Assembla che ti Passa #198 25

AMD ha finalmente presentato la sua nuova linea di CPU e GPU a 7 nanometri

RUBRICA di Mattia Armani —   01/06/2019

Indice

Assembla che ti Passa è una rubrica settimanale che raccoglie le principali novità legate all'hardware da gioco PC e propone tre configurazioni, divise per fasce di prezzo, pensate per chi desidera assemblare o aggiornare la propria macchina. Come al solito i suggerimenti e le correzioni sono ben accette a patto che i toni siano adeguati. Un ulteriore consiglio è quello di leggere i paragrafi che presentano le configurazioni prima di dare battaglia nei commenti.

Il Computex di quest'anno, come previsto e promesso, è stato teatro dell'annuncio ufficiale dei chip Ryzen di terza generazione, i nuovi processori consumer a 7 nanometri basati su architettura Zen 2. A lungo attesi come maturazione della nuova filosofia AMD nel campo delle CPU, i prodotti della nuova famiglia di processori consumer non hanno deluso, almeno su carta, mettendo in campo un incremento prestazionale nell'ordine del 15%, supporto per memorie pensate per superare i 3600MHz come le nuove G.Skill TridentZ Neo, un modello equipaggiato con dodici core, una nuova serie con grafica Vega integrata, prezzi aggressivi, buoni consumi e compatibilità con le precedenti motherboard. E non è detto che sia necessario rinunciare a quest'ultima puntando a utilizzare il nuovo standard PCIe 4.0 che è stato attivato con successo su alcuni modelli basati su chipset 300 e 400. Per sfruttare l'interfaccia, ovviamente, serve un processore Ryzen 3000; non è certo che la tecnologia funzioni a pieno regime su tutti i modelli, ma qualcuno potrebbe sfruttare la retrocompatibilità per risparmiare qualcosa senza dover rinunciare alle nuove SSD M.2 di nuova generazione basate per l'appunto sul PCIe 4.0. Uno dei primi modelli a spuntare è stato quello da 2TB di AORUS, con formato M.2 2280 e dissipatore in rame a ricoprirne l'intera estensione, ma non è questo a colpirci. Sono le velocità, rese possibili dalla nuova interfaccia, ad attirare la nostra attenzione, con 4400MB/s in lettura e 5000MB/s in scrittura. E le prestazioni medie sono molto simili anche nel caso della SSD M.2 PCIe 4.0 presentata al Computex da Patriot che ha raggiunto velocità di trasferimento di circa 4.8GB, senza dissipatore. Niente male visto che l'unità Patriot, a differenza di quella GIGABYTE, monta ancora memoria TLC Toshiba BiCS3 e non BiCS4, ma garantisce comunque un salto netto rispetto ai 3500MB/s delle unità PCIe3 più veloci. Il tutto con firmware ancora in maturazione per una tecnologia destinata a raggiungere inevitabilmente traguardi sensibilmente più elevati in termini di trasferimento dati. Non punta invece a rivoluzionare nulla la prima GPU Navi AMD, che guarda più che altro al rapporto tra prezzo e prestazioni mitigando i problemi di consumo dell'architettura GCN e migliorando il rapporto di prestazioni per ciclo grazie al nuovo design RDNA.

Il salto vero verso il futuro delle GPU AMD, lo sappiamo da tempo, avverrà solo con la prossima generazione, ma dai dati emersi dal Computex sulla RX 5700, primo tra tutti il prezzo di 399 dollari di fronte a prestazioni superiori del 10% rispetto a quelle di una RTX 2070 in Strange Brigade, possiamo dare per scontato un aumento di competitività rispetto alle soluzioni Vega. E questo anche se le indiscrezioni parlano di TDP elevati, con 180W per quello base e 225W per quello più spinto, che però potrebbero non corrispondere ai reali consumi. Tra l'altro sembra che la RX 5700 sia un modello di fascia bassa, basata su una GPU Navi 10 la cui piastra (chiamata die) dovrebbe occupare una superficie di circa 255 mm², risultando poco più grande di quella da 232mm² della GPU della RX 580. Parliamo, quindi, di un'area decisamente inferiore a quella occupata dal die delle GPU di fascia alta che arrivano a 445mm² nel caso del chip TU-106-400 GPU, cuore della RTX 2070, e 495 mm² per quanto riguarda la Vega 64. Dimensioni analoghe a quelle che ci aspettiamo da una GPU di fascia alta Navi che grazie al processo produttivo a 7 nanometri potrebbe arrivare a numeri vertiginosi per quanto riguarda la conta dei transistor. E questi transistor potrebbero essere sfruttati meglio rispetto al passato, sempre che i rumor sul raddoppio da 4 a 8 shader engine dei chip Navi si riveli autentico. Non è il caso, però, di lasciarsi andare a troppe ipotesi. I dati ufficiali sono scarsi e ci aspettiamo qualche sorpresa per la presentazione ufficiale delle nuove GPU AMD, fissata per l'evento Next Horizon Gaming che si terrà durante l'ormai imminente E3 2019. Nel frattempo volgiamo lo sguardo verso lo strumento che permette alle schede video di esprimere tutta la loro potenza: il monitor. Ed eccoci di fronte al nuovo ASUS ROG Strix XG438Q, un pannello 4K 10-bit da 120Hz che si fa notare per l'utilizzo di un pannello VA ad alto contrasto capace di garantire 450 nits in condizioni normali e 600 con i contenuti HDR, il tutto condito da FreeSync di seconda generazione e da una copertura dello spazio di colore DCI-P3 del 90%. Niente male per un monitor dal design aggressivo che potrebbe risultare interessante, nonostante il refresh si fermi prima dei 144Hz di altri modelli, se il tempo di risposta effettivo e il prezzo dovessero essere in linea con le nostre speranze di comuni giocatori. Certo, non ci aspettiamo cifre particolarmente basse, ma tra FreeSync, dimensioni e relativo limite alla frequenza massima, confidiamo di pagare meno dei celeberrimi 4K a 144Hz di ASUS e ACER.

Aorus Nvme Gen4 Ssd

Configurazione Budget

La configurazione budget è quella orientata al risparmio ma non è necessariamente detto che non ci sia spazio per l'upgrade laddove si presentino prospettive interessanti. Le proposte di questa fascia includono soluzioni pensate per i giochi a basso profilo tecnico e build orientate al 1080p.

L'annuncio delle nuove CPU Ryzen non ha toccato la fascia bassa, lasciata orfana di nuovi modelli anche da Intel. Questo lascia ancora una volta campo libero al Ryzen 5 1600X, un processore da 6 core e 12 thread di poco inferiore a un R5 2600 stock e senza dubbio sufficiente a garantire una discreta longevità.

Complessivamente superiore alla GTX 1650 e attualmente più economica, la Radeon RX 570 da 4GB non brilla per consumi, ma garantisce un rapporto tra prezzo e prestazioni da record, confermando il suo posto fisso nella configurazione di fascia bassa. Torniamo, però, alla versione MSI ARMOR di cui conosciamo l'ottimo sistema di raffreddamento.

BUDGET Componente Prezzo
PROCESSORE AMD Ryzen 5 1600X 3.6-4.0GHz 135,00 euro
SCHEDA MADRE Asrock B450M-HDV 65,00 euro
SCHEDA VIDEO MSI Radeon RX 570 ARMOR OC 4GB 135,00 euro
RAM Ballistix Sport LT DDR4 3000MHz CL16 45,00 euro
ALIMENTATORE EVGA BT 450W 80+ Bronze 55,00 euro
HARD DISK Seagate Barracuda 1TB 40,00 euro
CASE Thermaltake Versa H18 Mini Tower 45,00 euro
OPTICAL DISK DRIVE - 00.00 euro
TOTALE: € 520.00

Configurazione Gaming

Nella fascia gaming di solito si trovano quelle componenti che consentono di affrontare il gioco su PC senza paura e di tenere duro per qualche tempo. La resa dei conti con il frame rate è dietro l'angolo ma, con una buona base, è sempre possibile vendere la GPU vecchia prima che si svaluti troppo in modo da acquistarne una nuova giusto in tempo per affrontare il prossimo kolossal videoludico spacca hardware.

L'imminente arrivo dei nuovi processori AMD manderà presto in pensione le attuali CPU di fascia media, sostituendo direttamente il Ryzen 5 2600 con un nuovo modello che promette di essere decisamente più prestante. Ma quest'ultimo torna comunque nella configurazione grazie a un calo di prezzo sensibile causato proprio dall'annuncio dei nuovi Ryzen.

Anche nel caso della GeForce GTX 1660 ci troviamo a un calo di prezzo, in questo caso per la versione ZOTAC Gaming a due ventole, che risulta importante nell'aumentare la convenienza di quella che probabilmente è già la GTX Turing più equilibrata per rapporto tra prezzo e prestazioni, vicina alla RX 290 per potenza ma caratterizzata da consumi e temperature inferiori.

GAMING Componente Prezzo
PROCESSORE AMD Ryzen 5 2600 3.4-3.9GHz 145,00 euro
SCHEDA MADRE MSI B450M GAMING PLUS 85,00 euro
SCHEDA VIDEO ZOTAC GeForce GTX 1660 Gaming 6GB 225,00 euro
RAM Ballistix Sport LT 2x8GB 3200MHz CL16 105,00 euro
ALIMENTATORE Corsair CX550 80+ Bronze 65,00 euro
HARD DISK Samsung 860 Evo 500GB SATA III 75,00 euro
CASE Corsair Carbide SPEC-04 Mid Tower 60.00 euro
OPTICAL DISK DRIVE - 00.00 euro
TOTALE: € 760.00

Commento Hardware

La configurazione spinta ha un senso compiuto solo per chi punta a risoluzioni elevate, consapevole che il lusso spesso non va a braccetto con la razionalità. D'altronde, diciamocelo, a chi non piace avere un bel motore sotto il cofano anche se c'è da rispettare il limite di velocità?

AMD ha finalmente annunciato la nuova serie di processori Ryzen che promette di spodestare i processori Intel per potenza e di recuperare, se non ribaltare, anche la sfida in termini di IPC e quindi le prestazioni in diversi giochi fin'ora monopolio delle teste di serie della famiglia Core. Fino al sette luglio, però, il processore consumer più potente in circolazione, resterà il Core i9-9900K.

Puntiamo al massimo, quindi, e lo facciamo anche per la GPU, spendendo una cifra generosa, sebbene inferiore di qualche decina di euro rispetto alle scorse settimane, per una versione raffreddata a liquido della scheda video consumer più potente in circolazione. Ed è una scheda che oltre al water block, funzionale a garantire anche ampi margini di overclock, mette in campo sette uscite video e un'illuminazione RGB spettacolare.

EXTRA Componente Prezzo
PROCESSORE Intel Core i9-9900K 3.6-5.0GHz / Corsair H115i PRO RGB 635,00 euro
SCHEDA MADRE GIGABYTE Z390 AORUS MASTER 290,00 euro
SCHEDA VIDEO MSI GeForce RTX 2080 Ti GAMING X TRIO 11GB 1350,00 euro
RAM G.Skill F4 2x8GB DDR4 3600MHz CL15 255,00 euro
ALIMENTATORE Corsair RM1000x P2 80+ Gold 145,00 euro
HARD DISK ADATA XPG SX8200 Pro 960GB M.2 160,00 euro
CASE NZXT H700i Mid Tower 200,00 euro
OPTICAL DISK DRIVE - 00.00 euro
TOTALE: € 3035.00

#Assembla che ti Passa

Assembla che ti Passa