L'engine di Metal Gear Rising: Revengeance è stato potenziato per non sfigurare rispetto ai primi trailer 20

Le dinamiche di taglio hanno richiesto un lavoro supplementare

NOTIZIA di Tommaso Pugliese   —   18/02/2013

Tsuyoshi Odera, programmatore presso Platinum Games, ha rivelato di aver dovuto modificare l'engine su cui gira Metal Gear Rising: Revengeance perché il gioco corrispondesse a quanto mostrato da Kojima Productions con i primi trailer, in particolare per quanto concerne la capacità di Raiden di fare a pezzi i propri avversari.

"Ho guardato i trailer ufficiali e altro materiale proveniente da Metal Gear Solid: Rising e ho provato a modificare il nostro engine per fare in modo che corrispondesse a tali aspettative", ha dichiarato Odera. "Pensavo non sarebbe stato così difficile implementare il concetto di 'taglio', e in effetti ci sono voluti circa tre mesi per far sì che gli oggetti potessero essere fatti a pezzi."

"La libertà di tagliare qualsiasi cosa ha implicato un uso di memoria molto maggiore rispetto a tutti gli altri processi di sistema. Per introdurre questa feature abbiamo dovuto distribuirne gli effetti su più frame, calcolando la velocità dei fendenti di Raiden e assicurandoci che il taglio venisse mostrato sullo schermo prima del termine della manovra, restituendo un adeguato feedback al giocatore."

Fonte: VG247