Nintendo Switch e problema Joy-Con drifting, una risposta ufficiale da Nintendo

La prima risposta ufficiale di Nintendo sul problema del Joy-Con drifting di Nintendo Switch assomiglia più a un no comment che altro, ma intanto potrebbe iniziare a muoversi qualcosa.

NOTIZIA di Giorgio Melani   —   23/07/2019
44

Ha ormai preso quota la questione del Joy-Con drifting di Nintendo Switch, emerso come problema alquanto diffuso per la console e protagonista anche di una class action, e ora con un primo commento ufficiale da parte di Nintendo.

In verità, si tratta in effetti di una non-risposta da parte della compagnia, visto che non entra nell'argomento e si limita a proporre una soluzione estremamente vaga. Interrogato sulla questione da Kotaku, un portavoce di Nintendo ha affermato: "In Nintendo, siamo molto orgogliosi del fatto di creare prodotti di qualità ed effettuiamo miglioramenti continui a questi. Siamo a conoscenza di varie segnalazioni sui Joy-Con che non rispondono correttamente ai comandi. Vogliamo che gli utenti si divertano con Nintendo Switch e se qualsiasi cosa ostacola questo obiettivo incoraggiamo sempre a visitare il sito di supporto ufficiale in modo da poter aiutare".

Ecco qua la risposta ufficiale, per il momento, da parte di Nintendo: visitare il supporto sul sito Nintendo.com. Ovviamente, dubitiamo che la cosa possa soddisfare tutti coloro che hanno rilevato il problema del Joy-Con drifting, e con anche una possibile class action in arrivo probabilmente anche la casa di Kyoto avrà modo di tornare sull'argomento in maniera più circostanziata.

Il problema in questione, peraltro, non sembra risolvibile in maniera definitiva, visto che si basa sulla micro-erosione di elementi interni del Joy-Con che creano polvere e detriti che vanno a inficiare i sistemi di rilevazione degli input. Dunque anche spedire i Joy-Con per farli riparare a Nintendo (sempre che il problema venga riconosciuto come passibile di riparazione gratuita) non esclude un suo ritorno nel breve periodo. Le parole del portavoce, in ogni caso, sembrano anche suggerire una possibile evoluzione dei Joy-Con che potrebbe risolvere alla radice il problema.