Xbox Game Pass: Spencer ha ribadito che sono Sony e Nintendo a non volerlo

Phil Spencer ha ribadito che sono Sony e Nintendo a non volere l'arrivo dell'ecosistema Xbox sulle loro piattaforme, lì dove per Microsoft non ci sarebbero problemi.

NOTIZIA di Simone Tagliaferri   —   16/10/2020
203

In un'intervista con Kotaku, Phil Spencer, il capo di Xbox, ha fatto capire chiaramente che sono Sony e Nintendo a non volere l'ecosistema Xbox, e in particolare l'Xbox Game Pass sulle loro piattaforme. Per Microsoft non ci sarebbe alcun problema in tal senso, ma non può garantire il supporto alle altre piattaforme senza avere un corrispettivo.

Dopo aver raccontato che Microsoft ha un ottimo rapporto con Nintendo, tanto da aver recentemente sentito Doug Bowser, il presidente di Nintendo of America, Spencer ha un po' spento gli entusiasmi sull'arrivo dei giochi Xbox su altre piattaforme, come accaduto durante la generazione attuale. Che gli Ori usciti su Nintendo Switch siano un caso che non si ripeterà mai più? Mai dire mai, ma ci sono delle difficoltà da superare.

Valutare di portare i giochi Xbox sulle console non Xbox "Non è sostenibile" stando a Spencer che, parlando nello specifico di Nintendo Switch, ha spiegato: "Per supportarla dovremmo avere un qualche tipo di ecosistema Xbox. Ciò significa cose tipo Live, Game Pass e simili." Spencer sarebbe aperto a portare Xbox, in particolare Xbox Game Pass con Xcloud, su altre piattaforme, ma come già riportato in passato sono Nintendo e Sony a non volerlo. Quindi a domanda diretta sulla questione ha risposto: "Non voglio parlare per conto terzi. Credo che spetti a loro rispondere."

Sostanzialmente Microsoft non vuole supportare altre piattaforme senza avere un qualche corrispettivo in termini di apertura. Del resto non è una onlus.

Copy Of Xbox Game Pass