Re:Legend, il provato 8

Il nostro provato di Re:Legend, un mix di Animal Crossing e gli RPG disponibile su PC

PROVATO di Simone Pettine   —   08/09/2019

Indice

Mescolare generi diversi può portare ad un pasticcio senza precedenti, al capolavoro della vita o più semplicemente ad una produzione equilibrata, meglio se anche originale oltre che divertente: state per leggere il provato di Re:Legend per PC, e come capirete presto affronteremo esattamente questa via di mezzo, ben bilanciata tra gli opposti. Il fatto è che gli sviluppatori di Magnus Games Studio (team indie) hanno deciso di partire da un mix di Animal Crossing ed Harvest Moon, per poi condirlo con meccaniche da light RPG che pian piano assumono una forma sempre più profonda. Il risultato è una produzione ambiziosa, che potrebbe ritagliarsi una notevole fanbase nei prossimi mesi. Attualmente in early access su PC, infatti, Re:Legend debutterà in forma completa anche su Xbox One, PlayStation 4 e Nintendo Switch solo nei prossimi mesi, e nel frattempo il supporto da parte degli sviluppatori continuerà. In verità, comunque, il gioco sembra praticamente pronto: scopritelo assieme a noi.

Trama: una nuova vita sull’isola

Una nuova vita su un'isola, dove la propria abitazione va debitamente costruita da zero e arredata di tutto punto: dove abbiamo già visto una filosofia di questo tipo? Ah, sì: nel recente Animal Crossing: New Horizons; ma in realtà sono tantissime le produzioni con un avvio della trama simile, citiamo di sfuggita i diversi Harvest Moon, Stardew Valley e My Time at Portia, solo per citarne alcuni (a volte senza l'isola come ambientazione predefinita). Proprio da questo mix di generi sono partiti anche gli sviluppatori di Magnus Games Studio: tra le altre cose, Re:Legend richiederà al giocatore di interagire con il villaggio principale dei protagonisti, badare alla propria fattoria, arredare la propria casetta, coltivare, pescara, cacciare, addestrare mostri di ogni tipo da usare come fidati compagni di battaglia o cavalcature, e molto altro, in un gestionale davvero curato e sorprendentemente profondo considerando la natura indie di base della produzione. Anzi, molto spesso ci siamo ritrovati a pensare che di indie Re:Legend ha davvero poco.

Se Re:Legend pesca un po' ovunque dai migliori titoli che potremmo definire "simulatori di vita tranquilla", lo stesso si può dire per la trama di gioco, di certo non originale. Dopo aver creato da zero il vostro eroe (in uno stile a metà tra il chibi e il cartoonesco davvero adorabile) quest'ultimo si ritroverà su un'isola sconosciuta, senza ricordare nulla del proprio passato (e anche qui, il recente Dragon Quest Builders 2 ha detto forse qualcosa).

Un gran numero di personaggi principali da quel momento in poi continuerà a presentarsi, raccontare la propria vita e la propria funzione nel centro cittadino di Vokka Town, nonché ad assegnare quest di ogni tipo, non prima di aver regalato oggetti su oggetti, spiegato a dovere le meccaniche di gioco con brevi ed efficaci tutorial, il sindaco regalerà addirittura l'intera fattoria da gestire. Insomma, sono tutti molti amichevoli nel mondo di gioco: ma un misterioso fantasma che si aggira di notte nella fattoria riporta alla luce il passato dell'eroe, rammentandogli che dovrà fermare la corruzione. Non ci soffermeremo oltre sulla narrazione principale, articolate in varie missioni dove si alterneranno esplorazioni e combattimenti nelle varie zone dell'isola, sbloccate progressivamente.

Gameplay

La componente gestionale di Re:Legend è sorprendentemente curata, nonché efficace: ma pesca, raccolta di materiali e gestione della fattoria non esauriscono le cose da fare. L'eroe principale è in grado di salire di livello e potenziarsi, tramite le missioni principali della trama e le quest secondarie assegnate dagli abitanti dell'isola. Sarà quindi molto importante scorrazzare in giro per parlare con tutti, esaudendo i desideri di ciascuno: questo vi permetterà, tra l'altro, di aumentare il livello di amicizia con ogni singolo abitante, dalla ragazza che gestisce l'emporio al solitario spadaccino del corpo di guardia. Man mano che ve li farete amici aumenterete anche il numero di interazione con loro, sbloccando piccoli bonus.

Il crafting è uno degli aspetti del gioco che merita un approfondimento al momento del lancio, perché molto probabilmente riceverà dei cambiamenti in corso d'opera: raccogliendo materiali è possibile creare una vasta quantità di oggetti, ma anche armi e armature fondamentali per le diverse classi di gioco del protagonista. Molte armi sono davvero potenti, ma non è sempre chiaro e intuitivo dove sia possibile trovare i materiali necessari per realizzarle; inoltre il livello di difficoltà non è attualmente troppo impegnativo, e questo fa sì che una volta creata la propria arma preferita, preferibilmente la più potente, non vi sia davvero un gran bisogno di mettersi a provare anche le altre o sperimentare più di tanto.

Ad ogni modo, ci sono strumenti per ogni stile di gioco: dal bastone del mago allo spadone del guerriero, passando per le doppie lame dello spadaccino e l'arco del ranger. Più si utilizza una specifica arma, più si "potenzia" la rispettiva classe di gioco, rendendo il tutto sempre più efficace e portando a sbloccare skill progressive e nuove classi di gioco. Nessuna classe è vincolante: se ad un certo punto vorrete passare dal guerriero al mago vi basterà fare pratica e far salire di livello la skill corrispondente, combattendo utilizzando l'arma di gioco predefinita di quella specifica classe.

L'addestramento delle creature (i Magnus) rappresenta forse l'apporto più originale da parte degli sviluppatori di Magnus Games Studio. All'inizio il gioco fornirà un piccolo draghetto azzurro, lo stesso visibile nel trailer: i Magnus sono degli utilissimi compagni, in quanto permettono di muoversi molto rapidamente sulla mappa di gioco, e in battaglia se utilizzati con un po' di accortezza di rivelano letali. È possibile passare da un Magnus all'altro senza troppi problemi, ma le creature selvatiche andranno debitamente domate tramite un piccolo minigioco. Se esplorando l'isola noterete una medusa salterina o un mostro particolarmente invitante, quindi, mettetelo KO e poi provvedete a domarlo: prima sarà necessario lanciargli un po' di cibo, per convincerlo a fidarsi.

Comparto tecnico e multigiocatore

Dal punto di vista del comparto tecnico e grafico, Re:Legend su PC è una gioia per gli occhi: dovrete però necessariamente apprezzare lo stile e la direzione artistica, entrambi basati su un approccio cartoonesco piuttosto che fotorealistico. Questa scelta rende Re:Legend molto invitante per determinate tipologie di giocatori, e non stiamo pensando solo ai più piccoli, che comunque ci si divertiranno un mondo. Alcuni aspetti chiaramente andranno limati e perfezionati durante la fase di early access: attorno alla barra dell'inventario, ad esempio, un fastidioso effetto foschia non permette di vedere nitidamente il mondo di gioco, e all'inizio dei dialoghi di ogni personaggio c'è quasi sempre un piccolo rallentamento generale. Anche alcuni dettagli dei fondali delle ambientazioni e alcune piccole compenetrazioni hanno bisogno di un'aggiustatina, ma non è nulla di davvero preoccupante.

Re:Legend supporterà anche una modalità multigiocatore online e offline (quest'ultima su console) fino a quattro giocatori contemporaneamente. Per il momento non abbiamo trovato giocatori disponibili, ma sappiamo che sarà possibile non solo divertirsi in compagnia nelle varie attività offerte dall'isola (ci sono anche gare marine di corsa sulle mante!), ma anche esplorare liberamente il mondo di gioco e persino affrontare le missioni. Se doveste rimanere bloccati, quindi, un amico potrà correre a darvi una mano nel momento del bisogno.

Requisiti di Sistema PC

Configurazione di Prova
  • Sistema operativo: Windows 10 a 64 bit
  • Processore: Amd Ryzen 5 1600 - 3.2 GHz
  • Scheda video: EVGA GeForce GTX 1070 con 8 GB
  • Memoria: 16 GB di RAM
Requisiti minimi
  • Sistema operativo: Windows 10 64 bit
  • Processore: Intel i5 Processor
  • Memoria: 6 GB di RAM
  • Scheda video: Nvidia Geforce GTX 760 2GB
  • Memoria: 7 GB di spazio disponibile

Re:Legend è una piacevole sorpresa: sebbene abbia ancora bisogno di qualche piccolo intervento, principalmente grafico e tecnico, il titolo di Magnus Games Studio si presenta con una mole di contenuti già decisamente notevole. Unendo lo stile di gioco di Animal Crossing ed Harvest Moon alle meccaniche di un vero e proprio RPG (seppure talvolta semplificato), Re:Legend ha tutte le carte in regola per fare la felicità dei tanti giocatori in cerca di un'avventura piacevole e duratura, anche se non sempre troppo impegnativa. All'allevamento delle creature, trama principale, coltivazione, minigiochi e multiplayer online e offline probabilmente si aggiungeranno in futuro anche nuovi contenuti: terremo d'occhio la situazione.

CERTEZZE

  • Mix perfetto tra simulatore di vita ed RPG
  • Stilisticamente adorabile
  • Una mole notevole di contenuti

DUBBI

  • Aree di gioco vaste, ma molto frammentate
  • Difficoltà altalenante
  • Alcuni dettagli grafici e tecnici da rivedere

Re:Legend pc

pc  ps4  xone  nsw 

Data di uscita: 2019

Acquista su Steam