PS5: bagarini sconfitti in Giappone, ma il metodo potrebbe non piacervi

I bagarini di PS5 non sono un vero problema in Giappone: sono infatti stati sconfitti da tempo, ma il metodo usato potrebbe non piacervi.

NOTIZIA di Nicola Armondi   —   25/01/2021
127

PS5 è introvabile, lo sappiamo bene. Il vero problema, però, è che molteplici unità della console PlayStation, al pari di quelle Xbox, vengono rapidamente acquistate dai bagarini tramite bot, nel momento stesso nel quale le scorte tornano a disposizione. Queste console vengono poi rivendute a prezzo maggiorato, impedendo a molti di comprarne una in modo regolare e al prezzo previsto. In Giappone, però, hanno da tempo risolto questo problema.

Come? Con un mix di tessere fedeltà e lotterie. Sì, poter prenotare una PS5 in Giappone è anche una questione di buona sorte. Prima di tutto, le tessere fedeltà sono esattamente come quelle usate in Italia: possedere una tessera permette di avere la priorità su acquisto e prenotazione. A questo punto, però, si inserisce un altro elemento: la Lotteria. A seconda dei propri punti fedeltà, si ottengono vari biglietti e solo chi viene estratto può fare il preorder.

In Giappone, le catene pongono poi dei limiti al numero di partecipanti alle lotterie. In questo modo, il numero di bot in grado di ottenere una console diminuisce sensibilmente. È comunque possibile che alcuni riescano a vincere la lotteria, ma non essendo un sistema "chi arriva prima prenota", ed essendo i clienti fedeli avvantaggiati, la situazione di PS5 non è così "catastrofica" come in Europa e USA.

Si tratta di un sistema che probabilmente infastidirebbe alcuni: essere esclusi per un colpo di sfortuna, pur essendo arrivati per primi, sarebbe frustrante, ma nel complesso permette di evitare abusi.

Vi segnaliamo infine che PS5 risorge: +324% giochi venduti in UK, Hitman 3 guida la classifica.