La recensione della sedia Trust GXT 707  29

Un'altra sedia da gaming degna di essere provata

RECENSIONE di Marco Perri —  9 giorni fa

Inutile dire che parte della forza di una qualsiasi azienda sta anche nella sua essenza tentacolare: dopo tastiere, mouse, cuffie ecco che Trust ci propone una sedia da gaming, uno di quei prodotti nel limbo tra accessori - da leggere come aggettivo, nel vero senso del termine - e imprescindibili, magari adatti per giocatori che di tempo davanti ai videogiochi ce ne passano parecchio. Ora, facciamo un attimo un passo indietro: sedie da gaming? In un mercato che prova a far evolvere tutto, anche l'apparentemente superfluo, in assolutamente necessario, non è casuale che anche la sedia di gioco sia diventata sinonimo di essenza pro e sul carro ci sono saltati in tanti. Ne abbiamo provata una di Sparco tempo fa e ha senso dire che quando si gioca su una sedia che è studiata e prodotta per quell'obiettivo, è difficile tornare indietro. Anche perché, differentemente dal rimettere le mani su glorie videoludiche del passato in barba ai pixel, qui a fare un passo indietro non è il contenuto, ma la nostra schiena. Trust ha costruito un articolo che sì, ha la scritta Gaming ben impressa nella scheda prodotto del sito ufficiale, ma questa - come altre sedie - è chiaramente indirizzata a un pubblico potenzialmente infinito e ben più grande dei soli videogiocatori. La sedia, ve lo anticipiamo, l'abbiamo provata sia per giocare sia per lavorare a una scrivania; in entrambi i casi l'utilizzo è stato prolungato, così da dargli un senso pratico e fornire una dignità alle nostre impressioni a caldo.

Colorata ed ergonomica

Prima di fornirvi opinioni, un paio di parole su estetica, peso, difficoltà di installazione e componentistica. Tifoserie a parte, il colore ci è sembrato azzeccato come accostamento e anche in generale come distribuzione lungo la sedia. Non siamo di fronte a cromie che definiscono il brand o lo posizionano nel mercato, ma ci piace l'unione di rosso e nero. È elegante, semplice, funzionale, non spicca particolarmente in una stanza ma piace quando vi si posa lo sguardo. Che la 707 sarebbe stato un oggetto pesante e robusto era una sensazione chiara sin dall'unboxing: la struttura di base in metallo non mente, non a caso è la spina dorsale della sedia, quella parte che deve essere in grado di tenersi sopra fino a 150 Kg di massima. La sedia, montata, pesa circa 20,5 Kg, un peso considerevole che trasmette sicurezza. Montare il prodotto da soli non è un'impresa banale: nonostante un buon mix di impegno ed esperienza, non neghiamo che una mano aggiuntiva avrebbe fatto molto comodo per velocizzare alcune operazioni, dal montaggio delle rotelle doppie fino all'incastro del corpo metallico ma - ahimé - la nostra è una vita di solitudine. A corredo Trust fornisce due cuscini removibili per zona lombare e collo, li abbiamo provati subito sedendosi per un test veloce. La 707 ha un buon design ergonomico, le linee si adattano bene a varie tipologie di schiene, anche grosse: abbiamo provato altre sedie e quanto inserito nel pacchetto è sugli standard, confortevole, comodo, affidabile. La sedia ha un piatto di rotazione di 360° con braccioli regolabili in altezza, esattamente come la struttura stessa, in grado di muoversi sull'asse verticale grazie a un meccanismo di sollevamento a gas di classe 4 che ci rende ancora più fiduciosi sulla vita del prodotto, anche di fronte a grandi stress.

Gaming seduto

Tutto questo lo stiamo scrivendo da seduti sulla 707: stiamo provando la regolazione a 90° dello schienale, oppure la possibilità offerta del sedile di inclinarsi e rimanere bloccato a piacimento. La coppia dei cuscini funziona quasi meglio a sedile inclinato: sia parte lombare che collo danno supporto e sollievo, con il vantaggio di avere zone dove appoggiarsi e rilasciare tensioni accumulate o posture non ideali. L'esperienza lavorativa è soddisfacente: scrivere, navigare, digitare, impugnare il mouse regge bene anche per ore. Una giornata di lavoro mista a scrittura è trascorsa e la differenza con una sedia non progettata per lo scopo si sente. Arriviamo al punto finale: obiettivo gaming. Non stiamo nemmeno a dirvi quanto sia riduttivo utilizzare una sedia di questo tipo per giocare con un pad. Chiaro che se avete soldi da spendere potete accomodarvi, ma l'utilizzo principe di un accessorio del genere è il gaming su PC con mouse e tastiera a condire la postazione. L'esperienza di gioco prolungato a titoli frenetici così come più rilassati - o addirittura cinematografici - ci è sembrata ottimale, complice anche una certa forzatura nel mantenere una posizione corretta che spesso, in ufficio, ci dimentichiamo di praticare. Una prima sessione di circa due ore si è rivelata essere un antipasto interessante: dopo aver speso qualche minuto a studiare i blocchi di schienale e aver scelto le opzioni apparentemente migliori, il gaming PC è stato effettivamente migliorato nella sua qualità posturale. Con l'aumentare delle ore, i cuscini - specialmente quello dietro il collo - cominciano ad avere un senso reale e corroborano la tesi secondo la quale dopo aver provato una sedia di questo tipo non è semplice tornare indietro. Abbiamo provato giochi di ruolo, sparatutto, puzzle accavallando le gambe, allungandole ogni tanto , alzandoci in piedi, sgranchendo e rimettendo nuovamente a sedere il fondoschiena per continuare la sessione di gioco e ogni volta la sensazione è quella di venire coccolati da un accessorio assolutamente confortevole e ben costruito.

Trust sta provando a colpire ogni fascia e ogni utenza. La sua linea di prodotti gaming, però, ci è piaciuta in passato e continua a piacerci con l'ingresso nel club della GXT 707, una sedia che risponde alle aspettative con un pacchetto di comodità niente male. Le sessioni di gioco ci sono sembrate capaci di farci fare alla fine un pollice alto, seppur il prezzo sia una via di mezzo non proprio amichevole tra prodotto entry level e premium. Durevolezza, dimensione, praticità - di utilizzo, non di montaggio - sono i punti di forti di un prodotto indirizzato ai videogiocatori ma anche a chiunque sia in cerca di un'ottima sedia da ufficio non convenzionale.

PRO

  • Adatta per lunghe sessioni
  • Buona costruzione, materiali
  • Ottima sensazione di solidità...

CONTRO

  • ...comporta un peso non indifferente
  • Non facile da montare da soli