Assassin's Creed Chronicles: Russia e SMITE nei Games With Gold di giugno 2018 3

Il mese dell'E3 non sembra troppo scoppiattante sul fronte Games with Gold

RUBRICA di Giorgio Melani   —   01/06/2018

Indice

Stavamo giusto dicendo il mese scorso che i Games with Gold stavano inanellando una serie di mandate molto interessanti, tornando sui livelli che competevano all'iniziativa fino a un po' di tempo fa, che ci dobbiamo subito un po' ricredere: non vogliamo ovviamente fare i disfattisti, oltretutto su un programma che si limita a offrire giochi gratuiti agli abbonati, ma i titoli di questo mese non sembrano poter competere più di tanto con i Metal Gear Solid V e Vanquish del mese di maggio o con i The Witness e Assassin's Creed Syndicate di aprile. Ci accontentiamo comunque, considerando che anche i giochi di questa mandata possono rappresentare delle offerte interessanti per chi non ha avuto modo di provarli in precedenza.


Al di là di Assassin's Creed Chronicles: Russia, facente parte di una serie "minore" per quanto riguarda i celebri action adventure di Ubisoft, è soprattutto l'inclusione di SMITE a lasciare un po' perplessi: è vero che si tratta di un bundle con contenuti che varrebbero in totale addirittura 99 dollari, ma considerando che il gioco è un free-to-play la percezione dell'offerta risulta alquanto "cheap" a questa mandata. Certo nel mese dell'E3 era lecito aspettarsi qualcosa di più, anche solo per una questione di immagine, ma è chiaro a questo punto che i flussi "qualitativi", per così dire, delle lineup mensili di Games with Gold siano praticamente imperscrutabili a questo punto, dunque a prescindere dagli eventi ci possiamo aspettare di tutto. A proposito della conferenza Microsoft all'E3 2018, peraltro, potrebbero emergere novità interessanti per quanto riguarda i servizi Xbox, diventati ormai un vero e proprio pilastro di tutta la divisione: diverse voci di corridoio parlano di una possibile fusione tra Xbox Live Gold e Xbox Game Pass con pacchetti onnicomprensivi e prezzi riformulati, ma per questo non resta che attendere domenica 10 giugno alle ore 22:00 per saperne di più.

Assassin's Creed Chronicles: Russia - Xbox One (dal primo al 30 giugno)

Si conclude questo mese la serie degli Assassin's Creed Chronicles su Games with Gold, avendo già proposto nei mesi scorsi i capitoli China e India. Assassin's Creed Chronicles: Russia è l'ultimo capitolo della trilogia spin-off della serie principale che espande la trama fanta-storica della serie Ubisoft in oriente, svelando fronti della guerra eterna tra Templari e Assassini che non sono stati toccati in precedenza dai capitoli maggiori. Sebbene l'accoglienza di critica e pubblico non sia stata proprio entusiasta, l'esperimento di questa sotto-serie ha funzionato soprattutto per creare una sorta di universo espanso di Assassin's Creed, rivolgendosi in particolare ai fan più affezionati della serie che con questa hanno avuto modo di vedere in azione personaggi marginali rispetto alla linea videoludica standard ma interessanti, emersi magari su prodotti diversi come i fumetti.


Proprio da questi ultimi viene fuori il protagonista di questo capitolo, ovvero l'assassino russo Nikolai Orelov, personaggio principale anche dei fumetti Assassin's Creed: The Fall e Assassin's Creed: The Chain. Un ormai demotivato Nikolai si ritrova improvvisamente invischiato in una nuova avventura al fianco di Anastasia, l'ultima discendente degli zar sfuggita al massacro da parte dei bolscevichi che si rivela in possesso di strani e misteriosi poteri. Come gli altri Chronicles, anche questo presenta evidenti differenze rispetto alla serie regolare, trattandosi di una sorta di metroidvania in "2,5D", ovvero con struttura essenzialmente bidimensionale ma grafica in 3D. La meccanica è dunque più improntata sulle piattaforme e sul cercare nuove strade per raggiungere aree inesplorate, oltre a elementi stealth più marcati rispetto ai combattimenti standard. Pur non essendo paragonabile alla complessità dei capitoli classici, Assassin's Creed Chronicles: Russia merita quantomeno una prova per la sua particolare ambientazione, oltre a rappresentare un tassello comunque interessante nella grande mitologia di Assassin's Creed.

SMITE Gold Bundle - Xbox One (dal 16 giugno al 15 luglio)

SMITE Gold Bundle rappresenta forse allo stesso tempo sia l'offerta economicamente migliore vista finora sui Games with Gold, che una sorta di ironica "fregatura". Il fatto è che di base SMITE è un gioco gratuito, un free-to-play che consente di essere tranquillamente giocato a fondo senza spendere un centesimo, ma ovviamente con le micro-transazioni immancabili per personalizzare l'esperienza in vari modi. Quest'ultime compongono il valore monetario del Gold Bundle, che a quanto pare contiene materiali per un totale di ben 99 dollari. Questo determina la duplice valenza di questo regalo da parte di Microsoft: un pacchetto certamente ricco ma la cui utilità è piuttosto dubbia, considerando che il gioco stesso vale in effetti zero euro, essendo gratuito di base.


Insomma è pur vero che ricevere in regalo un titolo che di suo è gratuito non è forse il massimo, ma questo Gold Bundle rappresenta sicuramente il modo perfetto per lanciarsi a capofitto nel MOBA di Hi-Rez Studios con un biglietto di prima classe. Scaricando il bundle, insomma, avrete tutto quello che si può desiderare dal gioco e se questo dovesse prendervi vi ritrovereste sicuramente un vantaggio notevole con questa introduzione. Disponibile ormai da più di un lustro, SMITE ha raggiunto un'ottima popolarità e può contare su una community piuttosto numerosa e combattiva, dunque siete ancora in tempo per lanciarvi nella mischia sfruttando questa offerta. Nel gioco ci troviamo a scegliere il nostro combattente tra un roster di oltre 90 divinità ispirate a culture e religioni reali e prendere parte a modalità competitive a squadre in PvP di vario genere, svolgendosi secondo le dinamiche classiche del MOBA. La particolare caratterizzazione "divina" comporta ovviamente un cast alquanto variopinto, dotato di poteri e abilità speciali veramente particolari.

Sonic & All-Stars Racing Transformed - Xbox 360 e Xbox One (dal primo al 15 giugno)

Da buoni vecchi rivali, Mario e Sonic devono confrontarsi un po' su tutti i piani, pertanto non stupisce che anche Sonic abbia il suo racing game dedicato, come il celebre Mario Kart da parte di Nintendo. Le digressioni varie dell'icona Sega non sembrano aver incontrato più di tanto il favore di critica e pubblico in questi anni, ma all'interno di questa visione un po' bigia Sonic & All-Stars Racing Transformed si staglia come un ottimo titolo tra gli spin-off del porcospino blu. Dopo un primo capitolo con alti e bassi, questo seguito ha saputo ben arricchire la formula originale proponendo un migliore design delle piste e un comparto tecnico particolarmente avanzato, ma non solo. L'introduzione della dinamica delle trasformazioni, la cui padronanza diventa ben presto fondamentale per vincere, crea delle variazioni interessanti rispetto all'andamento classico del racing, costringendo a sperimentare più stili e modelli di guida in una stessa sessione e rimanendo comunque sempre molto accessibile e divertente.


Il fatto di passare da un momento all'altro dalla guida di un'auto da corsa a un motoscafo fino a un'aereo, com'è facile immaginarsi, introduce la possibilità di mettere in scena delle piste alquanto folli e variegate con situazioni di gara assolutamente irrealistiche ma anche decisamente divertenti. C'è anche un'altra caratteristica peculiare in Sonic & All-Stars Racing Transformed: pur trattandosi essenzialmente di un "kart racing" sulla falsariga di Mario Kart, con utilizzo di power-up e strategie varie, Sega e Sumo Digital l'hanno comunque impostato su un modello di guida in stile arcade che ricorda, in parte, le produzioni storiche della casa. Questo significa che la semplice guida risulta particolarmente piacevole, tra velocità e powerslide, anche al di là delle meccaniche più tipiche di questo sotto-genere di racing. A questo si aggiungono poi il carisma e i colori delle varie licenze Sega applicate ad arricchire il tutto.

LEGO Indiana Jones 2: The Adventure Continues - Xbox 360 e Xbox One (dal 16 al 30 giugno)

Ed eccoci al ritorno di un classico dei Games with Gold: l'arrivo di LEGO Indiana Jones 2: The Adventure Continues segna l'ennesima introduzione di un titolo della sconfinata serie LEGO all'interno del programma di giochi gratuiti per gli Xbox Live Gold, per cui a questo punto chi ha mantenuto l'abbonamento attivo da qualche anno dovrebbe avere in archivio una notevole collezione di titoli Traveller's Tale. Questo, in particolare, non brilla particolarmente rispetto ad altri ma il carisma del buon vecchio Indy dona al tutto un certo fascino. Anche in questo caso si tratta di un action adventure suddiviso in vari livelli che ripercorre alcune tappe storiche della saga cinematografica a cui è ispirato, secondo la meccanica tipica dei giochi LEGO.


Si tratta dunque di una buona alternanza tra fasi d'azione, qualche tocco di platform e soprattutto soluzione di enigmi che richiedono la costruzione di vari oggetti a partire dai mattoncini LEGO, cosa che risulta in una level design alquanto variegato e creativo. Altra caratteristica standard della serie che si riscontra anche qui è l'ampia presenza di collezionabili e segreti da sbloccare esplorando a fondo i vari livelli, raccogliendo mattoncini e oggetti nascosti in quantità industriali. Il citazionismo è ovviamente una colonna portante in questa tipologia di giochi e il fatto di avere a che fare con un materiale di partenza mitologico come la saga di Indiana Jones rappresenta un bel plus per LEGO Indiana Jones 2: The Adventure Continues, che raccoglie e reinterpreta alla solita maniera ironica alcune delle scene più memorabili della saga di Spielberg e Lucas. In definitiva, pur non brillando particolarmente anche tra le numerose produzioni di questo tipo, LEGO Indiana Jones 2: The Adventure Continues rappresenta comunque una buona offerta per grandi nostalgici e piccini appassionati di LEGO, possibilmente da giocare insieme mischiando le due categorie.