Staxel, la recensione 3

Staxel è uno sterile miscuglio tra Minecraft e Stardew Valley che non riesce a eccellere in nessuna delle due direzioni, come scoprirete leggendo la recensione.

RECENSIONE di Simone Tagliaferri   —   23/04/2019

Prima di procedere con la recensione di Staxel, siamo tenuti da contratto a proporvi un quiz senza premi. Iniziamo subito. Il giocatore è chiamato a ripristinare una fattoria ereditata cercando di riportarla al suo antico splendore e di farla prosperare. Di che gioco stiamo parlando? Stardew Valley? Forse. Il mondo di gioco è formato da dei cubi 3D che possono essere demoliti per ottenere materie prime da utilizzare nei campi o per costruire cose. Di che gioco stiamo parlando? Minecraft? Forse. Oltre alla fattoria bisogna curarsi anche di un villaggio pieno di persone simpatiche e disponibili. Di che gioco stiamo parlando? Animal Crossing? Forse.

Gameplay

Ma no, amati lettori, stiamo parlando di Staxel (che sorpresona), un gioco così derivativo da fare quasi tenerezza. La nostra avventura inizia con un breve tutorial, che spiega le meccaniche di base, quindi ci dobbiamo dedicare anima e colon alla nostra fattoria, dissodando il terreno, piantando vegetali e ricostruendo le infrastrutture necessarie per farla prosperare, come ad esempio fienili, pollai, recinti e altro ancora. In realtà il fulcro del gioco è un altro, ossia il fare stranezze da mostrare agli amici in multiplayer e in streaming, visto che non c'è un vero e proprio obiettivo forte da perseguire e che la parte di gestione delle risorse è quanto di più blando possa esistere, considerando che in meno di un anno di tempo di gioco si riesce ad avere una fattoria funzionante che produce risorse a volontà per fare praticamente ogni cosa.

In realtà alcuni personaggi del villaggio possono darci delle quest, ma sono davvero semplici e ripetitive negli obiettivi (vai nel punto A e prendi l'oggetto B, porta l'oggetto X al personaggio Y e così via), nonché prive di un filo comune, quindi dopo un po' diventano solo un fastidio e si finisce semplicemente per trascurarle. Ogni tanto capitano degli eventi stagionali che aggiungono un po' di varietà, ma anche questi sono ripetitivi e abbozzati e, in ultima istanza, aggiungono poco o nulla al gameplay. Per il resto manca semplicemente un lato narrativo decente, che chi ha giocato a Stardew Valley sa non essere secondario per cementare l'affetto verso il mondo di gioco e i suoi abitanti, soprattutto in uno scenario così intimo e familiare. Del resto in Staxel abbiamo una tale libertà che possiamo demolire completamente le case di perfetti sconosciuti senza che ci venga detto nulla. Capiamo lasciare l'iniziativa al giocatore, ma così certi aspetti del gameplay perdono completamente senso e la stessa presenza del villaggio diventa inutile. Insomma, fattoria a parte, il lato Stardew Valley di Staxel è davvero deficitario e i rapporti che instaurano con i personaggi del villaggio sono di una pochezza inaudita.

Anche il lato Minecraft soffre sostanzialmente dello stesso problema, ossia è ben fatto ma non arriva ai fasti del suo modello. Ci sono risorse da raccogliere e da utilizzare per costruire oggetti che danno accesso a progetti più complessi e si può personalizzare praticamente tutto. La varietà da questo punto di vista è buona, ma il titolo di Mojang è molto più completo nei materiali e nei risultati ottenibili, tanto che non si capisce perché qualcuno dovrebbe preferirgli Staxel se gli piace questo tipo di gameplay. Dal punto di vista tecnico, invece... no, nessun 'invece'. Anche qui l'ispirazione a Minecraft è evidente: mondo di gioco cubettoso con modelli ultrastilizzati, C'è qualche dettaglio in più, ma niente che faccia gridare al miracolo.

Ricapitolando, Staxel funziona, ma dopo qualche ora di gioco mostra dei grossi limiti strutturali che lo rendono fine a se stesso. In un certo senso è il classico gioco da streaming che dalla sua non ha nemmeno quel briciolo di originalità a dargli un che di unico.

Digital Delivery
Steam, Humble Store
Prezzo
19,99 €
Multiplayer.it

6.0

Lettori

S.V.

Il tuo voto

Staxel è un gioco che avete già visto e giocato. L'obiettivo è quella di fondere Minecraft e Stardew Valley, senza però prendersi il rischio di provare qualcosa di diverso che lo renda quantomeno interessante. Il risultato è un gioco privo di idee, che offre un gameplay visto e stravisto, al netto di qualche variante di poco conto. Con questo non vogliamo dire che Staxel non sia ben fatto, ma solo che ci sembra il clone fuori tempo di un modello che è stato ampiamente esplorato e che sembra non avere più niente da dire. È il classico gioco non brutto, ma da cui si fatica a trarre qualche momento significativo.

PRO

  • Graficamente è piacevole
  • Le meccaniche sono rodate

CONTRO

  • C'è qualche sorpresa nascosta nei cubi?
  • Insignificante

Staxel pc

pc 

Data di uscita: 11 Aprile 2019

Acquista su Steam