Pokémon Stadium, allenatore ritrova i mostriciattoli dopo vent'anni grazie ad un'assurda coincidenza

Grazie ad un vero e proprio colpo di fortuna questo allenatore ha ritrovato i suoi mostriciattoli di Pokémon Stadium, ed è riuscito a riaverli indietro.

NOTIZIA di Simone Pettine   —   12/05/2020
22

Ha dell'incredibile la storia di Sam, un Allenatore di Pokémon che è riuscito a recuperare i suoi mostriciattoli tascabili di Pokémon Stadium a vent'anni di distanza, grazie ad un'assurda coincidenza. Ve la raccontiamo in questo rapido articolo: probabilmente è più facile vincere alla lotteria che vivere nuovamente la sua vicenda.

Tutto è cominciato con l'utente Twitter DerekRRose, che ha acquistato su internet una copia di Pokémon Stadium per Nintendo 64. La copia era "segnata" dal nome del precedente proprietario, un certo SamG: quanti Sam esistono al mondo? E quanti sono su Twitter? Per scherzo, qualcun altro ha commentato il tweet scrivendo: "ah, sei stato SamG-ato!" ("you got SamG'D"). Un altro burlone ha poi taggato per scherzo il primo SamG che gli è capitato a tiro, chiedendogli spiegazioni sulla vicenda. L'assurda coincidenza è arrivata subito dopo.

Ecco la congiunzione astrale: era il vero proprietario della cartuccia. Il SamG citato per scherzo nella discussione era il possessore originario di Pokémon Stadium, perché ha subito riconosciuto i mostriciattoli con cui affrontò l'avventura vent'anni fa. Il ragazzo si è allora messo in contatto con il nuovo acquirente, che chissà dove aveva ordinato la cartuccia del gioco; in seguito ad un discussione amichevole, alla fine ha riottenuto indietro i mostriciattoli tascabili, trasferendoli su Pokémon Spada e Scudo.

Non senza sforzo da parte di DerekRRose, comunque, che ha dovuto prima importare i Pokémon da Stadium a Blu, quindi da Blu a Pokémon Ultrasole, da lì alla PokéBanca, poi su Pokémon Home, infine su Pokémon Spada, e da Spada li ha infine scambiati a Sam. Immaginate la gioia di Sam: anche voi siete legati da un sentimento d'amicizia ai vostri Pokémon, non è vero?