I famigli di Ni no Kuni 43

Cosa sono i famigli? A cosa servono? Come sfruttarli al meglio? Scopriamolo insieme in questo primo speciale su Ni no Kuni!

SPECIALE di Christian Colli   —   05/03/2013

Ni no Kuni: La minaccia della strega cinerea è un jRPG enorme, vastissimo, e come tanti altri giochi appartenenti a questo genere è anche molto complesso, ed è praticamente impossibile sviscerarne ogni segreto e sbloccare ogni Trofeo senza che qualcuno ci prenda per mano e ci spieghi per filo e per segno cosa fare per completarlo al cento percento. Se volete sapere tutto, ma proprio tutto, sull'ultima fatica Level 5, vi suggeriamo di recuperare la guida strategica ufficiale

(che sfortunatamente non esiste in italiano, siete avvisati). Noi invece, facendo riferimento alla localizzazione italiana del gioco, a cadenza settimanale approfondiremo alcuni aspetti che possono destare più perplessità sopratutto tra i neofiti del genere, rivelandovi anche qualche trucchetto o consiglio per migliorare le vostre partite.

I famigli

Questa settimana ci occuperemo dei famigli, che in un certo senso sono il fulcro del gioco. Il nostro Antonio Fucito ne ha già parlato in sede di recensione, ma vediamo di dar loro un po' più spazio in questa occasione. Spesso ci è capitato di leggere un paragone tra i famigli e i pokémon, e in effetti c'è una certa somiglianza tra queste creature dall'aspetto bizzarro: si possono catturare, si evolvono e combattono per un "padrone", come appunto il protagonista del gioco, Oliver.

Quest'ultimo acquisirà la capacità di controllare alcuni famigli in particolare con il proseguire della trama, ma quando anche Ester si unirà al gruppo sarà possibile catturare i famigli selvaggi incontrati in battaglia. Tuttavia, proprio come in Pokémon non basterà sconfiggere un famiglio per catturarlo, ma bisognerà aspettare che il famiglio in questione si dimostri interessato a unirsi a noi, e questa possibilità si basa sulla rarità del famiglio: più è raro, e più sarà difficile catturarlo, in altre parole. Se siete assolutamente determinati a conquistare un famiglio particolarmente raro e potente, preparatevi a spendere molto tempo in battaglia. Fortunatamente, queste sessioni di gioco possono rivelarsi molto utili: ogni personaggio del party può essere associato a un massimo di tre famigli, e anche i famigli che non partecipano direttamente al combattimento guadagnano punti esperienza. Di conseguenza, quando decidete di fermarvi in una certa zona per catturare uno o più famigli, vi suggeriamo di portare con voi un famiglio meno potente, che magari avete trascurato nelle ultime ore, per farlo aumentare un po' di livello.

In Ni no Kuni, infatti, è cruciale preparare più famigli per ogni evenienza, visto che spesso è necessario impostare la squadra in un certo modo per far fronte ai combattimenti più difficili, come quelli contro i boss. Per esempio, vi suggeriamo di portare sempre con voi un famiglio destinato a incassare i colpi dei nemici al posto degli altri; questo "tank" dovrebbe possedere un alto valore di difesa, difesa magica e agilità. Un altro famiglio, invece, dovrebbe essere specializzato nel combattimento fisico, con un buon equilibrio tra le varie statistiche; infine, dovreste portare sempre con voi anche un famiglio con abilità magiche e valori magici di attacco e difesa molto alti. Questo tipo di squadra, fondamentalmente, vi renderà pronti a tutto, ed è la formazione ottimale con la quale visitare nuove zone in cui non siete mai stati prima. Una volta capito che genere di pericoli dovrete affrontare, sentitevi liberi di sostituire a piacimento i famigli in questione.

SUGGERIMENTO!

Una delle critiche più severe rivolte a Ni no Kuni, riguarda la mediocre intelligenza artificiale dei personaggi durante i combattimenti. Dato che non è possibile fidarsi ciecamente di loro, una buona strategia consiste nel rafforzarli tramite i famigli. Per questo motivo, sopratutto nelle aree più difficili o quando vi sentite poco preparati, è meglio abbinare ai personaggi dei famigli particolarmente potenti in attacco e difesa, che vi permetteranno di concludere velocemente gli scontri e sopravvivere fino al prossimo punto di salvataggio. Tra questi vi suggeriamo di tenere d'occhio il famiglio Felibustiere, velocissimo ad attaccare e molto potente, ma anche Babacerbo è un'ottima scelta per via della sua elevata difesa fisica e magica. Un altro trucco sta nell'assicurarsi che Oliver e almeno un altro dei suoi amici dispongano di un famiglio con abilità come Aurora curealis o Pioggia curativa che possono guarire l'intero gruppo.

Famigli della storia

Ecco una breve lista dei famigli che Oliver e soci acquisiranno automaticamente durante la loro avventura. Questo elenco vi permetterà di farvi un'idea su quali famigli potreste voler catturare per colmare le lacune nel vostro piccolo esercito. Ovviamente questa lista contiene delle anticipazioni sulla trama, perciò leggetela a vostro rischio e pericolo!

SPADY
Questo è il primo famiglio che acquisirete nel gioco, generato dallo spirito combattivo nel cuore di Oliver. Appartiene alla specie dei Milites e, ovviamente, è compatibile sopratutto con Oliver. La sua prima abilità è Tagli folli, mentre il supercolpo Danza dei fendenti colpisce tutti i nemici in combattimento.

LEMAHL
Oliver otterrà questo Cucciolemure durante una missione a Gatmandù: ve lo darà Leonardo il testardo, dopo che Lucciconio gli avrà spiegato che soltanto i maghi possono combattere con i famigli. Lemahl è un famiglio particolare che invece di difendersi può "concentrarsi": se subito dopo si usa il comando Scatenati!, questo tipo di famiglio ha una maggiore possibilità di interrompere le azioni del nemico.

SID
Oliver otterrà questo famiglio della specie Nynfaseme dopo aver usato la magia Komenovo su un uovo nel Boscodorato. Neanche Sid può difendersi, al suo posto c'è il comando Schiva! che permette, appunto, di evitare completamente i danni del prossimo attacco. Il supercolpo Forza del sole è particolarmente utile perché cura tutti i personaggi del party e rimuove gli stati anomali. Queste caratteristiche rendono il famiglio tra i migliori da usare nei combattimenti contro i boss: richiamandolo al momento giusto, vi permetterà infatti di evitare i danni degli attacchi speciali e di curare il gruppo all'occorrenza.

KITUS
Questa Elettroquaglia è il famiglio di Ester e si unirà al gruppo, insieme a lei, durante gli eventi di Muccakesh. Come Sid, anche questo famiglio possiede l'abilità Schiva! e due abilità di partenza: una curativa, Curalacrima, e una d'attacco, Elettroscintilla. Ovviamente è maggiormente compatibile con Ester.

GEMMA
Dopo aver completato la storia del Tempio del Cimento potrete scegliere uno di tre famigli, tra cui questa Lagunaiade. È un famiglio interessante perché oltre a poter curare con Curalacrima, possiede anche un'abilità d'attacco che infligge lo stato Confusione, ovvero Teleskopeos.

BOGGLY
Anche questo Ludispirito è una ricompensa per aver completato il Tempio del Cimento. Tra le sue abilità, la più interessante è forse proprio la prima, Sfere della magia, che aumenta l'attacco magico. Come gli altri famigli del Tempio del Cimento, anche questo è più compatibile con Calidonio.

SHONKY
È uno dei tre famigli acquisibili dopo aver completato il Tempio del Cimento, ma a differenza degli altri non preferisce un padrone in particolare. Le sue abilità appartengono all'elemento oscurità e permettono, per esempio, di addormentare o maledire i nemici.

SUGGERIMENTO!

I fan della serie Dragon Quest, alla quale ha lavorato anche Level 5, ricorderanno sicuramente le Metal Slime, nemici piuttosto rari che facevano guadagnare tantissimi punti esperienza se sconfitti prima della loro fuga. Anche in Ni no Kuni c'è qualcosa del genere: prima, però, dovrete sbloccare il viaggio aereo, e poi potrete recarvi nella città di Perdida, che si trova tra le montagne nel continente di Autumnia. La città si affaccia su un'area chiamata Cabrera, dove troverete i Tokozzz. Questi famigli sono piuttosto rari, ma se riuscirete a sconfiggerli guadagnerete ben novemila punti esperienza per volta! Nell'ultimo dungeon del gioco, inoltre, vi imbatterete nella loro evoluzione, i Tokogelo, che vi farà guadagnare fino a ventisettemila punti esperienza. Approfittatene quando avete bisogno di aumentare di livello alla svelta.

Segni e classi

Le statistiche di base dei famigli non sono gli unici parametri che vi interessano; ce ne sono altri un po' più subdoli, infatti, che nelle fasi avanzate del gioco possono fare la differenza tra la vittoria e la sconfitta. Ci sono i segni celesti, in primo luogo: ogni famiglio corrisponde a uno tra otto segni celesti; i primi sono sole, luna, stella e pianeta, e poi ci sono altri quattro segni identici, ma doppi. Un famiglio con un certo segno doppio sarà più potente di un famiglio uguale con lo stesso segno singolo; inoltre, i segni più rari sono quello del pianeta e del doppio pianeta, perché conferiscono a tali famigli un bonus in punti esperienza. I segni vi indicano le resistenze del famiglio in questione: un famiglio del segno del sole, per esempio, è più resistente alle abilità di fuoco e alla condizione di sonno, mentre un famiglio della luna è più resistente alle abilità di acqua e alla confusione;

infine, un famiglio di segno stella è più resistente alle abilità di fulmine e al veleno. D'altra parte, ogni segno è debole agli elementi contrari, formando un collegamento non troppo diverso dal tipico gioco di forbice, sasso e carta. In generale, il sole batte la luna, la luna batte la stella, la stella batte il sole: questo rapporto di forza si traduce nel venti percento in più o in meno di danni effettuati ad altri famigli, in base al segno, trenta percento se il segno è doppio. Per quanto riguarda il segno del pianeta, la questione è più semplice: i famigli con il segno del pianeta infliggono cinquanta percento di danni in più ai famigli con il segno del doppio pianeta, mentre quest'ultimi ricevono dei danni in più dai famigli di tutti gli altri segni. Appare chiaro, quindi, che i famigli nella squadra devono essere scelti anche in base ai segni. Le classi dei famigli, infatti, vi dicono di base come combatterà un certo famiglio, dove trovarlo e come crescerlo; inoltre, ogni membro del party è più o meno adatto a controllare i famigli di una certa classe, e questo significa che quei famigli godranno di un piccolo bonus durante i combattimenti. Oliver predilige i Milites, i Vermes e i Dracones; Ester gli Aquaticas, gli Aves e i Floras; Arsuino, gli Automas, i Mortuos e le Bestiae; Calidonio, infine, Minima, Ninfae e Daemones.


Prelibatezze e metamorfosi

Ci sono altre due cose da ricordare sui famigli: in primo luogo, dovrete sfamarli. Questa operazione vi permetterà di migliorare il vostro legame con loro, potenziando i loro attributi. Ogni classe predilige una certa leccornia, che conferisce il doppio del bonus; tuttavia, non potrete farli mangiare fino a farli scoppiare, e a un certo punto i vostri famigli avranno la pancia talmente piena che dovrete farli faticare un po' in battaglia prima di dar loro altri dolcetti. Quando date da mangiare a un famiglio, potrete aumentare le sue statistiche, in base al cibo selezionato, fino a un massimo di cinquanta punti divisi tra i sei attributi: sta a voi quindi decidere come potenziare un certo famiglio. Per esempio, potreste voler migliorare la capacità difensiva di un famiglio più gracile che generalmente attacca con la magia,

oppure potreste voler crescere un vero e proprio "cannone di vetro", potenziandolo al massimo le sue abilità di attacco. Questa è una decisione che dovrete prendere sopratutto se intendete pianificare l'evoluzione di un famiglio. Dopo aver guadagnato una certa quantità di punti esperienza, i famigli saranno pronti a subire una metamorfosi se date loro un certo oggetto corrispondente al loro segno celeste. Un famiglio può assumere tre forme, l'ultima delle quali è selezionabile tra due tipi diversi che spesso cambiano la sua affinità elementale; quando un famiglio subisce una metamorfosi, riparte dal primo livello ma mantiene i bonus e le abilità possedute nella forma precedente. Tenete presente che i famigli possono crescere di livello in livello in modi diversi: alcuni guadagnano la stessa quantità di bonus in modo lineare; altri, invece, guadagnano tantissimi bonus a ogni nuovo livello fino al quarantesimo circa, poi ne guadagnano molti meno: questo significa che fareste bene ad aspettare che raggiungano quella soglia prima di trasformarli. Un'ultima categoria, invece, gode di ben pochi punti bonus fino a livello ottanta circa, poi ne guadagna tantissimi a ogni nuovo livello: questi sono i famigli più ardui da crescere, ma che possono rivelarsi potentissimi se si decide di affrontare i contenuti finali e le sfide segrete del gioco.