Mortal Kombat 11 troppo violento, bloccato in alcuni paesi 36

Alcuni paesi considerano Mortal Kombat 11 troppo violento e ne hanno impedito la vendita, come svelato dall'account ufficiale del gioco stesso.

NOTIZIA di Simone Tagliaferri   —   23/04/2019

Mortal Kombat 11 è probabilmente il capitolo più violento della serie, tanto da non poter essere messo in vendita in alcuni paesi come l'Indonesia, dove violerebbe le leggi locali.

La conferma è arrivata dallo sviluppatore NetherRealm Studios e dal publisher Warner Bros. Interactive, che hanno confermato l'assenza di Mortal Kombat 11 da certi mercati, dove pure c'è stata prevendita. Comunque sia, chiunque abbia prenotato il gioco riceverà il rimborso completo di quanto speso, anche se molti preferirebbero poterci giocare.

Prima di lasciarvi vi ricordiamo che Mortal Kombat 11 è disponibile da oggi 23 aprile 2019 per PC, PS4, Xbox One e Nintendo Switch. Se vi interessa saperne di più sul gioco, leggete la nostra recensione di Mortal Kombat 11, in cui Aligi Comandini ha scritto:
Per valori produttivi e qualità complessiva, Mortal Kombat 11 è un titolo praticamente inarrivabile tra i picchiaduro moderni. Mai abbiamo visto un gioco con alle spalle risorse simili nel genere, e una tale cura generale per ogni singolo elemento. Non fosse per la gestione malsana e irritante della Krypta, e di conseguenza della progressione legata all'estetica dei personaggi, saremmo davanti a un'opera vicina alla perfezione, dotata di un comparto tecnico eccezionale, di un online impeccabile, di un roster di tutto rispetto, e di un sistema di combattimento migliorato notevolmente rispetto al passato. Così com'è invece si ferma un attimo prima di raggiungere lo zenith, perdendosi nel fangoso acquitrino degli store online. Saremmo comunque folli a non consigliarvelo: resta il miglior gioco della leggendaria saga di NetherRealm, e non vi deluderà.