Metro: il discorso dell'accessibilità futura non riguarda una riduzione di difficoltà

E' una questione di investimenti

NOTIZIA di Giorgio Melani   —   28/08/2013
29

Qualche giorno fa, con la conferma dell'impegno preso nel portare avanti la serie Metro, Deep Silver aveva menzionato anche un aumento dell'accessibilità del gioco ad un pubblico più vasto.

La frase è stata ovviamente colta dal pubblico di appassionati con un certo disappunto, considerando che solitamente tale intenzione si traduce nella volontà di abbassare il livello di sfida di un gioco per renderlo più "mainstream", ma il publisher ha voluto immediatamente correggere il tiro della dichiarazione.

"Alcuni media e fan hanno interpretato il discorso come una volontà di diluire i valori tipici del gameplay di Metro", ha spiegato Huw Beynon di Deep Silver, "abbassare il livello di difficoltà e renderlo appetibile ad una più vasta fetta di mercato, comprendente anche i casual. Capiamo questa paura e vogliamo assicurare la base di appassionati che Deep Silver non ha alcuna intenzione di compromettere il DNA caratteristico di Metro". L'allargamento del pubblico ricercato dal publisher riguarda invece un maggiore investimento nel brand, con una più alta visibilità del gioco offerta da Deep Silver all'interno dell'affollato panorama videoludico.

Fonte: VG247