Starbreeze in amministrazione controllata dopo Overkill's The Walking Dead

Il CEO di Starbreeze, Bo Andersson, ha rassegnato le proprie dimissioni e fatto richiesta perché l'azienda possa accedere all'amministrazione controllata in seguito agli scarsi risultati di Overkill's The Walking Dead.

NOTIZIA di Tommaso Pugliese   —   03/12/2018
24

Starbreeze ha fatto richiesta di entrare in amministrazione controllata, al culmine di una crisi di cui si vociferava fin dall'annuncio degli scarsi risultati ottenuti da Overkill's The Walking Dead su Steam.

A quanto pare il nuovo titolo del publisher avrebbe dovuto sistemare delle problematiche economiche che si trascinavano da tempo, ma le cose sono andate diversamente e a gennaio 2019 l'azienda si ritroverà a corto di liquidi.

Il CEO Bo Andersson ha dunque rassegnato le proprie dimissioni contestualmente alla richiesta di amministrazione controllata, una procedura che esiste anche in Italia e che in pratica consente a una compagnia di continuare a operare sotto il controllo di un commissario per un determinato periodo di tempo, nella speranza di un recupero.

Starbreeze ha voluto rassicurare i propri dipendenti circa il fatto che l'attuale situazione non si tradurrà in una serie di licenziamenti né in un taglio dei compensi. Certo non hanno aiutato le recensioni generalmente negative di Overkill's The Walking Dead, gioco su cui l'azienda puntava moltissimo.