Ken Levine ha ucciso nella culla il film di BioShock 36

Proprio non lo convinceva

NOTIZIA di Simone Tagliaferri   —   12/03/2013

In più occasioni Ken Levine aveva espresso le sue perplessità su un film di BioShock, quindi non è arrivata come un fulmine a ciel sereno la notizia che è stato lui stesso a cancellare il progetto, in pre-produzione dagli studi di Universal.

Annunciato nel 2008, si era parlato di Gore Verbinski alla regia e di toni adulti e vicini a quelli del gioco per la pellicola finale. Quindi Verbinski è stato rimpiazzato da Juan Carlos Fresnadillo e ora arriva la notizia della chiusura del progetto. Levine ha spiegato com'è andata.

Verbinski voleva realizzare un film adulto ed era entusiasta del progetto. Purtroppo l'insuccesso di Watchmen ha fatto calare il budget per la pellicola da 200 milioni di dollari a 80 milioni di dollari e il regista si è tirato fuori dal progetto.

Il nuovo regista non ha convinto nessuno e 2K ha lasciato decidere a Levine se portare avanti o no il progetto. Be', Levine ha deciso di "ammazzarlo", per usare un suo termine.

Quindi il film di BioShock è definitivamente morto? Per ora sì, ma Levine lascia aperta una porta per il futuro, sperando che prima o poi si trovi la giusta combinazione di persone per lavorarci sopra.

Fonte: eurogamer.net