iOS 15, la recensione del nuovo sistema operativo per iPhone di Apple

Puntuale come da tradizione, esce oggi l'ultima versione del sistema operativo degli iPhone, iOS 15. Nella nostra recensione vi accompagneremo attraverso le novità più rilevanti di questa major release, per scoprire cosa è cambiato rispetto al passato

RECENSIONE di Peter Vogric   —   20/09/2021
11

Sono trascorsi ormai tre mesi dal debutto di iOS 15 in versione beta, presentato ufficialmente durante la WWDC 2021. Durante l'estate abbiamo potuto sperimentare tutte le novità e funzioni introdotte da Apple in questo nuovo sistema operativo dedicato a iPhone. In seguito agli importanti cambiamenti apportati in iOS 14, l'azienda di Cupertino ha voluto perfezionare quanto fatto l'anno scorso con piccoli cambiamenti e gradite funzionalità. Viviamo infatti ancora in un periodo segnato dalla pandemia COVID-19, che ha cambiato sia il modo di interagire con le persone, rallentando al contempo lo sviluppo delle funzionalità software più importanti per le restrizioni lavorative imposte. iOS 15 è quindi un piccolo passo avanti, fatto comunque nella giusta direzione per elevare ancora una volta un sistema operativo ormai pressoché completo su tutti i fronti. Certo, ci sarà sempre qualcosa che manca, qualche nuova funzione richiesta da una nicchia più o meno ristretta d'utenza. D'altronde in futuro sono previsti altri aggiornamenti gratuiti con l'ormai consolidato supporto pluriennale anche per i dispositivi più datati.

Il periodo di beta testing si è concluso e insieme al rilascio ufficiale del sistema operativo per iPhone siamo finalmente pronti a raccontarvi la nostra opinione sulle funzioni e caratteristiche in questa recensione di iOS 15.

FaceTime

Interfaccia della videochiamata FaceTime su iOS 15
Interfaccia della videochiamata FaceTime su iOS 15

Viste le circostanze portate dalla pandemia tutt'ora in corso, le applicazioni per le videochiamate e videoconferenze hanno acquisito un'importanza davvero rilevante. C'è chi le usa per rimanere in contatto con gli amici e parenti, chi per seguire le lezioni online dell'università, altri invece le hanno accolte come un importante strumento di lavoro con il quale partecipare alle riunioni o contattare i clienti. Apple ha indubbiamente colto la palla al balzo portando in iOS 15 diverse utili funzionalità per FaceTime, sfruttando dunque questa particolare necessità degli utenti dovuta al periodo che stiamo vivendo. Innanzitutto per la prima volta FaceTime approda su Android e Windows con l'utilizzo del browser web. Per ogni videochiamata verrà infatti generato un link condivisibile con tutti, tramite il quale gli utenti potranno accedere alla riunione usando semplicemente il browser del PC o smartphone. Con il nuovo "Audio Spaziale" invece possiamo sentire la voce dei nostri interlocutori come se fossero fisicamente presenti attorno a noi, grazie ad un effetto tridimensionale veramente ben curato. La "Modalità Ritratto" è in grado di sfocare lo sfondo con il classico effetto bokeh per nascondere magari la nostra camera disordinata in un'importante riunione di lavoro. Infine arriva anche la condivisione dello schermo e la possibilità di condividere i contenuti multimediali delle applicazioni per guardali insieme ad altri utenti in una videochiamata FaceTime. Ad esempio abbiamo provato a guardare un documentario con il servizio in abbonamento Apple TV+ potendo sia vedere che sentire il nostro amico in videochiamata tramite il picture-in-picture sullo schermo.

Insomma, sono arrivate delle importanti novità per FaceTime che colmano finalmente alcune rilevanti mancanze avute ormai da tempo. Seppur ci siano ancora delle lacune rispetto ad altri servizi più professionali, FaceTime su iOS 15 è indubbiamente un ottimo sistema di videochiamate che predilige come al solito la semplicità d'uso e l'immediatezza caratteristica del sistema operativo Apple.

Messaggi

Le nuove conversazioni su Messaggi con la funzione "Condivisi con te"
Le nuove conversazioni su Messaggi con la funzione "Condivisi con te"

Assieme ad un importante aggiornamento di FaceTime non potevano mancare delle gradite novità per l'applicazione Messaggi, anch'essa fondamentale per mantenerci in contatto con le altre persone e condividere qualsiasi contenuto in maniera rapida ed immediata. Qui Apple ha svolto perlopiù un lavoro di ottimizzazione dell'interfaccia grafica, ad esempio con le foto che vengono raggruppate in comode pile per occupare meno spazio nelle conversazioni. I contenuti ricevuti come link, immagini, canzoni o altro vengono raggruppati automaticamente nelle apposite applicazioni nella sezione "Condivisi con te" per avere sempre tutto a portata di tap. L'intelligenza artificiale elimina in maniera totalmente automatica i duplicati, gli screenshot ed altri contenuti che probabilmente non meritano di essere conservati nel nostro iPhone. Le app di terze parti hanno la possibilità di integrare questa funzione tramite le API condivise da Apple. Non abbiamo visto una grande accoglienza da parte degli altri sviluppatori, almeno nelle applicazioni più popolari come YouTube, Google News o altre.

Un altro piccolo passo in avanti per l'applicazione nativa Messaggi di iOS. Abbiamo apprezzato indubbiamente la nuova interfaccia grafica nelle conversazioni, più pulita ed ordinata. Purtroppo questo servizio di messaggistica resta ancora un esclusiva dell'ecosistema Apple, impedendo di conseguenza la sua diffusione. L'arrivo di FaceTime su Android e Windows ci fa ben sperare per il futuro, al momento però siamo soddisfatti dell'app Messaggi che ha finalmente raggiunto un buon grado di maturità, senza però pareggiare servizi decisamente più all'avanguardia come Telegram.

Full Immersion

Diversi profili d'uso con Full Immersion in iOS 15
Diversi profili d'uso con Full Immersion in iOS 15

L'iPhone è diventato ormai da anni un dispositivo dal quale difficilmente ci separiamo durante la nostra giornata. Lo smartphone infatti può esserci utile in diverse situazioni: lavoro, svago, interazione sociale con l'utilizzo di app e funzioni come la fotocamera, riproduttore musicale, navigazione con le mappe e molto altro ancora. Ci sono però delle fasi nella nostra giornata nelle quali sul nostro iPhone abbiamo bisogno di un determinato set di applicazioni con specifiche notifiche attive. Ad esempio durante il lavoro in ufficio non vogliamo essere disturbati dagli amici, i compagni di squadra o dai famigliari e abbiamo bisogno esclusivamente delle app legate alla produttività sull'iPhone. Nel nostro giorno libero invece vogliamo nascondere tutto quanto riguarda il lavoro, le notifiche delle mail ed altri input stressanti per dedicarci esclusivamente al relax e allo svago. Apple da anni ci tiene ad ottimizzare la nostra esperienza d'uso con l'iPhone, dandoci il controllo totale delle applicazioni utilizzate con la funzione "Tempo d'utilizzo". Con iOS 15 hanno voluto fare un ulteriore passo in avanti su questo fronte per garantire un focus maggiore sulle attività veramente importanti che vogliamo svolgere con il nostro smartphone.

Il nuovo Notification Summary, i messaggi e i profili in iOS 15
Il nuovo Notification Summary, i messaggi e i profili in iOS 15

Per questo motivo Apple ha introdotto i profili con Full Immersion in iOS 15. Tramite una configurazione nelle Impostazioni del sistema operativo è possibile configurare dei profili personalizzati nei quali decidere quali app appaiono sulla schermata Home e quali persone possono contattarci via messaggio o chiamata con le notifiche attive. Abbiamo trovato questa funzionalità veramente molto interessante per chi vuole personalizzare la sua esperienza d'uso con l'iPhone. Poterci focalizzare sulle operazioni lavorative più importanti senza distrarci durante la giornata per poi nascondere le applicazioni e le notifiche legate al lavoro quando vogliamo staccare definitivamente a fine giornata, cambia veramente il modo nel quale utilizzate l'iPhone. A prima vista potrebbe sembrare un piccolo cambiamento, ma essendo un elemento rilevante nell'utilizzo quotidiano, nel lungo periodo potreste rimanere stupiti della sua importanza. Purtroppo non è sempre così semplice definire determinati profili in base alle vostre esigenze limitando notifiche ed applicazioni. Non perché sia poco intuitiva la loro gestione in iOS 15, ma perché dovete impegnarvi voi a configurarli manualmente cercando di analizzare il modo nel quale utilizzate l'iPhone. Vi consigliamo però di dedicare un po' del vostro tempo per definire almeno due profili e provare ad usarli nella routine quotidiana per qualche giorno in modo da poter notare le differenze.

Applicazioni native

L'applicazione Meteo in iOS 15
L'applicazione Meteo in iOS 15

Come di consueto Apple negli aggiornamenti annuali porta delle novità in diverse applicazioni native del sistema operativo. Tra quelle più rilevanti in iOS 15 troviamo indubbiamente un'applicazione Meteo, ridisegnata con tante informazioni utili per restare sempre aggiornati con le previsioni. L'interfaccia grafica è stata arricchita con nuove informazioni e dati come i dettagli relativi alle precipitazioni, la qualità dell'aria, l'intensità dei raggi UV, il range di temperature giornaliere e molto altro. Per la prima volta su Meteo approdano anche le mappe radar per avere una panoramica dall'alto sulle precipitazioni in tempo reale. Anche le Mappe hanno ricevuto un importante aggiornamento con iOS 15, soprattutto per quanto riguarda l'Italia. Finalmente sono arrivate diverse funzioni introdotte già diversi anni fa in altri paesi, come la modalità "Look Around". Ci sono pure nuove informazioni sui percorsi a piedi, in bici, mezzi pubblici ed in generale tanti dettagli sulle mappe create appositamente da Apple negli ultimi anni.

Live Text in iOS 15
Live Text in iOS 15

Grazie all'aiuto del machine learning Apple ha implementato la funzione "Live Text" sia nell'applicazione Foto che in tempo reale nell'app Fotocamera. L'algoritmo in iOS 15 riconosce in maniera automatica il testo in una fotografia già scattata, oppure i simboli inquadrati direttamente dalla fotocamera. Il testo può essere poi selezionato e condiviso a piacimento. Abbiamo trovato questa funzione veramente molto utile per copiare velocemente un numero di telefono da un biglietto da visita cartaceo, oppure l'orario d'apertura di un negozio posto sulla porta d'ingresso. Nella sezione "Per Te" dell'app Foto possiamo creare degli splendidi filmati in maniera totalmente automatica con le nostre foto e video legati scattati in una particolare occasione. In iOS 15 questa funzionalità è stata ulteriormente migliorata per fornire una maggiore libertà all'utente con svariati nuovi modelli che cambiano a seconda dell'umore che si vuole dare al contenuto creato.

Piccola menzione anche per Siri, l'assistente vocale dell'ecosistema Apple. Dopo tanti anni d'attesa è possibile utilizzare Siri in lingua italiana su Apple TV con tvOS e sugli smart speaker HomePod. Quest'ultimi non sono ancora ufficialmente disponibili per l'acquisto in Italia ma lo saranno entro la fine dell'anno, ora che il sistema di controllo vocale è stato finalmente implementato nella nostra lingua. Siri su iOS 15 può essere utilizzato inoltre in modalità offline, sia per una maggiore privacy che per una migliore risposta ai comandi più immediati.

Esperienza d’uso

Ricerca Spotlight ancora più dettagliata ed intelligente
Ricerca Spotlight ancora più dettagliata ed intelligente

Fino ad ora vi abbiamo dato sia una panoramica completa delle novità presenti in iOS 15, raccontandovi un po' anche la nostra opinione su queste funzioni. Come ormai da tradizione, l'esperienza d'uso in questa nuova versione di iOS rimane strettamente ancorata al passato. Apple di anno in anno non vuole stravolgere il suo sistema operativo, ma cerca di perfezionarlo con tanti piccoli aggiustamenti. Quando installerete iOS 15 probabilmente non vi accorgerete nemmeno di aver abbandonato la quattordicesima versione. Iniziando però ad esplorare le varie applicazioni native, noterete dei piccoli dettagli dei quali vi abbiamo parlato in precedenza. Non riuscirete subito a cogliere l'importanza delle funzioni aggiunte, ma con il tempo e magari la necessità di doverle utilizzare, potrebbero diventare sicuramente importanti nella vostra routine quotidiana. La possibilità di definire diversi profili d'uso con Full Immersion ha cambiato il nostro modo di utilizzare l'iPhone, permettendoci di avere una maggiore concentrazione sulle applicazioni che ci servono in un determinato momento. Se impostati correttamente i profili sono indubbiamente il più grande cambiamento in iOS 15, in quanto influenzano in maniera importante l'esperienza d'uso. Le altre novità invece sono state implementate con la solita cura maniacale tipica di Apple, privilegiando sempre la semplicità d'uso.

Piccola ma importante menzione anche per quanto riguarda la compatibilità. Da anni ormai Apple porta i nuovi aggiornamenti su numerosi dispositivi datati. iOS 15 approderà su iPhone 6s e successivi, tenendo ancora attivo il supporto sugli smartphone con più di sei anni sulle spalle. Questo è indubbiamente un punto di forza per chi desidera acquistare un iPhone, perché saprà di poter contare ad un supporto pluriennale degli aggiornamenti e quindi la compatibilità con tutte le applicazioni su App Store.

La nuova interfaccia di Safari in iOS 15 con la barra degli indirizzi in basso
La nuova interfaccia di Safari in iOS 15 con la barra degli indirizzi in basso

Commento

La pandemia ha sicuramente rallentato lo sviluppo, impedendo probabilmente l'arrivo di alcune funzioni importanti in iOS 15. Comunque non ci aspettavamo grossi cambiamenti in seguito al corposo aggiornamento visto l'anno scorso. L'obiettivo di iOS 15 è quello di far sentire l'utente iPhone "a casa", aggiungendo qualche gradita funzione, soprattutto nel campo delle videochiamate e messaggi, garantendo la classica esperienza d'uso di iOS, arricchita con la presenza dei profili. iOS è sempre iOS. Lo è sempre stato e probabilmente sempre sarà un sistema operativo semplice, pulito e minimale agli occhi dell'utente meno esigente, che però offre anche funzioni interessanti per chi necessita di un utilizzo più professionale. Apple sta continuando a creare aggiornamenti annuali gratuiti seguendo questa filosofia, riuscendo a supportare anche i dispositivi più datati. Di fatto però questo iOS 15 rimane un aggiornamento minore che ci ha fatto sorgere la seguente domanda: ha ancora senso continuare con queste "major release" annuali, oppure converrebbe passare ad un modello di aggiornamento costante con importanti novità anche nelle versioni intermedie?

PRO

  • Semplicità d'uso sempre al primo posto
  • Graditi aggiornamenti a FaceTime e Messaggi
  • Full Immersion può cambiare radicalmente la vostra esperienza d'uso
CONTRO
  • Poche novità veramente importanti
  • Siri è ancora indietro rispetto alla concorrenza
  • Mancano ancora certe funzionalità richieste come lo Split View