Tomonobu Itagaki fa un passo indietro, d'ora in avanti aiuterà giovani sviluppatori a emergere

L'autore di Devil's Third ha abbandonato il ruolo di representative director e chief technical officer presso Valhalla Game Studios, assumendo quello di "prime adviser"

NOTIZIA di Tommaso Pugliese   —   24/08/2017
19

Alcuni mesi fa le ha "cantate" sia a Sony che a Nintendo, quest'ultima colpevole a suo avviso di aver contribuito al fallimento del suo ultimo progetto, Devil's Third.

Ora Tomonobu Itagaki ha deciso di fare un passo indietro, abbandonando il ruolo di representative director e chief technical officer presso Valhalla Game Studios per assumere quello di "prime adviser".

Il nuovo compito di Itagaki, il cui team è probabilmente al lavoro su di un nuovo titolo, diventa dunque quello di fornire consigli allo studio ma anche ad altri team, al fine di far emergere giovani sviluppatori. Ecco il suo messaggio su Facebook.

"Ciao a tutti, è finalmente giunto il tempo di aggiornarvi su quello che sto facendo. Il motivo per cui sono rimasto in silenzio così a lungo è che stavo aspettando questo giorno.

Oggi infatti abbandonerò la mia posizione di representative director di Valhalla Game Studios e assumerò il ruolo di prime advisor. Contemporaneamente comincerò a collaborare alla creazione di giochi con altri team di sviluppo in giro per il mondo.

Il mio cinquantesimo compleanno segnerà un momento importante, per cui ho deciso di voler cambiare il modo in cui lavoro. Cadrà il 1 aprile, e la foto che vedete è stata fatta in precedenza, così da ritrarre per un'ultima volta i miei quanrant'anni. L'ha scattata un mio amico, fotografo professionista, presso il Kiyosumi Garden di Tokyo.

Guardate i ciliegi in procinto di fiorire. Ci sono tanti sviluppatori in giro per il mondo che si trovano nella stessa situazone, e voglio aiutarli a sbocciare.

È possibile trovare giovani, appassionati sviluppatori in qualsiasi paese del mondo, con aspirazioni ed entusiasmo che li portino a dire 'riuscirò a creare un gioco fantastico!!'. A cominciare da oggi, voglio condividere la mia esperienza e conoscenza con questi giovani autori e aiutarli a realizzare i propri progetti.

È una notizia che arriva un po' all'improvviso e sono sicuro che molti di voi ne saranno sorpresi, ma è fantastico essere riuscito a togliermi questo peso. Non vedo l'ora di guardare al futuro con tutti voi."