immaginario di cui le sparatorie sono in un certo senso il fulcro, quindi ce ne saranno a bizzeffe, anche online.

Tra i nostri desideri ci sono sicuramente missioni cooperative più strutturate. Un gruppo di amici, una diligenza da rapinare al tramonto, una fuga rocambolesca verso un accampamento di fortuna e tante risate intorno al fuoco mentre dividiamo il bottino è quel che ci vorrebbe per renderci felici. In verità le attività fattibili in cooperativa nel vecchio west sono davvero tante, come ad esempio duellare con gli altri giocatori (magari pure triellare alla "Il buono, il brutto, il cattivo"), fare rapine in banca, andare a caccia di taglie, abbattere animali per mangiare e così via.

Red Dead Redemption 2 Armi 13

Sicuramente molte saranno implementate, altrimenti che vecchio west sarebbe?

Del resto non crediamo che Rockstar voglia proporre un gioco vuoto alla Wild West Online e quindi le attività abbonderanno sicuramente. Molte saranno semplicemente quelle di Red Dead Redemption 2 adattate per l'online, ed è giusto che sia così. In linea di massima, e come conclusione, vorremmo che Red Dead Online non violasse continuamente il suo scenario, ossia che non sacrificasse il coinvolgimento diventando una specie di parco giochi a tema western senza nulla di significativo da fare, a parte comprare oggetti. Ecco, è probabile che se l'intero progetto seguisse questo principio riuscirebbe a fare molto meglio del suo predecessore spirituale, il già citato GTA Online, evidentemente trasfigurato dal successo.