PS5: Euromediashop dice di averne 500 da vendere sottocosto, ma è meglio evitare

Il sito Euromediashop sostiene di avere in magazzino ben 500 PS5 da vendere sottocosto, ma è meglio evitare di comprare la console da loro.

NOTIZIA di Simone Tagliaferri   e Luca Forte   —   02/12/2020
155

Alcuni utenti ci segnalano di aver avuto dei problemi con le PS5 in vendita su Euromedia. Il negozio di suo già destava qualche sospetto per le offerte praticate, decisamente uniche, ma ora ci sono anche prove di un comportamento non proprio trasparente e di modalità di vendita dubbie.

Per dire, un utente ha acquistato una PS5 e ha pagato tramite bonifico bancario, inviando la foto della ricevuta come richiesto. Euromedia non gli ha però più risposto e lo ha bloccato, tagliando ogni comunicazione.

Stranamente poi PS5 e Xbox Series X vanno immediatamente esaurite in qualsiasi negozio in cui vengono messe in vendita, mentre le 500 di Euromedia faticano a finire, nonostante siano disponibili da più di 24 ore. Il consiglio, quindi, è quello di non acquistare nulla da Euromedia, almeno finché non sarà verificata l'affidabilità del negozio.

Un piccolo giallo si sta consumando in queste ore. Il sito Euromediashop, infatti, dice di avere 500 PS5, Digital e con disco, da vendere sottocosto a partire dal 22 dicembre. Oltre alla richiestissima console di Sony, Euromediashop ha in vendita anche Xbox Series X e S, oltre che tanti altri agognati pezzi di tecnologia, tutti proposti sottocosto. Ma ci sono alcuni elementi che non convincono e che hanno spinto i colleghi di DDay ad indagare più in profondità.

Si tratta, infatti, di una strategia commerciale molto aggressiva, che ha spinto i colleghi di DDay.it a domandarsi cosa si nasconda dietro questa operazione commerciale. Questo perché in queste ore le truffe con al centro PS5 sono molto frequenti ed è ovvio che si sia particolarmente attenti ad ogni attività potenzialmente sospetta.

Sono molti i fattori che hanno insospettito DDay. Innanzitutto il numero di console messe in commercio: PlayStation 5 è esaurita in tutto il mondo, come è possibile che un negozio poco conosciuto abbia addirittura 500 console in magazzino invendute? Inoltre, vista l'enorme richiesta, che senso ha vendere PS5 sottocosto? Le console andrebbero piazzate in pochi minuti anche a prezzo pieno.

A questo si aggiunge l'età del sito internet, fondato nell'ottobre del 2020, le poche recensioni e le condivisioni, fatte da persone con profili social poco attivi. La consegna a mano delle console, inoltre, sarebbe a partire dal 22 dicembre. Infine il metodo di pagamento: perché non usare PayPal, ovvero un sistema piuttosto conosciuto e diffuso, che protegge l'utente dalle truffe online?

Dubbi leciti, ai quali ha risposto ha direttamente il titolare del magazzino Christian Ciciriello. Ciciriello sostiene che quella di Euromediashop sia una strategia civetta, pensata per fare breccia in un mercato, quello lombardo, sul quale la sua compagnia sta cercando di affermarsi con oltre 90mila euro in pubblicità.

PayPal non è stato scelto come metodo di pagamento per le alte commissioni, che annullerebbero la possibilità di praticare un prezzo sottocosto, mentre le console arrivano da rivenditori terzi, non da Sony direttamente, ma sono macchine con garanzia italiana.

La consegna diretta il 22 dicembre, poi, è motivata dal fatto che le prenotazioni per il ritiro in magazzino sono piene. Quindi i primi slot liberi per la console diretta in magazzino sarebbero solo pochi giorni prima di Natale.

Il sito, oltretutto, avrebbe 500 console perché non ha partecipato ai preorder, dato che "nessuno si sarebbe fidato a pagare in anticipo un qualcosa che sarebbe stato consegnato dopo diversi mesi. Abbiamo 500 Playstation 5 disponibili," ha detto Christian Ciciriello a DDay.

I colleghi di DDay hanno detto che continueranno a monitorare la situazione. Sono stati anche invitati a visitare il magazzino, anche se nel frattempo il sito internet della compagnia non è più raggiungibile, non sappiamo se per problemi tecnici o altro. Noi vi riporteremo, ovviamente, ogni novità emersa.