Riflettori sui MUD #002  0

Secondo numero della rubrica quindicinale dedicata ai MUD: Riflettori sui MUD. Spaziando dai classici MUD testuali per finire con i piu' avanzati MMORPG (ovviamente tutto amatoriale e gratuito) vengono esplorate, ogni quindici giorni, novita' e anteprime dei multi user dungeon piu' famosi o appena nati.

APPROFONDIMENTO di La Redazione  —   17/12/2003

Tempora Sanguinis 2

Per tappare bug e risolvere problemi sono state spesso effettuate modifiche che ne hanno ridotto la giocabilita’.
Tempora Sanguinis nasce nel 1996 (e’ possibile contestualizzare la storia di Tempora Sanguinis leggendo la storia dei MUD presente su MUDItalia) grazie al supporto di Dryden, Logan, Magnus (ora implementor di un altro MUD, “Clessidra”) e Kaio, che forni’ principalmente il server dell’universita’ statale di Milano. Alla crescente popolarita’ (dovuta anche alla scelta del codice di partenza, il Dale, molto in voga in quegli anni) si e' accostata una serie di incomprensioni che hanno portato alla totale cancellazione di tutti i codici del MUD: e’ da questo episodio, dai resti dell’eseguibile e dando fiducia ai giocatori che richiedevano un rimborso del proprio personaggio, che il MUD e’ rinato come Tempora Sanguinis 2. I problemi affrontati non sono certo finiti qui: il server ospitante ha improvvisamente sfrattato il MUD (che nel frattempo aveva acquisito nuovi implementor come Gabriel e Sybil). Per fortuna, la ricerca di un nuovo server non e’ durata troppo: lo sviluppo (sia da un punto di vista tecnico, che considerando il numero di giocatori) e’ andato crescendo fino al 2000, anno in cui, vuoi per lo stress derivato dalla gestione, vuoi per gli impegni quotidiani, il MUD inizia ad essere abbandonato a se stesso. I giocatori, non sempre soddisfatti dalla mancanza di gestione, dai bug non corretti e da un gioco sempre piu’ orientato al powerplay, pian piano abbandonano Tempora Sanguinis 2 per altri lidi. Un gruppo di fedeli rimarra’ sempre presente, anche in questi ultimi anni, duranti i quali Tempora Sanguinis 2 ha certamente perso in popolarita’ e visibilita’, fatto avvenuto anche a causa della poca attenzione alla comunita’.

Codici dei MUD

Come ogni programma che si rispetti anche un MUD e' basato su di un codice sorgente, compilato ed eseguito.
Una particolarita' che pero' lo contraddistingue da un altro programma e' il fatto che sono esistenti numerosissimi codici gratuiti, che e' possibile scaricare e modificare grazie alla particolare licenza che li accompagna. Essendo programmi amatoriali, il codice e' rimasto gratuito e liberamente distribuile nella maggior parte dei casi: questo ha portato alla creazione di numerosissimi tipi di codici di base e all'organizzazione di questi in gerarchia, in base al codice da cui sono derivati.
Uno dei codici piu' famosi e' il DikuMUD, che e' considerato il padre di un gran numero di codici sorgenti, su cui si sono basati la quasi totalita' dei MUD nostrani. Esso non include solo il programma, ma anche numerose aree basate sulla mitologia nordica e Dungeons & Dragons

Tempora Sanguinis 3

Recentemente pero’, lo staff ha pensato che fosse necessario fare qualcosa e Dryden (uno degli implementor), con l’aiuto di alcuni fra i giocatori piu’ anziani, ha iniziato sulle basi di Tempora Sanguinis 2 la costruzione di un nuovo MUD: Tempora Sanguinis 3.
Le dichiarazioni di Dryden (rilasciate in un’intervista esclusiva che puo’ essere letta sulle pagine di MUDItalia) lasciano sperare in una maggiore organizzazione e in alcune decisive novita’.
In ogni caso, il vecchio MUD non verra’ seppellito, ma rimarra’ attivo per soddisfare coloro che sono affezionati a Tempora Sanguinis 2 e a cui piace lo stile di gioco “powerplay”.

Tempora Sanguinis 3

Per quanto riguarda il nuovo MUD la sua progettazione si basa principalmente su tutte le idée che non hanno avuto spazio su Tempora Sanguinis 2 e sulla riorganizzazione degli spunti positivi di quest’ultimo, che era basato principalmente su un lavoro piu’ raffazzonato.
In piu’, oltre alle caratteristiche tecniche riviste, vi e’ una rivisitazione dell’ambientazione, che sara’ piu’ curata (e basata “sull’Impero Celeste”) e che include un nuovo mondo.
Classi e razze sono sotto revisione, cosi’ come il sistema di combattimento e tutta una nuova serie di caratteristiche avranno finalmente spazio.
Uno dei punti di forza sembra il nuovo sistema di gestione, che include anche la possibilita’ per i giocatori stessi di costruire aree online e di programmare l’intelligenza dei mob (i personaggi non giocanti) in modo sistematico e semplice.
L’unica cosa da fare, ora come ora, e’ essere pazienti e aspettare che Tempora Sanguinis 3 non sia solo un miraggio ma anche una realta’ prossima a venire.

Codici dei MUD: DaleMUD

Uno dei codici "sotto" derivati e' il DaleMUD (basato su codice SillyMUD, diretto discendente del Diku), uno dei piu' avanzati codici degli inizi degli anni '90, ma anche, sicuramente, uno dei piu' buggati. Il MUD che ha portato alla ribalta questo codice e' Shadowdale MUD. L'ultima evoluzione del Dale risale all'ottobre 2002 con la versione 3. Da allora, le notizie sulla nuova versione (la 4) sono mancate e i lavori sembrano essersi fermati a quella data.
L'ambientazione segue per lo piu' la campagna di Forgotten Realms (della TSR), anche se le modifiche apportate non sono bastate ad eliminare le tracce di alcune aree Diku.
Scopo principale perseguito dai programmatori del codice Dale e' sempre stato quello di realizzare un MUD educativo: ricco di help, non consente il Pkilling (i giocatori, cioe', non possono uccidere altri giocatori) e amichevole per i novizi.
Tredici sono le razze offerte, ognuna con delle caratteristiche diverse: umano, elfo (tre tipi di elfo, elfo della luna, elfo dorato, elfo selvaggio ed elfo del mare), mezz'elfo, elfo scuro, nano e nano oscuro, gnomo, halfling, mezz'orco, mezz'ogre, mezzogigante, orco, goblin e per concludere, troll.
Dieci le classi: barbaro, chierico, druido, mago e stregone, monaco, paladino, psionico, ranger, ladro e guerriero.

Terrasia e McLandia

Se Tempora Sanguinis 2 (e 3) rappresenta un successo del passato che tenta di riemergere, vi sono numerosissimi progetti recenti che provano ad ottenere spazio.
Fra quest’ultimi vale la pena citare Terrasia, che accoglie un novizio tramite una pagina web ben curata e ricca di informazioni utili. E’ possibile scegliere tra ben ventitre’ razze, cifra che consente di presentare alcune novita’ anche piuttosto insolite (come gli Ent), e quindici classi, che rispecchiano le classiche di Ad&d.

Terrasia e McLandia

Il MUD e’ stato pensato per tutti gli amanti del fantastico, e questo non include solo il classico fantasy-medievale, ma anche filoni orientaleggianti ed ispirati ai manga.
Se si vuole andare sul tecnico, bisogna dire che Terrasia e’ un MUD dalla struttura “classica” basata su classi e razze, e non sulle attivita’ lavorative e il suo codice di partenza e’ lo SMAUG (il cui approfondimento sara' in uno dei prossimi numeri).
Svariati MUD italiani, ultiamamente, si propongono con ambientazioni alternative rispetto alla ormai iper sfruttata fantasy. Questa puo’ rappresentare una novita’, non solo dal punto di vista di struttura del gioco e background vero e proprio, ma anche per i giocatori che possono risultare interessati.
Uno di questi e’ McLandia, ambientato in un’epoca contemporanea-cyberpunk, il cui codice di partenza e’ CircleMUD 3.0 (anche questo codice sara' trattato prossimamente).

Terrasia e McLandia

Questo tipo di background offre alcune caratteristiche veramente interessanti, che sicuramente stimolano la curiosita’ dei muddaroli piu’ incalliti (e circondati da mondi fantasy): al posto di spade, daghe e armi medievali, ci sono armi da fuoco; le abilita’ non si imparano da saggi o maestri eremiti, bensi’ da professori universitari dislocati nei vari atenei; le razze non ricalcano quelle proposte da Tolkien (e soci), ma includono alieni, cyborg e motociclisti; parimenti le classi sono virus writer, system administrator, hacker, guerrafondaio, martial, psionico e linker simplex.

DadoGiallo e Thera, Fantasy Lands

Se McLandia si posiziona sul fronte delle nuove ambientazioni, DadoGiallo MUD e’ uno di quei MUD che non offre novita’ eclatanti, ma cerca di migliorare il genere su cui si basa: questo genere e’ quello dei MUD fantasy (per essere piu’ specifici il genere in questione e’ “heroic fantasy”) che fa dell’RPG il perno centrale su cui sviluppare tutto il gioco.
Inoltre, anche la struttura di base del MUD e’ quella dei MUD piu’ classici (e di vecchia generazione, in Italia): nove sono le razze (tre tipi di elfi, umano, mezz’elfo e mezz’orco, nano, gnome e Halfling) e quattro le vie da seguire (che indicano la classe di appartenenza del personaggio): la via della forza (guerriero, ranger, maestro di spada, barbaro, paladino e vendicatore), la via dell’arcano (mago, necromante e battlemage), la via dello spirito (druido e sei tipi di chierici dipendenti dalla religione e dall’allineamento), ed infine, la via dell’ombra (ladro, assassino, bardo e nightblade).

DadoGiallo e Thera, Fantasy Lands

Grazie all’esperienza accumulata dai MUD del passato, e’ assai probabile che DadoGiallo MUD offra un prodotto non innovativo ma curato e positivo, capace di accogliere quella fetta di giocatori che magari e’ insoddisfatta delle realta’ preesistenti ma che apprezza la tipologia di gioco.
E se questi probabilmente saranno i MUD del futuro, un altro MUD e’ oramai un ricordo del passato: su MUDItalia e’ stata annunciata (seppur con notevole ritardo rispetto alla data effettiva dell’evento) la chiusura di “Thera, Fantasy Lands”.
Thera era basato su codice Rom 2.4 (piu' dettagli su questo codice saranno presentati in uno dei prossimi numeri) lievemente modificato e il cui nuovo nome era Altanos.
Questo MUD non ha mai ufficialmente aperto al pubblico: questo significa che in fase di progettazione o in una delle successive fasi di testing il progetto e’ stato abbandonato definitivamente.
Questo, purtroppo, non e’ un caso isolato: sono diversi i MUD che purtroppo non sono mai usciti dalla fase di testing ed e’ indice che realizzare un MUD non e’ cosi’ semplice come puo’ apparire, anche se privo sostanzialmente di grafica ed e' di natura amatoriale. Le ragioni della chiusura di Thera sono purtroppo ignote, ma molto probabilmente la mancanza di tempo libero hanno influito sulla scelta dello staff. Un’altra ragione potrebbe essere un litigio all’interno dei membri dello staff, ma queste sono solo speculazioni, vista la totale assenza di informazioni a riguardo.

Tempora Sanguinis 2

Alcuni MUD, che hanno costituito la ”vecchia generazione”, e che hanno riscosso un notevole successo in passato, devono fare i conti con il gran numero di “concorrenti” che sono fioriti recentemente, e che hanno portato molte novita’ soprattutto sulla concezione dei MUD stessi.
Uno di questi, che ha probabilmente risentito maggiormente di questo nuovo flusso, e’ Tempora Sanguinis 2. Il numero di giocatori e’ calato drasticamente, non solo per la competizione con gli altri MUD, ma anche per il fatto che e’ stato abbandonato a se stesso per troppo tempo.