Abbacchiali tutti!

Nintendo sta per debuttare sui dispositivi mobile? E allora Adult Swim gioca d'anticipo, con un simpatico clone di Pokémon

RECENSIONE di Tommaso Pugliese   —   23/01/2016
20
Abbacchiali tutti!

Se non avete mai visto un episodio di "Rick and Morty", dovreste provvedere. La dissacrante serie animata prodotta da Adult Swim ha per protagonisti uno scienziato alcolizzato, Rick, e il suo ingenuo nipote, Morty, alle prese ogni volta con situazioni che sarebbe riduttivo definire assurde. Ebbene, il publisher ha pensato di prendere questi due personaggi e dedicargli un mobile game. Non uno qualunque, però: un clone del classico Pokémon in cui, a causa di un'anomalia dimensionale, Rick e Morty si trovano ad avere a che fare con tantissime loro versioni alternative, il più delle volte ostili. Nell'ottica del tradizionale gameplay targato Game Freak, è in questo caso lo scienziato a svolgere il ruolo di "allenatore", mentre al giovane Morty tocca combattere con le sue molteplici varianti: il Morty arruffato, quello col gattino al seguito, il Morty anziano, il colletto bianco, il fantasma, il coniglio e così via. Al posto dei mostri, insomma, troveremo tante folli reinterpretazioni del personaggio, che fanno riferimento a un simbolo fra sasso, forbici e carta per determinare quei rapporti di forza che nella serie Nintendo vengono indicati dagli elementi: un Morty "carta" infliggerà danni maggiori a un Morty "sasso", e così via.

Pocket Mortys è un simpatico clone di Pokémon, un esperimento riuscito pur con qualche limite di troppo

Esplora e combatti

Laddove negli episodi di Pokémon c'è una trama a corredo della campagna, con quest e situazioni che in qualche modo aumentano la varietà di un impianto che altrimenti si ridurrebbe a poche, semplici meccaniche, in Pocket Mortys purtroppo questo contorno manca e ci si trova ben presto a fare i conti con un certo grado di ripetitività dell'azione.

Abbacchiali tutti!

Nulla di eccessivo, sia chiaro, se consideriamo i numeri di questa produzione e il fatto che si possa giocare in modo completamente gratuito e senza limiti, a patto di trovare (o fabbricare) di tanto in tanto dei chip che servono per "addomesticare" i Morty selvaggi che si trovano in giro per gli scenari e che, in tal modo, potremo aggiungere al nostro roster di personaggi. Per il resto, i combattimenti funzionano esattamente come nel celebre franchise Nintendo, con un sistema a turni che diventa più sfaccettato man mano che i protagonisti salgono di livello e acquistano nuove abilità. Certo, durante le prime ore la presenza di barre dell'energia relativamente risicate fa sì che manovre difensive o "debilitanti" non servano praticamente a nulla rispetto agli attacchi tradizionali, ma tutto il processo di crescita dei Morty e la loro gestione risultano gradevoli, in particolare se assunti a piccole dosi. Combattendo si guadagnano crediti che è possibile spendere in qualsiasi momento presso uno shop virtuale per acquistare sieri curativi, pozioni che ripristinano i punti attacco o bonus che migliorano le abilità dei nostri guerrieri. Tecnicamente molto ben realizzato e decisamente fedele al cartone animato, voci incluse, Pocket Mortys alla fine dei conti svolge davvero bene il suo compito di clone e, al di là di un sistema di combattimento piuttosto basico, ha un solo, grosso difetto: gli manca quella varietà di mostri che solo Pokémon è in grado di garantire.

Commento

Versione testata iPhone
Digital Delivery App Store, Google Play
Prezzo Gratis
Multiplayer.it

7.8

Lettori (3)

8.2

Il tuo voto

Pocket Mortys rappresenta a nostro avviso un esperimento riuscito, un clone che non si prende mai sul serio, come i suoi protagonisti, e che grazie a un approccio freemium molto libero consente di giocare l'intera campagna senza sentire mai il bisogno di mettere mano al portafogli per acquistare chip per la cattura di nuovi Morty (facilmente fabbricabili con gli oggetti che si raccolgono in giro) o crediti. La semplicità del sistema di combattimento a turni, specie durante le prime fasi, e un certo grado di ripetitività dell'azione impediscono al titolo Adult Swim di spiccare davvero, ma il problema più grosso sta nella distanza fra le pur diverse varianti di Morty e i tanti, coloratissimi Pokémon.

PRO

  • Un clone ben realizzato nelle meccaniche di base
  • Grafica e sonoro ben fatti, fedeli alla serie animata
  • Praticamente gratuito
CONTRO
  • I Morty non sono i Pokémon
  • Struttura fin troppo semplice
  • Può diventare ripetitivo