Un clone al testosterone  15

Tra tutti i cloni di Angry Birds, il nuovo gioco di Appy Entertainment si propone come il più macho, accattivante e caotico di tutti, rimpiazzando i pennuti e i maialini del gioco di Rovio con mostruosi camion e teschi

RECENSIONE di Vincenzo Lettera   —   15/12/2010

C'è una regola non scritta quando si vuole scopiazzare un gioco che ha avuto un enorme successo senza sembrare necessariamente dei poveri ladruncoli: prendere le meccaniche dell'originale, fare di tutto per aggiungere qualsiasi idea di gameplay in grado di farlo sembrare nuovo e più divertente, e poi lanciarlo nella speranza di seguirne la scia e vendere un bel po' di copie.

Su App Store è già successo con le migliori applicazioni ispirate a Canabalt, Doodle Jump e Angry Birds, ma con Trucks & Skulls il team di sviluppo Appy Entertainment ha deciso di fare le cose in maniera leggermente diversa e per nulla velata. Il nuovo gioco degli autori di FaceFighter non vuole assolutamente toccare le idee dietro Angry Birds, non ne rinnova le meccaniche, non cambia lo scheletro e non introduce nulla che possa anche solo alterarne minimamente la giocabilità. Trucks & Skulls non vuole essere né più divertente del colorato titolo di Rovio né più originale: vuole essere invece più maschio e cafone.

Delicato come un camionista

Chi ha giocato Angry Birds finisce per trovarsi davanti lo stesso e identico gioco, con un'unica ma fondamentale differenza: al posto dei buffi maiali verdi, degli uccelli colorati e degli sgargianti scenari in stile cartoon, Trucks & Skulls sostituisce rispettivamente teschi metallici, mastodontici camion e livelli freddi e spaventosi. La nuova veste grafica e stilistica stravolge totalmente l'impatto con il gioco, oltre a dare una maggiore sensazione di coerenza. Esplosioni, pozze di magma e mostri di metallo su quattro ruote pronti a schiantarsi contro imponenti strutture di legno e ferro: se Angry Birds fosse una confezione di PlayMobil, il titolo di Appy Entertainment sarebbe Action Man, G.I. Joe e Big Jim messi assieme. Eppure, ancora più geniale e riuscito è il modo in cui gli sviluppatori hanno portato tutto all'eccesso, dando l'impressione che il gioco voglia continuamente prendere in giro i suoi stessi muscoli: da questo punto di vista vanno assolutamente menzionati gli assurdi effetti sonori, le voci da macho che si sentono a ogni lancio e le pesanti schitarrate alla fine di ogni livello. La cura per l'estetica e le attenzioni allo stile sono palpabili anche al di fuori di una partita, dal momento che menù e icone sono parecchio accattivanti ed elaborate, mentre nulla è pacchiano nonostante, con tutti quegli eccessi visivi, era quasi impossibile realizzare qualcosa che non fosse un pugno in un occhio.

Tuttavia, dietro una grafica spudoratamente virile ed esuberante si nasconde una copia perfetta di Angry Birds: non solo lo scopo è lo stesso, ovvero eliminare gli avversari usando un'enorme catapulta, ma anche tutte le sfumature del gameplay, gli elementi di gioco e le ricompense sono state riproposte esattamete come nel fortunato titolo di Rovio. In base alla propria prestazione, al numero di tentativi e al punteggio ottenuto si riceve una valutazione al termine di ogni livello, laddove colpire barili di esplosivo può far saltare in aria intere strutture. I diversi tipi di autocarri e camion ricalcano uno per uno i pennuti di Angry Birds, passando dalla cisterna esplosiva a quella che si divide in tre piccoli proiettili, dal carro che si fionda contro il nemico in maniera devastante a quello che sgancia un siluro verso il basso. Senza pudore, Trucks & Skulls ruba ciascuna idea e la ripropone in maniera praticamente identica, sebbene, come quasi sempre accade quando si tratta di cloni, qualche piccola differenza c'è sempre: il gioco è infatti più lento e meno immediato, con un controllo della catapulta poco più impreciso e tempi tra un lancio e l'altro più dilatati; si tratta di piccole differenze che però rendono meno veloce l'esperienza complessiva. Il gioco si rifà però nella quantità di livelli a disposizione, proponendo circa 150 livelli sparpagliati in quattro differenti ambientazioni. Va detto che alcuni scenari si assomigliano parecchio, ma una volta portati tutti a termine è possibile crearne di nuovi grazie all'ottimo editor dei livelli, lo stesso utilizzato dagli sviluppatori per realizzare gli scenari disponibili. Questo, purtroppo, solo nella versione per iPad, mancanza che rende Trucks & Skulls per iPhone e iPod Touch assai meno appetibile rispetto al fratello maggiore.

La versione testata è la 1.1.1
Prezzo: 0,79€
Link App Store

Multiplayer.it

8.0

Lettori (7)

4.0

Il tuo voto

Solitamente si tende a dire peste e corna di cloni così spudorati, ma Trucks & Skulls vi permette di assaporare tutto il divertimento e la soddisfazione che solo Angry Birds può dare, senza però farvi sembrare dei rammolliti davanti alle vostre ragazze. "Tesoro, guarda come schianto un camion addosso a questa fila di teschi. Boom!". Altro che pennuti e porcelli: il gioco di Appy Entertainment è un concentrato di testosterone. Impressionante è la quantità di livelli messi a disposizione, così come gli obiettivi da sbloccare. Rispetto all'originale Angry Birds, e soprattutto al recente Angry Birds Seasons, Trucks & Skulls è più sempliciotto: anche i livelli più avanzati rappresentano raramente una grossa sfida, ma come al solito è richiesta una buona dose di trial&error. Chi ha un iPad farebbe meglio ad acquistare la versione HD, dal momento che, oltre ad essere più comoda da giocare, contiene un corposo editor dei livelli, che si spera gli sviluppatori decideranno di inserire anche nell'edizione iPhone con uno dei prossimi aggiornamenti.

PRO

  • Divertente al pari di Angry Birds...
  • ...ma è molto più cafone e irriverente
  • Grafica estremamente curata
  • Ottimi effetti sonori

CONTRO

  • Si limita a copiare senza innovare
  • Su iPhone niente editor dei livelli
  • Un po' troppo lento