Nintendo Switch, il controller Mega Drive migliore in oriente, con sei pulsanti contro tre

Il controller stile Mega Drive per Nintendo Switch sarà migliore in oriente che in occidente, dove avrà sei pulsanti frontali invece di tre.

NOTIZIA di Simone Tagliaferri   —   24/09/2021
35
Controller Mega Drive a confronto tra i diversi territori
Controller Mega Drive a confronto tra i diversi territori

Il controller stile Mega Drive / Genesis per Nintendo Switch annunciato durante il Nintendo Direct di ieri sera sarà decisamente peggiore in occidente che in oriente. Il motivo? In Giappone si potrà acquistare la versione con sei pulsanti frontali, quella del 1993, lanciata per supportare Street Fighter II: Special Champion Edition e poi supportata da ben sessanta giochi. In USA ed Europa avremo invece la versione con soli tre pulsanti frontali, quella disponibile in origine con la console.

Da quello che si può vedere, i primi giochi del Mega Drive per Nintendo Switch Online in arrivo a fine ottobre non richiedono la versione avanzata dal controller (altrimenti sarebbe una mossa senza senso), ma visto che ormai, soprattutto in ambito retrogaming, la versione a sei pulsanti è accettata come standard, si poteva fare uno sforzo e lanciarla su tutti i territori, anche perché non costerà poco (si parla di 49,99€). In effetti non si capisce perché si dovrebbe pagare tanto per un controller castrato, quando sul mercato esistono delle alternative più economiche come l'M30 di 8Bitdo, che hanno i sei tasti e oltretutto funzionano alla perfezione con Nintendo Switch.

C'è da dire che alcuni dei giochi che supportano i sei tasti sono considerati dei classici, come Eternal Champions, Comix Zone, Streets of Rage 3, The Story of Thor e Virtua Fighter 2.

Naturalmente va specificato che il nuovo controller non sarà obbligatorio per giocare i titoli del Mega Drive, ma uno sforzo in più poteva essere fatto.