L'amore davvero 3

Affascinante metafora di una relazione di coppia, Staying Together chiede di superare degli ostacoli e ritrovarsi

RECENSIONE di Tommaso Pugliese   —   28/02/2015

L'idea alla base di Staying Together, il piacevolissimo puzzle game a base platform sviluppato da Naquatic per iOS e Android, è semplice ma decisamente efficace. All'interno di ogni stage, un uomo e una donna devono superare delle insidie, raccogliere eventualmente i frammenti di un cuore e ritrovarsi in un punto preciso della mappa per poter passare al livello successivo.

La peculiarità del gameplay non risiede nelle sue meccaniche platform né nella gestione del doppio salto per evitare baratri e spuntoni, bensì nel fatto che i due personaggi vanno controllati simultaneamente e agiscono in maniera speculare; il che significa che non basterà semplicemente coprire un percorso, ma bisognerà calcolare tempi, distanze e "simmetrie", facendo in modo alla fine di ritrovarsi in una zona precisa per poter completare con successo la missione. È uno di quei casi in cui è più difficile spiegare il funzionamento di un meccanismo piuttosto che sperimentarlo in prima persona, perché Staying Together ha dalla sua anche un bilanciamento graduale e raffinato, che passa dalla banalità dei primi livelli alla complessità di quelli più avanzati, suddividendo la corposa campagna in un totale di tre stagioni, primavera, autunno e inverno, composte ognuna da venti stage e accompagnate da una modalità hardcore che si sblocca, però, solo ottenendo un determinato numero di cuori. Il gioco può essere scaricato gratuitamente da App Store e Google Play, ma il pacchetto include nativamente solo la prima delle tre zone: per ottenere le altre due bisogna effettuare un in-app purchase da 1,99 euro. Senza alcun altro meccanismo di monetizzazione, senza pubblicità e senza sotterfugi di alcun tipo: potrete completare i primi venti livelli e, se l'esperienza vi convincerà, investire la somma appena indicata per godere della campagna nella sua interezza.

Staying Together è un titolo affascinante, che parte da un'idea semplice ma terribilmente efficace

Attraverso lo specchio

Come detto, Staying Together fa leva su di un originale gameplay "speculare", con i due personaggi che reagiscono in maniera opposta ai nostri input direzionali ma che condividono l'esecuzione del salto.

Il sistema di controllo è piuttosto semplice, con due frecce virtuali nella parte sinistra del touch screen e il salto assegnato alla parte destra. La mappa viene suddivisa da uno split screen quando l'uomo e la donna sono distanti, ma è possibile in qualsiasi momento toccare un'icona posta in alto per visualizzare lo scenario nella sua interezza e coglierne le caratteristiche, magari facendo un rapido calcolo mentale sul percorso che dovremo seguire per arrivare con i due protagonisti nella zona conclusiva e passare oltre. La raccolta dei frammenti di cuore non è obbligatoria al fine di poter proseguire nella campagna, ma come detto diventa necessaria per accedere alla modalità hardcore, che garantisce ulteriore durata a un'esperienza già di per sé abbastanza longeva. Oltre a una maggiore complessità delle situazioni e delle trappole, infatti, il gioco introduce elementi inediti a seconda della stagione: l'autunno vede la presenza di interruttori che attivano postazioni mobili, che si spostano in orizzontale o in verticale a seconda del caso, mentre l'inverno aggiunge a questo fattore anche la possibilità di "congelare" e "disgelare" il proprio partner, usando il blocco di ghiaccio magari per raggiungere una piattaforma posta molto in alto e approfittando della sua immobilità per muoversi in modo più disinvolto. A voler trovare il proverbiale pelo nell'uovo, abbiamo avuto la sensazione che proprio la questione del congelamento finisca per rendere più facile di quanto non ci si aspettasse la terza parte della campagna, ma magari è una questione di punti di vista. Ci sembra invece oggettivamente gradevole e ben disegnata la grafica, stilizzata ed essenziale ma capace di proporre accostamenti cromatici riusciti ed eleganti, mentre abbiamo trovato l'accompagnamento musicale troppo lento e privo di mordente.

Versione testata
iPhone (1.2)
Digital Delivery
App Store
Prezzo
Gratis
Multiplayer.it

8.0

Lettori

S.V.

Il tuo voto

Staying Together è un titolo originale e affascinante, che parte da un'idea semplice ma terribilmente efficace. Controllare due personaggi nello stesso momento, in maniera speculare, rende complesso e stimolante un gameplay all'apparenza semplice, laddove l'introduzione di meccanismi sempre diversi, in particolare nel passaggio da una "stagione" all'altra, riesce nell'obiettivo di mantenere un certo grado di varietà, nell'ottica di una progressione molto ben bilanciata. A questo impianto così riuscito si accompagna uno stile grafico essenziale ma gradevolissimo, in particolare per l'uso dei colori. Se siete alla ricerca di un puzzle game diverso dal solito, insomma, Staying Together è il titolo che fa per voi.

PRO

  • Concept originale ed efficace
  • Un gran numero di livelli, da rigiocare per ottenere tutti i cuori
  • Grafica gradevole e colorata

CONTRO

  • La terza stagione appare meno complessa di quanto ci si aspetterebbe
  • Sonoro lento e anonimo