Netgear XR300, la recensione 4

Siete alla ricerca di un router da gaming di fascia alta, che detti ordine e priorità fra le numerose connessioni di casa per ridurre al minimo la latenza? Ecco la recensione del Netgear XR300.

RECENSIONE di Tommaso Pugliese   —   12/05/2019

Indice

Netgear XR300 è il più accessibile fra i router da gaming di fascia alta prodotti dall'azienda californiana, anche se si tratta in ogni caso di un dispositivo non alla portata di tutti se consideriamo il prezzo di 199 euro. Le premesse di questo Nighthawk sono chiare: si tratta di un apparecchio equipaggiato con tecnologie in grado di dare priorità ai flussi legati al gioco online rispetto alle altre connessioni, riducendo in questo modo la latenza e garantendo prestazioni migliori nell'ambito dei titoli a base multiplayer. Tale feature può peraltro essere personalizzata e regolata in vari modi grazie alla completezza di DumaOS, il ben collaudato sistema operativo adottato per l'occasione da Netgear.

A gestire tutte queste funzionalità troviamo un processore dual core da 1 GHz coadiuvato da 512 MB di RAM e 128 MB di memoria ROM: specifiche tutt'altro che mostruose, specie in relazione al prezzo, ma a quanto pare sufficienti a supportare il lavoro del router, che sul piano della trasmissione Wi-Fi offre una banda pari a 450 Mbps a 2,4 GHz più 1300 Mbps a 5 GHz con tecnologia Beamforming+ per una copertura completa degli ambienti. Esteticamente l'RX300 non osa più di tanto e adotta un design classico, con tre antenne esterne ad alte prestazioni e dimensioni notevoli: 18,3 x 28,5 x 6,2 centimetri per il solo corpo centrale. Una grossa pecca è indubbiamente rappresentata dalla mancanza del modem, che dovrete dunque acquistare a parte e che aumenterà ulteriormente non solo il costo ma anche l'ingombro del set.

Caratteristiche e funzionalità

Sul retro del Netgear XR300 trovano posto le tradizionali quattro porte LAN Gigabit e una porta WAN per il collegamento al modem, mentre nella parte frontale del dispositivo è presente una porta USB 3.0: forse non il posto migliore per piazzarla, ma torna comodo che ci sia. Il setup dell'apparecchio è molto semplice e intuitivo, e bastano davvero pochi minuti per prendere confidenza con le tante opzioni offerte da DumaOS. È fra le regolazioni del sistema che è possibile trovare le funzionalità più avanzate (e costose) del router, nella fattispecie il Geo-Filter e un QoS che funzionano parallelamente per determinare le priorità di connessione e privilegiare, come detto, i flussi relativi al gaming online.

Il filtro funziona come una sorta di server browsing extra rispetto alle opzioni geografiche incluse nel gioco di turno, laddove presenti: consente di impostare la propria posizione e limitare la distanza dai possibili avversari, escludendo automaticamente gli utenti che si trovano oltre quel range. Come detto, questa feature può funzionare di concerto con un QoS avanzato, in grado di gestire una lista di applicazioni e dedicargli più o meno banda. Il risultato di questo tipo di regolazioni è chiaro sulla carta quanto evidente nell'uso pratico: i videogiocatori più entusiasti avranno modo di agire in maniera concreta sulle performance della propria rete, creando un ambiente competitivo con la latenza minima possibile e uno scambio di dati privo di singhiozzi, al netto ovviamente della qualità della propria connessione a internet.

Prova su strada

Nell'uso quotidiano il Netgear XR300 si conferma un dispositivo solido e affidabile, in grado di emettere un segnale forte e chiaro, senza apparenti debolezze. Il fatto di non gestire direttamente la connessione rappresenta ovviamente un grosso limite per il dispositivo, che ad esempio non permette di modificare il rapporto segnale / rumore per migliorare l'aggancio alla portante (e aumentare dunque la banda disponibile) nei casi in cui ciò sia possibile: questo aspetto dipenderà dal modem che andrete a utilizzare. Ad ogni modo, durante i test abbiamo sperimentato una trasmissione virtualmente incrollabile anche con svariati apparecchi collegati al Wi-Fi fra smartphone, tablet, televisori, PC, stampanti e console.

Un aspetto importante per chi è abituato a dover effettuare un reset di tanto in tanto, e che con l'XR300 potrà invece godere di un ambiente più affidabile e rilassante. Detto questo, le funzionalità di geo filtering e il QoS avanzato consentono, ad esempio, di giocare online senza problemi su due differenti sistemi, mentre magari qualcuno sta guardando una serie televisiva su Netflix? Sembrerebbe di sì, con i dovuti distinguo legati alla velocità e alla qualità della connessione a internet: se con un modem router di fascia media è possibile avvertire in maniera chiara l'impatto sul gaming di uno streaming o di un download, sembra che effettivamente la tecnologia adottata da Netgear riesca a impostare bene le priorità e a mantenere stabile l'esperienza.

Prezzo
199 €
Multiplayer.it

7.0

Netgear XR300 Nighthawk Pro Gaming è un router di fascia alta, caratterizzato da un prezzo importante che viene giustificato dalle tecnologie impiegate per l'occasione. Sebbene sul fronte della componentistica hardware e del design il dispositivo non offra soluzioni di alto profilo, infatti, la qualità del segnale appare ampia e stabilissima. A fare la differenza nell'ambito del gaming sono però le opzioni avanzate di DumaOS per il geo filtering e il QoS, che utilizzate in combinazione possono effettivamente produrre un vantaggio percepibile nelle sessioni multiplayer.

PRO

  • Segnale stabile e robusto
  • Ottimo supporto per il gaming online
  • Semplice da configurare

CONTRO

  • Prezzo alto
  • Non include un modem
  • Design poco ricercato

#Periferiche di Rete

Periferiche di Rete