PS5, PS4 Pro è servita per studiarne il ciclo di vita, stando a Sony 64

Stando a Sony, PS4 Pro è servita anche per studiare il ciclo di vita della futura PS5, che sarà minore rispetto alle console del passato.

NOTIZIA di Simone Tagliaferri   —   05/12/2019

Stando a Sony, PS4 Pro è stata un successo ed è servita anche per studiare quello che sarà il ciclo di vita di PS5, la console di nuova generazione non ancora presentata, ma di cui già si conosce il periodo d'uscita: fine 2020.

A dirlo è stato Masayasu Ito, l'Executive Vice President of Hardware Engineering and Operation di Sony Interactive Entertainment, in un'intervista con Game Informer dedicata ai 25 anni del marchio. Stando alle sue parole, dall'esperienza con PS4 Pro Sony ha determinato che il ciclo di vita di PS5 sarà leggermente più breve di quello delle console del passato, per via dei cambiamenti del mercato e dell'evoluzione tecnologica.

Ito ha esordito ricordando che le vecchie console avevano cicli di vita che andavano dai sette ai dieci anni. Oggi però lo sviluppo tecnologico è molto più rapido e il ciclo di vita di una console è diventato di sei-sette anni. Nonostante ciò per una console, che è una macchina chiusa, è ancora impossibile stare a tutte le novità introdotte sul mercato e così è nata la necessità di inserire i miglioramenti direttamente all'interno di una stessa generazione. Come esempio è stato portato proprio quanto successo proprio con PS4 Pro e PS4, esperimento che a quanto pare potrebbe ripetersi con PS5, per cui si parla di un ciclo di vita simile a quello di PS4 e degli stessi problemi di obsolescenza. Insomma, dopo qualche anno dal lancio, aspettiamoci l'arrivo di una PS5 Pro.