Il Trono di Spade 8x01, la recensione 64

L'attesa è finita, la stagione finale di Game of Thrones è cominciata: ecco la nostra recensione de Il Trono di Spade 8x01, primo episodio.

RECENSIONE di Christian Colli   —   15/04/2019

Indice

Attenzione! Questa è la recensione de Il Trono di Spade 8x01, il primo episodio della stagione finale della serie intitolato "Grande Inverno": nelle prossime righe analizzeremo la trama, perciò troverete inevitabilmente anticipazioni e spoiler. Non leggete oltre se non avete ancora visto questo episodio!

L'ottava e ultima stagione di Game of Thrones comincia poco dopo Il drago e il lupo, l'ultimo episodio della settima stagione che, ormai due anni fa, ha rappresentato un momento di svolta nell'adattamento televisivo de Le cronache del ghiaccio e del fuoco, l'epopea fantasy che George R.R. Martin continua a scrivere ancora oggi: nei suoi romanzi, ancora fermi più o meno alla quinta stagione della serie TV, molti personaggi non si sono mai incontrati, ma in quell'epocale season finale i due produttori David Benioff e Dan Weiss avevano riunito i principali protagonisti per stabilire una tregua e fare fronte comune contro l'invasione degli Estranei. Intitolata Grande Inverno, la nuova puntata si prende i suoi tempi per sistemare le pedine sulla scacchiera, accontentare i fan che attendono da anni le interazioni di alcuni personaggi e sottolineare il famigerato inizio della fine con tutta una serie di rimandi che ai più attenti non sfuggiranno di certo. Per comodità, abbiamo deciso di dividere la nostra analisi principalmente in due ambientazioni, dato che anche la sigla di apertura è cambiata per sottolineare l'importanza del castello di Grande Inverno e della Fortezza Rossa ad Approdo del re: adesso la telecamera entra proprio nei due manieri, fermandosi dinnanzi al tanto ambito Trono di Spade.

Approdo del re

In realtà, le vicissitudini di Cersei Lannister ad Approdo del re occupano soltanto una piccola parte dell'episodio 8x01 de Il Trono di Spade, quindi abbiamo deciso di toglierci subito questo sassolino dalla scarpa. Saranno anche passati due anni, ma Lena Headey continua a interpretare Cersei con un carisma impeccabile, mentre l'Euron Greyjoy televisivo, già di ritorno da Essos con la Compagnia Dorata di Harry Strickland, rimane il pallido spettro della sua controparte cartacea: un villain grottesco e sbruffone che serve solo a ricordarci, insieme alle espressioni rassegnate di Cersei, quanto quest'ultima continui a restare prigioniera della necessità di andare a letto con qualcuno pur di riuscire a mantenere alleanze e potere.

Ora Cersei ha dalla sua parte un nuovo esercito - senza elefanti! - mentre Euron, che non vede l'ora di metterla incinta, si è lasciato sfuggire il suo ostaggio più prezioso: la nipote Yara. Il salvataggio di Yara da parte di Theon ci ha convinti poco: succede tutto troppo in fretta, come se gli sceneggiatori non vedessero l'ora di risolvere questa faccenda rimasta in sospeso, e un attimo prima Yara è prigioniera, quello dopo è già in rotta verso le Isole di Ferro con suo fratello e i loro uomini. Yara probabilmente riconquisterà le Isole di Ferro "offscreen", dato che la scena serviva solo a spiegarci come e perché Theon Greyjoy tornerà dagli Stark giusto in tempo per lo scontro finale. Rivedremo Yara e le Isole di Ferro prima della fine della serie? Oppure questo è stato l'addio dell'attrice Gemma Whelan? Almeno è sicuro che rivedremo Bron, protagonista dell'immancabile "momento HBO" in un postribolo: Qiburn gli consegna una balestra e l'incarico di assassinare i fratelli Lannister. Il simpatico mercenario ucciderà veramente Jaime e Tyrion?

Grande Inverno

Molto più succoso il resto dell'oretta che si svolge al nord e, in particolare, nella città di Grande Inverno che dà il titolo alla puntata. La corsa del bambino che cerca un punto rialzato per vedere arrivare Jon Snow e Daenerys Targaryen insieme alle loro forze ci ha ricordato il primissimo episodio della serie, così come l'espressione piena di meraviglia di Arya alla vista dei draghi che sorvolano la roccaforte. Come abbiamo detto, i parallelismi in questi minuti si sono sprecati: Jon saluta Bran praticamente nello stesso modo in cui gli ha detto addio nel secondo episodio della stagione iniziale, ma Il Trono di Spade non ha mai esplorato a fondo il rapporto tra i due e questa prima "reunion" è stata sicuramente la meno commovente di tutte. Molto più coinvolgenti e sinceri gli altri incontri: il momento in cui Jon riabbraccia Arya era attesissimo e non ci ha deluso, forse anche per merito di Maise Williams che si è ritrovata protagonista di un'altra riunione a tre insieme al Mastino e Gendry. Abbiamo notato soltanto noi una certa tensione romantica tra il giovane fabbro e la nostra assassina preferita?

Più gelido, invece, l'incontro tra Sansa e Tyrion, che vi ricordiamo, erano sposati e che non si vedevano dalla festa in cui Joffrey morì avvelenato. La fuga di Sansa suggerì erroneamente che fosse stata lei, insieme a Tyrion, ad avvelenare il piccolo tiranno, quindi è normale che tra i due sia rimasto qualche conto in sospeso. C'è da dire che Sansa diventa ogni giorno più simile a Cersei negli atteggiamenti, mentre Tyrion ha perso un po' della sua sfacciataggine. È come se gli sceneggiatori continuassero a tenerlo in disparte, come se stessero preparando un colpo di scena che spiazzerà tutti. Forse Tyrion è soltanto maturato e, diventando Primo Cavaliere della regina, ha imparato a tenere la bocca chiusa per aprirla solo al momento opportuno. Certo è che vederlo rivolgersi agli uomini del nord, nel castello degli Stark, per perorare la causa di Jon, è stato deliziosamente ironico.

Il nord ovviamente non ha preso molto bene il ritorno di Jon. Non è la prima volta che il nord incorona un re che manda tutto in vacca per amore o per onore, quindi vederlo tornare al servizio di una regina straniera ha prevedibilmente stizzito gli alleati degli Stark, a cominciare dalla sempre cazzutissima Lyanna Mormont. Il tema dell'episodio è molto chiaro: Daenerys dovrà dimostrare il suo valore al nord... e in particolare a Sansa. La tensione tra le due, dobbiamo ammetterlo, ci è sembrata un po' forzata. La nostra impressione iniziale è stata che gli sceneggiatori volessero a tutti i costi incastrare Sansa in un ruolo antipatico, tuttavia ci siamo resi conto lentamente che l'episodio mirava a rovesciare la prospettiva di Jon, che poi dovrebbe essere anche la nostra. Il volo di Jon e Daenerys sopra Grande Inverno - un momento epico per i fan del protagonista, ma abbastanza stucchevole in sé e per sé - con la gag del drago guardone, per quanto bizzarro, aveva una sua utilità: cementificare l'idea dell'eroica coppia di innamorati che potrebbe regnare con giustezza sui sette regni.

Idea che ci ha pensato la seconda parte dell'episodio a smontare con un altro incontro attesissimo che, a nostro avviso, è stato giostrato con grande maestria: quello tra Daenerys e Samwell Tarly. Quest'ultimo ha scoperto per caso, e proprio per bocca della stessa Daenerys, che la giovane regina, l'amante del suo migliore amico, l'unico uomo che si sia mai veramente fidato di lui, ha bruciato vivi suo padre e suo fratello. Vi ricordiamo che Randyll Tarly era un vero stronzo, mentre Dickon, poveretto, era un po' stupido, ma Sam gli voleva molto bene. Il fatto che Daenerys li abbia giustiziati solo perché non si sono inchinati getta automaticamente un'ombra su di lei e sul suo futuro di sovrana: impossibile non schierarsi con Sam quando ricorda a Jon la pietà che aveva dimostrato nei confronti dei Bruti e di tutti gli altri che non si sono piegati al suo cospetto. Non solo questa sacrosanta verità mette una pulce nell'orecchio allo stesso Jon - e cioè, se Daenerys non fosse la migliore sovrana che i Sette Regni potrebbero avere? - ma lo fa anche un'altra rivelazione: ora Jon sa, grazie a Sam, di essere Aegon Targaryen, legittimo erede al Trono di Spade.

Temevamo che gli sceneggiatori avrebbero tirato la questione per le lunghe, specialmente dopo aver visto Sam reagire sconfortato alla scoperta della morte di suo fratello, e invece siamo rimasti piacevolmente spiazzati quando lo ha detto bruscamente a Jon nella cripta in cui sono sepolti i suoi cari. È un'informazione che dovrebbe avere ripercussioni enormi proprio sul rapporto tra Jon e Dany, non tanto perché Jon sostanzialmente si sta bombando sua zia, ma perché il suo lignaggio mette in discussione le pretese al trono della stessa Daenerys. Quest'ultima accetterà di rinunciare alla corona per Jon? Oppure questa verità scatenerà un conflitto anche tra loro due? E se Jon decidesse di non dire nulla a nessuno? Probabilmente dovremo aspettare qualche episodio per sapere come si evolverà la questione, dato che gli Estranei sono letteralmente a due passi dagli Stark. In una sequenza dai toni decisamente horror, abbiamo ritrovato Tormund, Beric e il buon vecchio Edd a Ultimo Focolare, roccaforte degli Umber che i morti hanno massacrato sulla strada per Grande Inverno.

Multiplayer.it

8.0

Il Trono di Spade 8 si è aperto con un primo episodio piuttosto lento che è servito a rimetterci a nostro agio con la serie e a sconquassare vecchi e nuovi equilibri, garantendoci anche una succosa dose di fanservice. La trama si è mossa lentamente, ma ha fatto qualche passo avanti, e probabilmente accelererà già nella prossima puntata. Del resto, questa premiere si è conclusa con una scena davvero speciale: Jaime Lannister è arrivato a Grande Inverno solo per essere accolto nientepopodimeno che da Bran, lo stesso Bran che aveva gettato dalla torre nella primissima puntata, innescando una reazione a catena che ci ha condotto a questo punto. Bran, ironicamente, è l'unico che può ristabilire l'onore dello Sterminatore di re: lo farà o è ancora abbastanza umano da esigere vendetta? Lo scopriremo la prossima settimana.

PRO

  • Finalmente si sono rincontrati personaggi che non si vedevano dalla prima stagione
  • Jon ha scoperto subito la verità sul suo retaggio
  • L'impagabile espressione "oh, cazzo!" di Jaime alla vista di Bran

CONTRO

  • L'intera sequenza di Jon, Dany e i draghi guardoni
  • La tensione abbastanza inutile tra Sansa e Daenerys
  • Il frettoloso salvataggio di Yara

#Serie TV

Serie TV: tutte le notizie e le novità su Serie TV e telefilm con anticipazioni dal mondo in televisione. Troverai non solo news sulle Serie TV m ...