La soluzione di SimCity 8

Manuale del perfetto primo cittadino!

SOLUZIONE di Claudio Magistrelli —   21/03/2013

Attenzione

La soluzione è basata sulla versione americana del gioco per PC, quindi potrebbero esserci differenze rispetto ai termini usati per la localizzazione italiana e/o per altre versioni.

Introduzione

L'atto fondativo di una nuova città è un momento cruciale: piccole decisioni prese in quell'istante possono ripercuotersi con esiti amplificati negli anni che verranno. In generale, non esiste un metodo migliore in senso assoluto per gestire questi primi momenti. Molto dipende dal tipo di città che avete intenzione di costruire, dalla presenza di altre città nella medesima regione e del collegamento di queste con le regioni confinanti. Tuttavia esistono delle linee guida dal valore universale che consentono di evitare una serie di piccoli errori che possono portarvi a una bancarotta irrimediabile o alla costante difficoltà di raccogliere i fondi necessari al sostentamento della vostra città e dei suoi cittadini. Nelle sezioni e nei paragrafi che seguono troverete dunque una serie di informazioni di cui tenere conto in questa delicata fase iniziale. Prima di posare la prima pietra, mettetevi comodi e leggete con attenzione il nostro manuale del buon sindaco per SimCity.

Fondamenta della città

Inquinamento
La pulizia dell'aria è un fattore determinante di cui ogni sindaco deve tenere conto, non solo per motivi puramente etici o teorici. Un eccessivo livello di inquinamento nell'aria produce infatti una serie di conseguenze spiacevoli e costose per le casse cittadini. L'inquinamento infatti è direttamente collegato allo stato di salute dei cittadini, e dunque al livello di spesa connesso al settore della sanità pubblica. Ma non solo: una città insalubre abbassa il livello di felicità della popolazione, creando il clima ideale per il dilagare del crimine. Inoltre, una città che non si preoccupa di tenere pulita l'aria sarà più soggetta al dilagare degli incendi. D'altra parte, tuttavia, nelle fasi iniziali quando i fondi sono risicati, le industrie e le centrali elettriche inquinanti sono la sola opzione percorribile. Un buon compromesso allora si può ottenere tenendo conto della direzione del vento nella fase iniziale di progettazione. Premendo sul pulsante Data View posizionato nell'angolo in basso a destra è possibile accedere ad una mappa del vento che è bene tenere a mente quando ci si occuperà della distribuzione delle diverse aree cittadine. Le zone residenziali dunque debbono essere poste sopravento, mentre quelle industriali sottovento. Così facendo i fumi generati da industrie e centrali verranno portati lontani dai venti, garantendo aria respirabile ai quartieri residenziali, condizione indispensabile per garantirne una costante crescita nella densità abitativa.
Col passare del tempo possono verificarsi cambiamenti positivi o negativi a questa situazione iniziale. La direzione dei venti, ad esempio, può mutare, compromettendo la vostra disposizione strategica dei quartieri metropolitani. L'impatto di un cambiamento di questo tipo dipende in gran parte dal momento in cui si verifica. Qualora ciò accada piuttosto in là nel tempo, a quel punto del gioco dovreste già poter contare su tecnologie pulite che vi permetteranno di essere meno condizionati dalla situazione meteorologica. Se invece questo imprevisto mutamento capitasse poco dopo la fase iniziale, potreste correre ai ripari costruendo dei parchi a protezione delle aree edificate, sfruttando in questo modo le capacità purificatrici dei polmoni verdi delle città.

Collegamenti
Dopo aver studiato il vento, è ora di mettersi al lavoro. Il gioco vi chiede infatti una prima azione, la creazione di una strada, quella che probabilmente rappresenterà la spina dorsale della vostra città, collegata all'autostrada che attraversa la regione. Può sembrare un'azione insignificante, una decisione stupida da prendere senza spendere troppo tempo, ma non è così: ogni micro-decisione è importante in questa fase. Questa strada infatti non sarà solo il punto d'accesso cittadino all'autostrada, ma probabilmente fungerà nella fase iniziale anche da unico collegamento tra la zona industriale e quella residenziale.

Assicuratevi dunque che scorra secondo la direzione dei venti, poiché intorno ad essa vi troverete in breve a decidere il collocamento di vari quartieri metropolitani. Non spendete però troppi soldi: per il momento questa arteria stradale non dovrà sostenere molto traffico e più in là nel corso del gioco avrete tutto il tempo per eseguire lavori per adattarla alla quantità di traffico presente in città.

Quartieri
Il passo successivo è la definizione delle aree al cui interno sorgeranno i primi quartieri cittadini. Si tratta per il momento della pura definizione degli spazi, perché mancando i servizi fondamentali (acqua, energia elettrica...) non è ancora possibile ospitare Sims. Tuttavia, è bene iniziare a creare una traccia fisica del progetto che si ha in mente. Partendo dunque dalla strada principale tracciata in precedenza, disegnate i confini di tre macro-aree utilizzando a questo scopo delle strade a media intensità: per questa fase iniziale sono più che sufficienti e vi consentono di supportare senza eccessiva difficoltà il traffico che verrà a crearsi con la prima espansione cittadina. Nel caso vogliate conservare il budget, optate per strade a bassa intensità, ma sappiate che presto vi troverete a dover porre rimedio a una situazione di traffico insostenibile. Le aree dovrebbero presentarsi graficamente come dei rettangoli solcati al centro dalla strada principale. Realizzate due zone piuttosto ampie, una per la costruzione di edifici e l'altra per l'insediamento delle fabbriche, tenendo naturalmente conto della direzione del vento trattata nel primo paragrafo. Destinate poi immediatamente un'altra area (o due) di estensione più ridotta per le strutture commerciali, posizionata a ridosso dell'area abitativa. Distanziate inoltre questo blocco da quello industriale: è vero che il vento giocherà a vostro favore, ma l'inquinamento tende ugualmente a espandersi per un certo raggio intorno al punto d'origine, e avete già avuto modo di leggere gli effetti negativi sulla popolazione che questa problematica sociale comporta.
Probabilmente in futuro questi quartieri subiranno modifiche, anche radicali, ma per iniziare vi serviranno a produrre i primi redditi con cui finanziare le opere fondamentali per l'avviamento delle attività cittadine.

Infrastrutture di base
Per evitare che i vostri Sims coltivino un fastidioso malumore fin dal primo arrivo in città, dovrete garantire loro i servizi minimi essenziali. A questo scopo dovrete dunque preoccuparvi della costruzione di una centrale elettrica, dell'acquedotto e del sistema fognario. Realizzate dunque una strada sterrata a bassa intensità che parta dalla zona industriale, avendo cura ovviamente di calcolare la sua posizione in modo che il vento non porti i fumi generati in questa zona verso l'area residenziale. Dopodichè dovete decidere se costruire una centrale elettrica inquinante, a carbone o a petrolio, oppure una "pulita", solare o eolica. Nel primo caso potete posizionare vicino alla centrale il canale di scolo della rete fognaria, nel secondo invece accompagnerete la centrale con una Torre Idrica. La struttura inquinante infatti finirebbe per contaminare la falda acquifera, mentre le fogne non subiscono alcun peggioramento dai fumi del carbone. Ad ogni modo, tutte e tre le strutture - centrale elettrica, scolo delle fogne e Torre Idrica - sono necessarie, perciò dopo aver deciso a quale tipo di centrale elettrica affidarvi, e dopo aver posizionato la struttura più adatta ad affiancarla, cercate un luogo ideale per edificare il terzo elemento mancante ricorrendo all'analisi della tavola dell'acqua o della mappa dell'inquinamento. Il motivo di queste attenzioni è la necessità di evitare di inquinare le falde.
Se i fondi in vostro possesso non fossero sufficienti per garantire alla città questi servizi basilari, potreste prendere in considerazione l'emissione di Bond attraverso cui finanziarvi. Concluse le costruzioni, non trascurate i dettagli. Se avete costruito una centrale a carbone/petrolio dovrete abilitare l'accesso alle risorse sul mercato globale spuntando l'apposita opzione nel menù della centrale. L'alternativa è ricorrere a un proprio programma di estrazione di carbone o petrolio, ma prima di poter divenire auto-sufficienti dovrà comunque passare un po' di tempo. Infine, se siete reduci dai precedenti capitoli del gioco, sappiate che ora ogni strada posata porta con se anche le tubature idriche e fognarie oltre ai cavi della rete elettrica che, dunque, non devono più essere tracciati separatamente.

Prima espansione
Quando i servizi di base saranno stati assicurati alla popolazione, arriverà il momento di iniziare ad espandere il nucleo iniziale della città. Non c'è un metodo migliore, o più corretto, rispetto ad altri: l'unico fondamentale principio da tenere a mente è l'influenza dell'inquinamento, che potete contrastare tenendo a mente la direzione dei venti. Ampliate dunque ciascuna area abbozzata in precedenza. Per iniziare allestite almeno nove quartieri residenziali, assicurandovi di mantenere per quanto possibile costante il rapporto di 3:1 con le zone commerciali: ogni tre blocchi residenziali dunque costruite uno spazio riservato al commercio. Non è necessario che le aree siano confinanti, o intersecate, ma è sufficiente costruire delle strade per garantire la comoda circolazione del traffico nelle due direzioni.
Per quanto riguarda le aree industriali, in questo momento è importante che vi impegniate a seguire il piano che vi siete prefissati.

Non che sia necessario averne uno, ma se avete deciso di basare l'economia cittadina sull'estrazione di petrolio dovreste seguire una strategia industriale diversa rispetto a quella che si collega invece alla decisione di rifornirsi di petrolio sul mercato internazionale. Ovviamente c'è sempre tempo in futuro per passare il bulldozer sui propri errori e correggere il tiro, ma ciò implica uno spreco di fondi e di tempo che ci si può evitare con un minimo di accortezza nelle prime fasi di gioco.

Roma non è stata costruita in un giorno
Ah, quanta saggezza in questo detto popolare! Anche la vostra città non può essere costruita in un giorno, anzi, arrivati a questo punto la cosa migliore che potete fare è accomodarvi e aspettare che le dinamiche interne della città facciano il suo corso, verificando naturalmente l'impatto delle decisioni prese finora. Il comportamento da evitare assolutamente, al contrario, è la sindrome da shopping compulsivo che porta all'acquisto di strutture ed edifici al momento inutili come rimedio alla noia dell'attesa. Niente di più sbagliato. Spese avventate a questo punto dello sviluppo cittadino incidono drammaticamente sulle finanze rischiando di provocare danni irreparabili che condurranno all'inevitabile fallimento.
D'altra parte, si può spendere il tempo prezioso in attività forse meno gratificanti nell'immediato, ma di certo più utili allo splendore cittadino. Per prima cosa, scendete nelle strade e osservate i vostri cittadini. Verificate il loro livello di soddisfazione e nel caso abbiano delle lamentele provvedete subito a correggere in corsa gli errori commessi: generalmente in questo stadio iniziale il malcontento si concentrerà intorno a problematiche riguardanti le forniture idriche o energetiche. Altra attività che può essere utile svolgere in questa fase di relativa calma è la contrattazione con gli altri giocatori (qualora ce ne siano, ovviamente) con cui dividete la regione. Ci sono infatti parecchie decisioni da prendere, come ad esempio la tipologia di risorse a cui ci si vuole affidare, quali grandi infrastrutture erigere, come gestire il dipartimento dell'istruzione e così via. Ovviamente - e questa è una regola che vale per ogni aspetto del gioco - una buona pianificazione iniziale consente di affrontare senza particolare grattacapi la fase dell'attuazione. Prima di passare alla fase successiva del gioco, assicuratevi che la vostra città produca introiti di almeno 1000 $ all'ora. Se così non fosse, provvedete all'espansione progressiva delle zone cittadine fino al raggiungimento di questo risultato. Solo quando potrete contare se un flusso costante di denaro nelle casse del municipio infatti potrete iniziare a pensare alle strutture più costose.

Malcontento e disastri
Per non spaventare i nuovi sindaci, SimCity prevede un periodo iniziale di tregua in cui le nuove città sono protette dai pericoli connessi al malcontento dei cittadini e dai disastri naturali. La prima "immunità" decade dopo il raggiungimento dei primi 400 cittadini, mentre la protezione contro le calamità naturali "scade" al superamento del migliaio di unità. Prendete questi dati con le pinze, non si trovano riferimenti ufficiali a queste statistiche nel manuale del gioco, ma gli eventi verificatesi in più partite ci hanno suggerito di prendere per buona l'ipotesi della doppia soglia 400/1000.
Non c'è un ordine standard in cui le emergenze si manifesteranno, né una scala di priorità infallibile che possa guidarvi nella costruzione dei servizi sociali che contribuiranno a rendere più sicura la vostra città. Partite dal presupposto che un'alta concentrazione di industrie inquinanti, e quindi un elevato indice di inquinamento, sono le principali cause di incendi cittadini. Nel caso abbiate optato per fonti di energia inquinanti dunque la costruzione della centrale dei pompieri deve essere il vostro punto di partenza.

In alternativa, qualora l'inquinamento non sia un problema per la vostra città, occupatevi della tranquillità sociale erigendo una centrale di polizia. Queste strutture sono molto utili per il mantenimento dell'ordine cittadino, ma purtroppo sono anche molto care. Non lasciatevi tentare dalla loro costruzione in serie, magari ricorrendo a una seconda emissione di Bond. Il flusso di denaro delle vostre casse deve essere costante e mai inferiore ai 1000 $ all'ora. Qualora i profitti calino, espandete leggermente le zone cittadine ed attendete che le nuove tasse rimpinguino il forziere cittadino. Solo quando tornerete sopra la soglia dei 1000 $/h potrete permettervi un'altra struttura.
Dopo esservi garantiti la protezione contro gli incendi e aver fornito uno scudo contro la criminalità alla popolazione arriverà il momento di pensare alla salute pubblica costruendo una clinica. Dopodichè sarà il turno dell'educazione e delle scuole. Queste linee guida possono ovviamente variare nel caso abbiate deciso di indirizzare la vostra partita verso alcune specializzazioni. Per fare qualche esempio, la specializzazione in Elettronica richiede che l'istruzione abbia la precedenza su tutto il resto.

Fonti di reddito
L'incasso costante di 1000 $ all'ora vi garantisce una vita tranquilla. Se il ritmo lento non rappresenta per voi un problema, potete continuare a giocare per tantissimo tempo ampliando pian piano le vostre aree cittadine, risparmiando qualche gruzzoletto per concedervi col tempo un paio di strutture più imponenti, e godervi così una placida esistenza da sindaco di una cittadina periferica, nota per la pace dei suoi abitanti e la tranquillità delle sue strade. Difficile però entrare nei libri di storia in questo modo.
Se il vostro obiettivo dunque è incrementare nel medio-lungo tempo le fonti di reddito e iniziare a pensare in grande è questo il momento di porre le basi di un futuro radioso. Se le vostre casse non traboccano denari, non disperate: per ora bisogna limitarsi a pensare al futuro e impostare la rotta, l'azione - e il conseguente esborso di denari - può essere rimandato. A questo punto del gioco però compiere delle scelte sbagliate o semplicemente affrettate inizia a rivelarsi altamente controproducente in termini economici. Costruire strade e quartieri residenziali sopra un giacimento petrolifero che si ha intenzione di sfruttare in futuro è una spreco di risorse e di tempo: in breve infatti dovrete distruggere uno o più quartieri, ricostruirli altrove, attendere che il flusso di tasse riprenda, il tutto in un momento in cui il vostro portafoglio sarà già in condizione di stress a causa della costruzione delle strutture per l'estrazione. Meglio pianificare per tempo, decisamente. In realtà, tutto ciò che dovete fare è decidere che direzione volete far prendere al vostro futuro - mica facile, in effetti! - e agire di conseguenza. Se pensate di dedicarvi all'estrazione di carbone o petrolio evitate di edificare sopra i giacimenti, se invece volete fare della vostra città un monumento alla cultura o al gioco d'azzardo iniziate a pensare fin da ora ai grossi spazi edificabili che le infrastrutture connesse a queste specializzazioni richiedono. In alternativa potete costruire la vostra fortuna sulle necessità delle città che vi circondano nella regione. Dedicandovi alla produzione di un surplus energetico o idrico, oppure potenziando il vostro sistema fognario, potreste entrare nel business dei servizi ed offrire il vostro aiuto alle città vicine, ovviamente dietro un lauto compenso.

Municipio
Gli edifici che ospitano il governo cittadino possono essere costruiti gratuitamente, ma tendono ad occupare parecchio spazio. La loro realizzazione non è obbligatoria, ma la loro semplice presenza tende ad aumentare lo stato di soddisfazione della cittadinanza. Studiate lo spazio a vostra disposizione ed erigete la Town Hall nella zona commerciale, mentre la Mayor's House può diventare il fiore all'occhiello del vostro miglior quartiere residenziale. Insieme a un positivo miglioramento della densità, con conseguente aumento della popolazione e degli introiti derivanti dalle tasse, dovreste presto registrare anche l'arrivo in città di Sims particolarmente abbienti desiderosi di insediarsi nei pressi degli edifici comunali. Per non accentuare eccessivamente le differenze sociali, potete abbellire con nuovi parchi le altre aree residenziali.

Il peggio deve ancora venire
La fase di ambientamento in città può ora dirsi conclusa. Da qui in avanti dovrete operare numerose modifiche, piccole o grandi, alla struttura di base intorno a cui avete disegnato la vostra città. Il traffico aumenterà e sarà necessario allargare le strada, i Sims faranno figli e serviranno nuove scuole, mentre la popolazione cresce e richiede più spazio. I vostri problemi più grandi tuttavia saranno spesso connessi ai disastri naturali che il gioco si divertirà a scatenarvi contro, mentre nell'ombra dilaga la criminalità. A questo proposito, ricordatevi che l'unico settore in cui non vale la pena risparmiare è quello delle forze dell'ordine, includendo in questa definizione anche i vigili del fuoco. Cercate di accumulare qualche risparmio e regalatevi mezzi di soccorso e di pattuglia in abbondanza, allo scoppio del primo incendio sarete estremamente felici di questa scelta.

PROBLEMATICHE AVANZATE

Il traffico
Come ben sapete, il vero problema che assilla le moderne metropoli occidentali è il traffico. Il mondo virtuale di Sim City non è esente da ingorghi, code chilometriche e circolazioni intasate. Nel caso di voi sindaci virtuali, le preoccupazioni sono doppie: non solo infatti le colonne di auto innervosiscono la popolazione e fomentano il malcontento, ma rappresentano inoltre un ostacolo per i mezzi di emergenza, trasformando dunque situazioni pericolose come incendi e atti criminosi in potenziali catastrofi.
Un primo passo da compiere per comprendere il problema e studiarne la soluzione è l'attenta disamina della mappa del traffico. Questo strumento colora di verde, giallo e rosso le strade cittadine in base alla situazione della circolazione stradale. La cartina tuttavia offre una fotografia istantanea della circolazione, ciò significa che per avere un quadro reale della problematica questa andrebbe consultata nei due momenti più caldi per le strade cittadine, ovvero nei minuti che precedono 9 del mattino e quelli che seguono le 17 serali, orari in cui i vostri Sims si mettono in marcia per recarsi al posto di lavoro, o fanno ritorno verso casa.
Una prima soluzione può essere rappresentata dall'upgrade delle strade più trafficate. Questo in realtà si rivela solo un rimedio temporaneo, perché la densità della strada si riferisce in realtà non solo alla quantità di traffico che questa può sopportare, quanto anche alla densità abitativa delle costruzioni che la circondano. Upgradando le strade dunque si può solo rimandare di qualche tempo la nuova esplosione del problema. Il sistema stradale tuttavia può comunque essere reso più efficiente studiando una rete di vie principali e secondarie che consenta di poter giungere in qualunque punto optando per più percorsi, così da alleggerire le principali arterie. Un vero rimedio è invece rappresentato piuttosto dalla progettazione pubblico capillare ed efficiente. Per ottenere buoni risultati dovrete combinare tra loro più tipologie di trasporti per venire incontro alle esigenze dell'intera popolazione.
Iniziate con i bus. Dopo aver costruito un deposito degli autobus dovrete occuparvi della disposizione delle fermate. A questo proposito dovete sapere che i Sims sono pigri esattamente come i cittadini reali, mal sopportano di dover attraversare la strada e sono disposti a rinunciare all'automobile solo nel caso debbano percorre un breve tragitto per arrivare al mezzo pubblico.

Disponete dunque delle fermate piuttosto ravvicinate su ambo i lati delle vie principali della vostra città, verificando l'area coperta da ciascuna fermata attraverso il cerchio verde viene visualizzato cliccandoci sopra: non fidatevi ciecamente di questa informazione visuale, i cittadini ai margini del cerchio difficilmente si affideranno ai bus.
Uno dei principali difetti degli autobus è la scarsa attrattiva che suscitano verso i cittadini più ricchi. Per ovviare a questo problema è consigliabile sostituire gli autobus, almeno nei quartieri più esclusivi, con eleganti tram. Purtroppo questo mezzo di trasporto è famoso per un fastidioso bug che manda in tilt il loro autista in prossimità di intersezioni. Per aggirare l'inghippo evitate che i tragitti di ciascuna linea si incrocino tra loro: mantenete le linee separate oppure optate per un serie di percorsi ovali e noterete fin da subito un sostanziale miglioramento nel livello di traffico stradale. Tuttavia, anche i tram nascondono qualche piccolo lato negativo. Per iniziare necessitano di spazi abbastanza ampi per posare le rotaie e le fermate. Inoltre non possono attraversare le strade destinate alle automobili, perciò i loro percorsi devono essere studiati con attenzione. È bene inoltre che le fermate di autobus e tram si trovino abbastanza vicini da consentire ai pendolari di usare più mezzi di trasporto per giungere a destinazione. Creare dei parcheggi vicino alle principali fermate infine può spingere all'utilizzo dei mezzi pubblici anche cittadini che abitino più lontani dai percorsi coperti da autobus e tram.

Treni, traghetti e aerei servono invece a facilitare il traffico all'interno della regione. I treni in particolare sono un'opzione molto gradita ai Sims più abbienti in grado di rappresentare un ottimo sostituto alle autostrade. I traghetti invece servono a collegare città separate dall'oceano e permettono di far viaggiare (non troppo rapidamente, in realtà) persone, ma anche merci. Gli aeroporti infine hanno finalità prettamente turistiche. Ovviamente, anche per mezzi di trasporto destinati a coprire ampie distanze, vale il discorso fatto in precedenza: le loro stazioni devono essere facilmente raggiungibili attraverso l'uso di bus o tram. In una città ideale i Sims devono poter uscire di casa e ricorrendo solo a bus e tram poter raggiungere il loro posto di lavoro, ma anche il porto, la stazione dei treni e l'aeroporto.

Calamità naturali
Come già spiegato in precedenza, dopo un inizio tranquillo il gioco vi metterà alla prova con incendi e altri disastri naturali già quando la vostra cittadina deve ancora sfiorare la soglia di mille abitanti. Il fuoco che divampa in un edificio non è di per sè una tragedia, se contenuto per tempo. Benché sia molto raro che un singolo evento disastroso rada al suolo l'intera cittadina, sottovalutare le emergenze e, soprattutto, non poter contare su una rete di mezzi di emergenza pronti ad intervenire può rivelarsi disastroso, al punto da costringervi ad abbattere e ricostruire dalle fondamenta interi quartieri.
Il modo migliore per evitare di incappare in simili fatalità è la prevenzione. Innanzitutto bisogna conoscere quali siano le principali cause di incendio. I fuochi tendono a divampare principalmente nelle aree industrializzate e soggette ad un alto tasso di inquinamento, mentre la scarsità della riserva idrica contribuisce a peggiorare situazioni di emergenza impedendo il funzionamento dei sistemi anti-incendio, rendendo di conseguenza più complicati i soccorsi e accelerando la diffusione del fuoco. Oltre ai fattori ambientali però, ci sono da considerare anche elementi culturali. Il livello di educazione dei Sims influenza infatti comportamenti pericolosi che possono sfociare in incendi, mentre la presenza in città di piromani è un altro fattore che bisogna tenere in considerazione (si veda a questo riguardo il paragrafo seguente).
Ovviamente, il miglior rimedio immaginabile contro i pericoli delle calamità naturali è la disposizione sulla mappa di numerose caserme dei vigili del fuoco sparse per la città. Gli edifici circostanti le caserme ovviamente non saranno immuni da incendi, ma risulteranno tuttavia più controllati. Per diminuire ulteriormente le probabilità che si scateni una catastrofe potete installare il modulo Fire Marshall insieme a caserme grandi, per far sì che il commissario si occupi anche di prevenzione.
Nonostante tutto però, alcuni incendi scoppieranno ugualmente nella vostra città. L'incendio di un edificio segue quattro stage diversi. Intervenendo subito è possibile salvare sia l'edificio che i suoi abitanti. Col passare del tempo però le strutture si danneggeranno irrimediabilmente, mentre i Sims all'interno subiranno ferite sempre più gravi. Se il fuoco non viene spento per tempo sarà addirittura necessario distruggere gli edifici circostanti il palazzo in fiamme per evitare che le fiamme si diffondano. Allo stadio finale infine il fuoco sarà intenso da poter raggiungere altri palazzi zampillando oltre le strade e i detriti dei palazzi demoliti per formare una cintura contenitiva. Nelle situazioni di crisi dunque è fondamentale poter contare su strade sgombre e su un buon numero di automezzi (autopompe e ambulanze, soprattutto) per poter intervenire tempestivamente e limitare i danni.

Criminalità
Anche a SimCity condizioni di disagio, come livelli di educazione bassi, alto tasso di inquinamento e scarsa attenzione alla salute pubblica, tendono a generare disperazione e malcontento, creando così i presupposti per una conversione alla criminalità da parte di alcuni cittadini. Sulla base di queste variabili, il gioco genera più o meno frequentemente dei criminali (oppure questi possono trasferirsi da città limitrofe). Per contrastare il crimine dovete, ovviamente, costruire caserme di polizia. Dalla schermata delle statistiche relative a polizia e criminalità - tasto nell'angolo in basso a destra - potrete scoprire quanti criminali soggiornano attualmente nella vostra città, quanti arresti vengono compiuti quotidianamente dalle vostre forze dell'ordine e quanti crimini vengono invece commessi.
Per comprendere appieno queste statistiche è necessario conoscere il modus operandi del criminale di SimCity. Dopo la sua comparsa all'interno di una abitazione nel quartiere residenziale, il malintenzionato rimugina sull'azione criminosa che ha in mente finché non decide di uscire di casa, spesso nottetempo, quando si incammina verso il luogo in cui ha intenzione di compiere il misfatto.

Qualora lungo il tragitto incontri un'auto della polizia in pattuglia il vile si farà prendere dal timore e tornerà verso la sua abitazione, pronto a ripetere il suo tentativo criminale in seguito. Qualora riesca invece ad arrivare indisturbato sul luogo del delitto metterà in opera il suo piano. A quel punto le caserme di polizia sparse per la città verranno allertate e inizierà la caccia al furfante. A quel punto se il bandito riesce a tornare alla sua abitazione indisturbato guadagna esperienza nel tipo di crimine a cui è dedito, rendendo più complicati i futuri tentativi di acciuffarlo. Raggiunto un certo livello inizierà a infestare con le sue malefatte anche le città confinanti.
Più alto è il numero di volanti in giro per la città, ovviamente più alta sarà la probabilità di arrestare un criminale o prevenirne le azioni malevole. Anche in questo caso dunque la prevenzione è meglio dell'azione. Disponete diverse caserme, o meglio ancora distretti, in giro per la città. Acquistate appena possibile il centro di prevenzione criminale per insegnare ai ragazzini come stare lontani dai guai, opzione che rappresenta un'ottima soluzione sul lungo periodo al problema della criminalità. Se disponete dei giusti progetti di ricerca presso l'università potete inoltre dotarvi di detective che saranno in grado di arrestare i criminali anche all'interno delle loro abitazioni. Gli elicotteri infine rappresentano la misura più efficace per gli interventi immediati sul campo.
Un ultimo cenno in merito a alla questione della criminalità deve essere riservato alle carceri. I criminali vengono trattenuti nelle celle delle caserme finché non hanno scontato la loro condanna, azzerando dunque il loro livello di criminalità. Vale la pena tenere d'occhio il numero di celle libere e verificare che ce ne siano sempre di disponibili, altrimenti il gioco libererà il criminale in carcere da più tempo per fare spazio al nuovo arrivato. Qualora il galeotto liberato non abbia tuttavia finito il suo periodo di riabilitazione, vi ritrovereste con un criminale esperto a spasso per ogni nuovo brutto ceffo rinchiuso dietro le sbarre. Non capiterà spesso, ma non lesinate sui moduli di detenzione e provvedete al loro upgrade ogni volta che sarà necessario.

Video della soluzione - Prima parte