La soluzione di Face Noir 0

L'ora è tarda, siete seduti nel vostro ufficio e state fumando l'ennesima sigaretta, non riuscite a risolvere il vostro caso... fino a quando decidete di visitare Multiplayer.it ed avere così finalmente la soluzione!

SOLUZIONE di Pietro Zambelli —   14/02/2013

Attenzione

La soluzione si basa sulla versione americana del gioco, potrebbero esserci differenze con la versione italiana.

Le foto

Vi troverete fuori dall'hotel Heaven; controllate tutti i punti d'interesse ed oltrepassate la porta per entrare nel palazzo. Cercate di salire le scale, ma il direttore ve lo impedirà, fateci due chiacchiere, fino a terminare tutte le opzioni di dialogo disponibili, selezionate i soldi dal vostro inventario e corrompetelo; tuttavia la donna che state cercando avrà fornito delle generalità false, uscite quindi dall'albergo. Date un'occhiata alla locandina sul muro, quindi rientrate nell'albergo e parlate nuovamente con il direttore, ditegli che avete una domanda da porgli, quindi selezionate l'opzione "inquilini dell'hotel" poi l'opzione "passione" di Susan. Salite le scale e cercate la stanza numero trecentotredici, verificate che la donna sia all'interno; uscite per strada e andate nel vicolo, quindi tornate nel corridoio delle stanze, aprite il pannello collocato sul muro a fianco della porta centrale; selezionate la manopola della stanza numero trecentotredici e alzate la temperatura al massimo; fate ritorno nel vicolo visitato in precedenza e vedrete la finestra della stanza della donna aperta. Controllate il cancello chiuso, quindi usateci sopra i grimaldelli, spostatelo molto lentamente verso destra fino a sentire il rumore dello scatto, quindi spostatelo sempre lentamente verso sinistra fino a sentire il secondo rumore, quindi nuovamente verso destra fino al terzo scatto per sbloccare la serratura. Raccogliete la spranga di ferro dal terreno, quindi usatelo sul tombino a fianco alle scale, quindi recatevi dal cassonetto della spazzatura, controllatelo quindi eliminate il blocco per farlo scivolare fino al terrazzo; aiutatevi con questo espediente per salire sulle scale antincendio; a questo punto estraete la vostra macchina fotografica e scattate un paio di foto alle persone all'interno dell stanza nel mentre si baciano. Recatevi dalla vostra automobile e provate a metterla in moto, vi accorgerete di essere senza carburante; tornate all'interno dell'albergo e cercate un telefono, raccogliete le caramelle sul bancone della reception, quindi chiedete al direttore l'ubicazione dell'apparecchio telefonico che v'informerà che in questo momento è guasto, uscite nuovamente dall'albergo e controllate la centralina sotto l'insegna, usate una delle caramelle sul filo tagliato, recatevi al telefono e chiamate un taxi.

Greta

Controllate tutto ciò che potete all'esterno del bar, quindi entrate. Scambiate due chiacchiere con l'unico cliente presente ed usate tutte le opzioni di dialogo disponibili, quindi chiedetegli perché è alticcio e vi risponderà che attende una telefonata. Controllate il giornale ed esaminate tutte e tre le notizie disposte sulle tre colonne, ora recatevi a parlare con la barista e ordinate un whiskey, tuttavia si dimostrerà parecchio riottosa nei vostri confronti poiché la macchina fotografica che avete usato da poco è sua, recatevi quindi nel vicolo fuori dal bar, estraete il rullino dalla macchina e tornate dalla barista per consegnargliela. Chiedete a Greta, la barista, come mai è di cattivo umore, scoprirete che gli affari le vanno molto male poiché l'unico cliente presente, Smiley, allontana tutti i potenziali avventori. Accendete la radio sulla sinistra e sintonizzatela su un canale tra la frequenza centoquindici e centoventi; recatevi quindi a parlare con Smiley e selezionate l'opzione di dialogo dove gli consigliate di andarsene, nelle idee, selezionate quella della pioggia e quella dell'appuntamento. Tornate dalla barista e chiedetele se era una ballerina, continuate a parlarle fino a poter ordinare il vostro agognato whiskey. Vi troverete nel vostro ufficio intenti a dormire, squillerà il telefono svegliandovi. Terminata la telefonata cercate l'interruttore della luce, raccogliete la lettera dal pavimento ed entrate nello sgabuzzino togliendovi dai piedi il letto a scomparsa; controllate ogni oggetto, quindi provate ad aprire il contenitore della pistola, entrate nel vostro inventario e controllate la vostra licenza per trovare la combinazione da inserire nella scatola; raccogliete quindi l'arma da fuoco, ora andate dallo scaffale a fianco alla porta e prendete anche le pallottole. Usciti dal vostro ufficio, date un'occhiata al giornale sul tavolo. Uscite in strada e andate verso l'alto per trovare un taxi, salite, tuttavia l'autista v'informerà di essere in pausa; fate nuovamente ritorno al vostro ufficio e usate il telefono per chiamare un altro taxi, verrete informati che l'unico mezzo in zona è quello di un messicano scomparso. Fate ritorno dal tassista e ditegli ciò che avete appreso dalla telefonata, quindi ditegli che qualcosa non vi torna nella sua risposta e collegate la sua pausa al tassista messicano scomparso per convincerlo a portarvi al porto.

L’appuntamento nell'oscurità

Arrivati a destinazione recatevi sulla destra, tuttavia non troverete nessuno ad aspettarvi, controllate la zona e avvicinatevi al telefono per trovare delle tracce di sangue, provate a usare l'apparecchio per costatare che è rotto, andate verso il molo per trovare altre tracce di sangue, tuttavia la situazione sarà troppo buia per proseguire, quindi aprite il pannello attaccato al muro e tirate la leva, non accadrà nulla, ma troverete una torcia elettrica. Tornate indietro ed esaminate la boa, provate ad aprirla con il bastone di legno lì vicino, tuttavia sarà inutile; fate ritorno dove si trovava precedentemente il taxi per raccogliere un tubo, usatelo nel secchio pieno di pece, quindi usate il tubo con il bastone di legno; ora usate il tutto sulla boa e prendete le batterie da collocare nella torcia elettrica. Fate ritorno al molo, illuminate con la torcia l'oggetto nell'oscurità. Sarete aggrediti e poi arrestati come sospetti di un omicidio. Durante l'interrogatorio rispondete dando questa sequenza di opzioni di dialogo "2,2,3,4,3,4,2,3,1,1,1,2". Raccogliete i vostri effetti personali e uscite dalla stanza, parlate con l'agente di guardia e chiedetegli chi ha pagato la vostra cauzione. Salite al piano di sopra ed entrate nell'ufficio di Victoria, chiedetele del detective Malone, quindi di Sean. Uscite dalla stanza e controllate la lavagna con le frequenze radio e segnatevi la frequenza "glasser-soul 376"; tornate al piano di sotto per incontrare nuovamente il tassista cinese, parlategli ed esaurite tutte le opzioni di dialogo, tornate a parlare con Victoria e chiedetegli del tassista al piano di sotto, tornate da lui e ditegli che avete una proposta interessante, ora unite le opzioni "Chon piange" con "Chon non vuole parlare". Recatevi quindi dalla guardia e chiedete informazioni su come riottenere l'autovettura del cinese, salite al piano di sopra e raccogliete uno dei moduli richiesti, fatevi dire da Chon il numero di targa, parlate nuovamente con la guardia e ditegli che volete parlare con Malone, attendete che la guardia si sia allontanata, controllate la lista delle automobili sequestrate e cliccate sulla targa "RP 834 CI". Tornate al piano di sopra e raccogliete il modulo "B26" cliccate quindi sul nome Slander, tornate dalla guardia al piano di sotto e dategli il documento, quando si accorgerà che è un falso, corrompetelo con una banconota da dieci dollari. Ora parlate con il cinese e fatevi raccontare tutto quello che è accaduto.

Il porto

Avvicinatevi all'autovettura della polizia e scassinatela con il grimaldello, una volta dentro l'abitacolo accedete alla radio e sintonizzatela sulla frequenza "376", quando otterrete una risposta, chiedete come è la situazione, quindi ordinategli di lasciare il porto; selezionate l'opzione "agente devi fare una cosa" e unitela a "la radio" e "la polizia non ha interessi". Ora con la guardia distratta potrete raggiungere la parte del porto prima bloccata; muovetevi senza passare sotto le luci accese, aprite il quadro a destra della porta e tirate la leva al suo interno, attendete che il poliziotto se ne vada e attendete che il suo compagno si volti verso il mare, quindi passate alle sue spalle, ora attendete che la terza guardia torni verso il basso quindi uscite. Recatevi verso il molo con la nave a lato, esaminate il cadavere e raccogliete tutti gli oggetti, nelle idee collegate "il portafortuna di Sean" con "seguire il dord"; controllate lo strano oggetto incastrato tra le travi di legno, uscite e andate verso la banchina alla vostra destra, controllate la scatola e raccogliete i fili di ferro dal giocattolo. Fate ritorno dallo strano oggetto tra le assi e usateci sopra il filo di ferro; andate nuovamente alla banchina e usate la leva appena trovata con la porta. Appena entrati usate il piccolo corno, seguite il suono che vi avrà risposto fino dietro delle casse per trovare una bambina. Fate ritorno dalla scatola dei giochi e ricomponete il pupazzo usando il disegno sul coperchio della scatola come riferimento, una volta che la figura sarà ricomposta, legatela con il filo di ferro, terminato il pupazzo andate a darlo alla bambina terrorizzata. Cercate di usare il macchinario alla vostra sinistra, si rivelerà rotto, raccogliete quindi la valvola dalla cassetta degli attrezzi, utilizzate nuovamente il macchinario e fatevi luce per trovare la grata che v'interessa, svitate le viti con la chiave all'interno del vostro inventario, ora dovrete inserire delle valvole nei vari buchi finché gli indicatori non saranno nella parte verde del quadrante. Ora grazie al macchinario appena riparato spostate le assi di legni per formare un ponte tra le due piattaforme divise; una volta raggiunta la parte opposta, raccogliete il secondo chiodo dal basso sulla barca rovesciata e usatelo sul barile; una volta che sarà svuotato, spostatelo per avere accesso all'uscita.

Il Sogno

Bussate alla porta davanti a voi per due volte, uscirà Greta che accetterà di occuparsi della bambina. A questo punto vi ritroverete in un sogno nei panni di Sean; parlate con l'addetto della capitaneria di porto, aprite l'inventario e dategli i vostri documenti, quando vi chiederà su quale barca, dovete salire rispondete "Saint Marie". Una volta svegliati dai vostri sogni da Greta recatevi al vostro appartamento, raggiunta la destinazione, il vostro padrone di casa vi chiederà i soldi dell'affitto, aprite l'inventario e dategli i soldi raccolti dal cadavere di Sean, ora fatevi raccontare dell'ispettore Balard; ora entrate nelle vostre stanze, abbassate il letto e riposatevi un po'. Sarete nuovamente all'interno del sogno, recatevi verso la banchina, utilizzate la leva della targa con la scritta "speranza" per rimuoverla quindi usatela sul lucchetto. Vi sveglierete nuovamente nei panni di Jack, tornate al bar di Greta per vedere il tassista cinese che se ne sta andando, entrate e chiedete a Greta di Chon, quindi della bambina e di Smiley, fate nuovamente ritorno al vostro appartamento; recatevi da Slovaski salendo le scale per il piano di sopra, andate verso destra e parlateci ma si rifiuterà di rispondervi poiché è impegnato con la caldaia; ora usate il tubo vicino al termosifone. Fate quindi ritorno da Slovaski e chiedetegli nuovamente di Ballard, collegate l'opzione "ispettore Ballard" con "il sicario con la cicatrice". Uscite in strada e salite il vicolo; troverete il tassista cinese Chon, andate alla centrale di polizia e chiedete di vedere Malone, recatevi quindi nel suo ufficio e fatevi dire, dove si trova Diaz poi ditegli della visita di Ballard, chiedendo di Sean scoprirete che quest'ultimo apparteneva all'organizzazione "giglio nero". Andate nel vostro ufficio e controllate l'elenco telefonico, cercate il nome "Moore Violetta" per ricordarvi il numero della vostra vecchia conoscenza "5554897"; usate il telefono e fatevi chiamare il numero appena appreso; usate tutte le opzioni di dialogo con il vostro interlocutore per ricevere un nome "Samuel Cutter". Fate ritorno alla centrale di polizia, scendete all'ultimo piano per trovare gli archivi, andate quindi dalla guardia e chiedetene l'accesso, salite nell'ufficio di Victoria e aprite la porta usando il grimaldello. Quando sarete dentro la stanza illuminate i cassetti della scrivania con la torcia, aprite quindi il cassetto formando i colori della bandiera messicana ai tre pallini (verde, bianco e rosso), ora cliccate sul volantino per trovare la scheda per accedere agli archivi. Recatevi al piano di sotto e usate la scheda sul lettore vicino alla porta per l'archivio, entrate e immettete il nome "Samuel Cutter" nell'apparecchio di ricerca, riceverete il numero "0620057". Entrate nella seconda corsia a sinistra e cercate il fascicolo che v'interessa, leggetelo tutto fino a trovare il nome di "Patrick Olsen"; tornate all'apparecchio di ricerca e immettete il nome appena trovato per ricevere il numero "6088090", ora recatevi nella seconda corsia di destra, cercate e leggete il fascicolo che vi interessa e ricordatevi la data "cinque novembre 1933"; ora andate dallo scaffale dei giornali e immettete la data appena trovata. Recatevi al museo, appena arrivati fate il giro del palazzo verso sinistra, giunti nel vicolo controllate la porta per scoprire che è stata forzata; entrate all'interno e fatevi luce con la torcia elettrica, controllate la cassa quindi la mappa sulla destra, cercate il nome del professore e cliccateci sopra per scoprire l'ubicazione dei suoi uffici poi cliccate su Smarra. Salite al piano superiore e cliccate nuovamente sulla mappa a destra e spostate i puntini rossi nei corridoi, salite le scale e girate verso destra per raggiungere la stanza che v'interessa ed entrate. Raccogliete i pezzi vicino al cadavere e ricomponete l'oggetto aiutandovi con le macchie rosse, ora usate l'accendino per saldare i vari pezzi e utilizzate l'oggetto sull'apparecchio sopra il tavolo. Fate ritorno agli archivi della polizia e cercate il nome "Michelle Nicholas", recatevi nella prima corsia di destra e prendete il suo fascicolo. Fate ritorno al vostro appartamento e scambiate due chiacchiere con Slovaski, chiedetegli della donna fino a farvi dire il numero dell'appartamento, il "607", salite al piano superiore e scassinate la porta dell'appartamento che vi interessa. Cliccate sul cadavere e attendete che arrivi il padrone di casa munito di pistola. Tornate al piano terra e parlate nuovamente con Slovaski, fatevi raccontare qualcosa di più sulla congrega di cui fa parte, quindi come ne è entrato a far parte.

Il negozio di libri

Scambiate due chiacchere con l'addetto alla capitaneria di porto, usate tutte le opzioni di dialogo e per farvi raccontare di più, offritegli dell'alcol, controllate quindi la spazzatura e raccogliete la bottiglia rotta, fate ritorno ai vostri appartamenti e usate la bottiglia appena raccolta con il vapore che esce dal tubo per staccare l'etichetta, andate quindi al bar di Greta, chiedetele del Grog, poi controllate le bottiglie li vicino e usateci sopra l'etichetta appena staccata. Tornate dall'addetto alla capitaneria e dategli la bottiglia per farvi dire che Sean si voleva imbarcare sulla "Saint Marie", quindi chiedetegli se c'erano altre persone. Recatevi nel punto indicato dall'addetto per trovare dei mozziconi di sigaretta, esaminandoli attentamente scoprirete che si trattava non di semplici sigarette ma di droga, ora collegate le opzioni "uomo armato che fuma" con "odore di hashish"; continuate a cercare in questo posto per trovare una confezione di fiammiferi strappata da ricomporre per scoprire che la confezione è stata presa a Little Peninsula. Fate ritorno al vostro ufficio e cercate sull'elenco telefonico la parola "Book Shops", quindi cliccate su "Little Peninsula"; recatevi dal tassista Chon e fatevi portare al negozio di libri. Giunti sul posto andate nel retro del palazzo, esaminate le casse di alcolici quindi usate il citofono, usate tutte le opzioni di dialogo, ora grazie alla vostra licenza di detective aprite la cassetta delle lettere ed estraetene la bolletta, collegate poi le opzioni "la tournee di Greta" con "bolletta di Little Peninsula". Andate da Greta e chiedetele di Marsetti, quindi utilizzate tutte le opzioni di dialogo, ora domandate di Smiley poi collegate le opzioni "ho un favore da chiederti" con "la cotta di Smiley" e "il lavoro di Smiley. Dopo aver risposto al telefono recatevi al locale, parlate con Smiley fino a esaurire tutte le opzioni di dialogo, usate il whiskey con il suo bicchiere, una volta che l'uomo sarà svenuto controllate le sue tasche. Fate ritorno al citofono del negozio di libri, suonate e chiedete del libro "l'arte degli scacchi". Fate due chiacchiere con la ragazza dietro il bancone del bar, chiedetele di Marsetti ma vi dirà che non sa dove si trova, recatevi quindi a sinistra dall'uomo a cui avete scattato delle foto all'inizio del gioco, presentatevi e fatevi dare il biglietto da visita, domandategli come mai si trova li; tornate dalla ragazza del bar e datele il biglietto; salite le scale. Dando un'occhiata al privè capirete che questo posto non è per nulla una libreria, parlate con la guardia; una volta ottenuto colloquio con Marsetti esaurite ogni opzione di dialogo. Andate al privè accendete la lampada e cliccate il pulsante partendo da sinistra in questa sequenza: il primo, il quinto, il terzo, il quarto, il secondo e il quinto; utilizzate il fazzoletto sulla lampadina rossa e svitatela. Fate ritorno nel vostro ufficio, entrate nello sgabuzzino e sostituite la vecchia lampada con quella prelevata dal bordello, utilizzate quindi il rullino con il banco da fotografo. Andate nuovamente a "Little Peninsula" fate vedere le foto a Howard e collegate le opzioni "Marsetti e il cinema" con "le foto piccanti". Una volta davanti l'ufficio di Marsetti, utilizzate il vostro fido grimaldello per scassinare la porta. Una volta dentro raccogliete il bicchiere dal tavolino e controllate il totem quindi i dischi sulla scrivania, dovrete ruotare questi dischi in modo che i tre simboli superiori centrali siano a partire dal basso: la biscia, il tridente voltato verso il basso e il cerchio con la riga, quelli della fila centrale bassa dovranno invece essere a partire dall'alto le due "u" in alto e in basso con la linea in mezzo, le due linee con due semicerchi in mezzo e il cerchio con le due linee all'estremità. Accedete alla cassaforte, utilizzate il bicchiere sopra di essa per sentire meglio i rumori del meccanismo e apritela usando la combinazione "60, 30, 70, 50, 80"; raccogliete la mazzetta e il blocchetto di carta, chiudete quindi la cassaforte, proprio nel mentre Marsetti tornerà nel suo ufficio. Nascondetevi nell'armadio a muro, appena l'uomo sarà andato, uscite dal vostro nascondiglio, prendete la punta da una delle lance vicino all'armadio e uscite dalla finestra. Andate verso l'insegna luminosa sulla sinistra, controllatela per notare che è danneggiata, usate la punta della lancia; una volta che vi sarete liberati la via, raggiungete la scala antincendio e scendetela. Recatevi al vostro ufficio, e una volta lì esaminate il blocchetto di carta preso nella cassaforte, collegate le opzioni "libretto cifrato" con "il padre di Slovanski"; andate quindi dal padrone di casa e dategli il blocchetto e grazie ai suoi suggerimenti potrete decifrare le parole scritte in esso. Scoprirete anche il nome di Malone, recatevi quindi alla centrale di polizia, purtroppo sarete bloccati dalla guardia che vi darà un numero di telefono, fate ritorno al vostro ufficio e usate il telefono componendo il numero appena ricevuto; raggiungete quindi Malone a Ellis Island. Sarete presto assaliti e crollerete al suolo. Vi ritroverete nuovamente nei panni di Sean. Raccogliete i documenti dal bancone assieme al portacenere, uscite dal locale e controllate la pompa di benzina quindi provate a utilizzare la macchina fotografica; date un'occhiata al campo di grano, prendete del mais e tornate dentro il locale. Scambiate due parole con il gestore del posto ed esaurite tutte le opzioni di dialogo, controllate quindi il pannello dietro al bancone. Tornate all'esterno e controllate la lampada a olio quindi la macchina per costatare che è senza carburante; raccogliete il secchio e accendete la lampada utilizzando l'accendino poi il portacenere sulla fiamma e quest'ultimo sul mais. Rientrate nel locale e attendete che il gestore sia distratto dai rumori esterni, aprite il pannello dietro il bancone e abbassate le due leve, tornate all'esterno e usate la macchina fotografica; fate ritorno all'interno del locale e parlate con la bimba.

Il Finale

Rinverrete nuovamente nei panni di Jack, affrontate il dialogo come meglio preferite e attendete l'arrivo di Victoria. Quando vi sveglierete la seconda volta usate i comandi collocati dietro di voi e premete la leva, il tasto in alto a sinistra, il tasto in basso a sinistra, il tasto in alto a destra e quello in basso a destra, ora slegatevi usando la ruota. Raggiungete il tavolo e raccogliete tutti gli oggetti, versate l'alcolico sul fazzoletto e usateci sopra lo scotch; andate a origliare alla porta per scoprire che dall'altra parte c'è Chon, parlategli ed esaurite ogni opzione di dialogo. Andate verso destra ed esaminate il simbolo sulla porta, ruotate la bacchetta in alto a sinistra a forma di "elle" in modo che la linea più corta sia verso l'alto, la bacchetta seguente sulla destra dovrà essere verticale, la seguente sempre sulla destra a forma di "elle" dovrà anch'essa avere la linea più corta verso l'alto e sarà speculare alla prima bacchetta mossa, quella sotto queste tre dovrà essere posizionata in posizione orizzontale, quella sotto la centrale dovrà essere posizionata diagonalmente con l'estremità più alta verso destra, quella sotto orizzontale e l'ultima in basso a destra a forma di "elle" dovrà essere messa in diagonale e avere la linea più corta verso il basso che volge a destra e l'estremità alta verso sinistra. Aprirete così il passaggio segreto; fatevi luce con la torcia, andate a destra, quindi la prima a destra e girate la prima valvola, andate a destra e girate a sinistra, prendete la seconda a destra e girate a sinistra, andata a sinistra e prendete la prima a destra, girate ancora a destra e girate la seconda valvola, andate a destra, girate ancora a destra quindi a sinistra, ora a destra e prendete la prima a sinistra, girate a destra e subito a sinistra per trovare la terza valvola. Girate a destra, quindi a sinistra e nuovamente a destra, girate a destra poi a sinistra, quindi a sinistra e poi a destra per l'uscita. Una volta fuori dal passaggio segreto usate le funi sul ponticello galleggiante e attraversatelo. Parlate con Chon, collegate le opzioni "aeroporto" e "la crociera sull'east river"; fatevi consegnare la mappa e dirigetevi al Mc Arthur Airport. Raccogliete immediatamente la spranga, quindi illuminate la scrivania con la torcia e uscite dalla stanza. Attirate l'attenzione dell'uomo usando i vari tubi della grondaia, e quando vi avrà raggiunto, storditelo con la spranga, quindi legatelo con la fune. Una volta nell'aeroporto, esaminate la finestra e guardatevi la scena, quindi usate la stessa finestra. Appena sarà terminato il nuovo dialogo usate la spranga con la porta. Vi troverete nuovamente nei panni di Sean; andate verso il vicolo a sinistra, usate la pistola sulla serratura della porta e recatevi nell'ufficio. Una volta svegli scendete le scale e attendete che l'uomo si volti, nascondetevi quindi dietro le casse, quando si girerà nuovamente e prendete l'uscita; fate ritorno davanti al museo e utilizzate la macchina. Tornerete a controllare Jack, usate la bambola con la porta quindi la pistola sulla bambola. Una volta che vi troverete nella strana dimensione, andate verso destra per trovarvi in un misterioso bar, scambiate due chiacchiere con Sean fino a esaurire tutte le opzioni di dialogo. Una volta tornati all'inizio non vi resterà che cliccare sul quadrante dell'orologio e gustarvi il finale del gioco!

IL VIDEO DELLA SOLUZIONE - PRIMA PARTE

IL VIDEO DELLA SOLUZIONE - SECONDA PARTE

IL VIDEO DELLA SOLUZIONE - TERZA PARTE