Xbox: il successo della retrocompatibilità ha aiutato nelle preservazione dei videogiochi

Il successo della retrocompatibilità di Xbox ha aiutato nella preservazione dei videogiochi, secondo Jason Ronald di Microsoft.

NOTIZIA di Simone Tagliaferri   —   18/01/2022
90

Intervistato da TechRadar, Jason Ronald, il Director of Project Management di Xbox, ha parlato di come il successo della retrocompatibilità abbia aiutato nella preservazione dei videogiochi, diventandone una specie di manifesto per l'intera industria.

Ronald ha dichiarato che il suo team ha imparato moltissimo dalla realizzazione del progetto, da diverse questioni tecniche legate al far girare i vecchi giochi sull'hardware di nuova generazione, ai problemi legali per ripubblicarli. Secondo lui l'intera industria dovrebbe fare uno sforzo congiunto per la preservazione.

Ronald: "Penso che nel corso di questo programma abbiamo imparato molto sulla preservazione dei giochi, che si tratti di decisioni tecniche, il modo in cui i giochi vengono effettivamente inseriti nel catalogo, il modo in cui firmiamo i contratti e gestiamo le licenze e quant'altro. Penso che in realtà sia utile non solo a noi, ma all'intera industria per capire cosa si possa fare per preservare i videogiochi nei prossimi anni."

Ronald ha anche svelato che Xbox Series X e S sono state costruite pensando alla retrocompatibilità e ha affermato che la stessa filosofia sarà applicata alle prossime macchine.

Ronald: "Quando abbiamo progettato Xbox Series X e S, la retrocompatibilità è stata uno dei cardini sin da subito e ha influenzato il design del silicio e dell'hardware. Ci siamo chiesti come potevamo fare non solo a far girare i giochi ma a renderli migliori di ciò che erano. Quindi assolutamente, mentre pensiamo ai dispositivi futuri e alle piattaforme future, badiamo sempre a quali cose uniche possiamo realizzare per migliorare o ottimizzare questi giochi."

Insomma, nonostante Microsoft abbia dichiarato concluso il programma di retrocompatibilità, proprio per via dei problemi sopra esposti, è chiaro che non intenda recedere e stia preparando qualcosa in merito anche per il futuro (altrimenti non ne parlerebbe così spesso).