PlayStation, dirigente scoperto a tentare di adescare un quindicenne a fini sessuali

Il Senior Vice President of Engineering di PSN George Cacioppo è stato scoperto mentre tentava di adescare un quindicenne per sesso, licenziato in queste ore.

NOTIZIA di Simone Tagliaferri e Giorgio Melani   —   06/12/2021
151

George Cacioppo, il Senior Vice President of Engineering del PlayStation Network, è stato scoperto mentre provava ad adescare un quindicenne a fini sessuali. Ad attirarlo in trappola è stato un gruppo indipendente USA che si occupa della caccia ai pedofili, chiamato "People v. Preds", che ha pubblicato un video in cui l'uomo viene mostrato in attesa del ragazzino nella sua casa, in piena notte. In seguito alla pubblicazione del video, fonti sostengono che Sony abbia licenziato il dirigente in questione.

Il gruppo People v. Preds è attivissimo nella sua attività di ricerca dei pedofili. Attualmente ha pubblicato novantatré video sul suo canale YouTube, riportando le chat avute con altrettante persone, compresa quella di Cacioppo. Di base il suo "lavoro" è quello di attirare i potenziali pedofili in varie chat, chiarendo nel testo la natura sessuale delle conversazioni e il fatto che a parlare sia una persona minorenne, così da non lasciare dubbi sulle intenzioni del "predatore" e sulle sue tendenze.

George Cacioppo è stato, almeno fino a qualche ora fa, un dirigente di alto livello presso Sony, nel ruolo di senior vice president di Sony Interactive Entertainment, specializzato proprio nello sviluppo di PlayStation Network, per il quale ha lavorato all'engineering di PlayStation Store dal 2013, ma a quanto pare il suo contratto è stato "terminato" in queste ore, a seguito della pubblicazione del video incriminante.

Bisogna notare, infatti, che se il video di per sé non basta a far capire cosa sia accaduto realmente, il gruppo People v. Preds ha pubblicato anche una serie di screenshot e documenti che testimoniano tutta la procedura di adescamento attuata da Cacioppo per attirare la vittima.

Secondo quanto riportato da CNET, Sony ha licenziato in tronco George Cacioppo dopo l'emersione del video in questione online, anche se al momento non ci sono ancora comunicazioni ufficiali. "Siamo al corrente della situazione e la persona in questione è stata rimossa dall'impiego", ha riferito un portavoce di Sony alla pubblicazione americana.

Il gruppo People v. Preds, che ha portato avanti il caso, ha inoltre spiegato a Kotaku il motivo per cui non ha mobilitato le autorità per la questione: "Il dipartimento di polizia non lavora con i cyber group come noi", ha detto un portavoce dell'organizzazione. "Questi sono i casi in cui internet prende l'iniziativa". Tuttavia, hanno anche specificato che "tutte le prove sono state comunque portate alle autorità", dunque il caso di Cacioppo dovrebbe essere comunque indagato dalle autorità competenti.