Assembla che ti Passa #236 51

Nel nuovo Assembla che ti Passa parliamo di eventi a rischio, di nuove GPU e di novità per la realtà virtuale

RUBRICA di Mattia Armani —   22/02/2020

Indice

Assembla che ti Passa è una rubrica settimanale che raccoglie le principali novità legate all'hardware da gioco PC e propone tre configurazioni, divise per fasce di prezzo, pensate per chi desidera assemblare o aggiornare la propria macchina. Come al solito i suggerimenti e le correzioni sono ben accette a patto che i toni siano adeguati. Un ulteriore consiglio è quello di leggere i paragrafi che presentano le configurazioni prima di dare battaglia nei commenti.

Mentre lo stivale affronta il primo vero focolaio del Coronavirus COVID-19, l'intero pianeta è alle prese con gli effetti collaterali di un epidemia che ha portato Facebook ad annullare la sua partecipazione al Games Developer Conference e Sony a ritirarsi dal PAX East, suscitando preoccupazioni diffuse per la possibile cancellazione degli eventi principali della scena tecnologica. D'altronde è proprio quello che è successo con il Mobile World Congress, annullato per evitare i rischi di contagio, e in egual misura l'accusa di negligenza con possibili conseguenze dirette sulle vendite, in manifestazioni che raccolgono in spazi chiusi migliaia di persone. Ma nonostante il timore, sempre più fondato, delle cancellazioni e del possibile ritardo di console, visori e componenti hardware, gli annunci potrebbero trovare comunque una strada verso di noi, slittando sul web, come già successo nel caso dei nuovi smartphone, che ormai fa parte integrante del tessuto commerciale e sociale dell'umanità. Anche nello scenario peggiore potremmo quindi trovarci di fronte, a breve, alla presentazione delle nuove GeForce RTX 3000, con il CEO di NVIDIA, Jen-Hsun "Jensen" Huang, che, parlando del recente record di 314 dollari raggiunto dalle azioni della compagnia, ha anticipato novità per la GPU Technology Conference di fine marzo. Non è detto, però, che si tratti delle GPU consumer basate su Ampere, con il debutto della nuova architettura a 7 nanometri che potrebbe avvenire con la classica versione professionale per supercomputer e datacenter, anticipando le RTX 3080 e RTX 3070 che potrebbero essere mostrate durante eventi destinati ai giocatori come l'E3 o la GamesCom, sempre ovviamente che non vengano cancellate. In ogni caso ci aspettiamo che le nuove GeForce arrivino entro il terzo trimestre del 2020, spingendo ulteriormente le azioni NVIDIA nel caso in cui le indiscrezioni sulla potenza smisurata e il prezzo diminuito si rivelino veritiere. Dovranno però vedersela con le nuove soluzioni di una AMD a quanto pare decisa a giocarsela di nuovo nella fascia alta con le nuove BIG Navi, schede basate su transistor a 7 nanometri di seconda generazione che promettono un bel salto rispetto alla Radeon RX 5700 XT, al momento soluzione di punta AMD, escludendo la Radeon VII distribuita solo in edizione limitata. Anche quest'ultima, però, dovrebbe essere letteralmente schiacciata da una serie che promette almeno un modello in grado di superare di un 17% una GeForce RTX 2080 Ti e quindi di potersi muovere con discreta agilità nel campo del 4K. Potrebbe quindi trovare un buon collocamento, con un prezzo adeguato, magari affiancando in quanto a prestazioni una GeForce RTX 3080.

Xfx Radeon Rx 5700 Xt Thicc Iii Ultra 5

Ma è davvero presto per festeggiare. Con incognite come i prezzi di lancio, il supporto per l'accelerazione del ray tracing e le prestazioni effettive è davvero troppo presto per parlare di un ritorno a un clima di concorrenza a tutto tondo anche nel campo delle GPU, ma la speranza è forte, corroborata sia dall'addio ai limiti dell'architettura GCN, sia dal piccolo miracolo fatto da AMD nel campo delle CPU. Non sappiamo invece cosa pensare della realtà virtuale in un momento in cui l'attenzione si è riaccesa grazie a Half-Life: Alyx, ma i numeri globali sono ancora tremendamente bassi. Le vendite del Valve Index sono si raddoppiate grazie all'annuncio del titolo e si sono fermate solo a causa dell'esaurimento delle scorte, ma il panorama globale, nonostante diversi giochi di valore in circolazione, ci porta a essere cauti circa la possibilità che i visori 3D siano pronti a uscire dalla loro nicchia. Le vendite sono cresciute, passando dai meno di 4 milioni complessivi del 2017 ai circa 6 milioni del 2019, ma sono spalmate su diverse piattaforme, con il PlayStation VR che oltre a risultare ben più limitato, cosa inevitabile visto il prezzo contenuto, sta arrivando a fine vita con PlayStation V. Eppure il mercato ci crede. Steam ha tirato fuori un nuovo gioco dopo un lungo silenzio e ha realizzato un sistema di tracking eccellente che ritroviamo parlando dei nuovi visori HTC Vive, tutti contraddistinti dall'estetica classica della serie, dal visore apribile, dalla risoluzione di 1440x1700 pixel e diverse altre tecnologie per migliorare l'immagine. Sono però differenziati proprio dal tracking che per il Vive Cosmos Play, modello entry level da 500 dollari, si affida a un sistema da sei fotocamere, abbinate ovviamente ai controller Cosmos. Il modello da 700 dollari, chiamato semplicemente Cosmos, sfrutta invece 6 telecamere per rilevare i movimenti del giocatore, mentre il Vive Cosmos Elite, il cui prezzo arriva a 900 dollari, include due controller più avanzati wand e due base station SteamVR che dovrebbero garantire il top in termini di tracking. Non mancherà, infine, un Cosmos XR per sviluppatori con doppia telecamera passthrough che come i precedenti arriverà sul mercato nel secondo trimestre del 2020, anche se inizialmente in forma di dev kit come lascia intuire l'assenza di informazioni sul prezzo. Dovremmo però saperne di più durante la GDC, anche se non abbiamo fretta vista la lunga strada che dovrà percorrere questa tecnologia prima che il rapporto tra qualità dell'esperienza e prezzo la renda appetibile per il mercato di massa, dando finalmente il via all'era della realtà virtuale.

Htc Vive Cosmos

Configurazione Budget

La configurazione budget è quella orientata al risparmio ma non è detto che non ci sia spazio per l'upgrade laddove si presentino prospettive interessanti. Le proposte di questa fascia includono soluzioni pensate per i giochi a basso profilo tecnico e build orientate al 1080p.

Il piccolo rincaro sui processori di questa settimana non ci scoraggia dall'adottare il Ryzen 5 1600, nella versione AF a 12 nanometri caratterizzato da un rapporto tra prezzo e potenza complessiva difficile da battere. Con molti giochi siamo infatti dalle parti del Ryzen 5 2600, con 6 core e 12 thread che garantiscono un buon margine di manovra anche nel caso di multitasking e applicazioni di uso comune.

Anche il resto della configurazione resta pressoché identico, con la Radeon RX 570 da 4GB di XFX che garantisce ottime prestazioni, almeno per questa fascia, a un prezzo decisamente contenuto. Abbiamo però cambiato alimentatore, a causa di qualche rialzo che ha colpito altri modelli, e cambiamo il case, puntando sul DeepCool Matrexx 55 che nella versione con RGB programmabile costa poco di più.

BUDGET Componente Prezzo
PROCESSORE AMD Ryzen 5 1600AF 3.2-3.4GHz 110,00 €
SCHEDA MADRE Gigabyte B450M DS3H 70,00 €
SCHEDA VIDEO XFX RS Radeon RX 570 Triple X 4GB 135,00 €
RAM Crucial Ballistix Sport LT 8 DDR4 2666MHz CL16 35,00 €
ALIMENTATORE EVGA 450 BT 80+ Bronze 50,00 €
HARD DISK Kingston SSD A400 480GB 65,00 €
CASE DeepCool Matrexx 55 Mid Tower 60,00 €
OPTICAL DISK DRIVE 00.00 €
TOTALE: € 525.00

Configurazione Gaming

Nella fascia gaming di solito si trovano quelle componenti che consentono di affrontare il gioco su PC senza paura e di tenere duro per qualche tempo. La resa dei conti con il frame rate è dietro l'angolo ma, con una buona base, è sempre possibile vendere la GPU vecchia prima che si svaluti troppo in modo da acquistarne una nuova giusto in tempo per affrontare il prossimo kolossal videoludico spacca hardware.

Nella fascia media oscilliamo ancora una volta tornando da AMD a Intel, ingolositi dall'ottimo rapporto tra prezzo e prestazioni in gioco del Core i5-9400F. Non certo adatto a chi vuole più potenza bruta, vista la mancanza dell'Hyperthreading, il processore Intel è adatto a chi non ha alcuna intenzione di mettere mano ad alcun tipo di overclock.

Non cambiamo invece GPU, vista la disponibilità della Radeon RX 5600 XT di PowerColor a poco più di 300 euro. Abbastanza per dimenticare dei limiti dell'overclock di fronte a una scheda che garantisce un ottimo rapporto tra prezzo e qualità, spingendosi a framerate elevati in 1080p e toccando molto spesso i 60 e più frame per secondo in 1440p.

GAMING Componente Prezzo
PROCESSORE Intel Core i5-9400F 2.9-4.1GHz 170,00 €
SCHEDA MADRE Asrock B365M Pro4 95,00 €
SCHEDA VIDEO PowerColor RadeonTM RX 5600 XT 6GB 305,00 €
RAM Crucial Ballistix Sport LT 2x8GB 3000MHz CL15 80,00 €
ALIMENTATORE Riotoro Enigma G2 750W 80+ White 70,00 €
HARD DISK Samsung 860 Evo 500GB SATA III 80,00 €
CASE Corsair Carbide 275R Mid Tower 75.00 €
OPTICAL DISK DRIVE - 00.00 €
TOTALE: € 875.00

Configurazione Extra

La configurazione spinta ha un senso compiuto solo per chi punta a risoluzioni elevate, consapevole che il lusso spesso non va a braccetto con la razionalità. D'altronde, diciamocelo, a chi non piace avere un bel motore sotto il cofano anche se c'è da rispettare il limite di velocità?

Questa settimana ci buttiamo su una configurazione che guarda in alto ma punta principalmente ai videogiochi, mantenendo come processore il Core i7-9700K che pur limitato in quanto a potenza bruta, sfiora il top in ambito gaming, cosa utile puntando ad avere framerate estremamente elevati in 1080p.Inoltre conta comunque 8 core che anche in assenza dell'Hyperthreading se la cavano bene durante l'uso quotidiano del PC.

Come dicevamo, la configurazione di questa settimana è pensata per avere il massimo delle prestazioni in gioco senza esagerazioni, cosa che da una parte ci porta a risparmiare qualcosa sulla CPU, ma spinge verso la GPU consumer più potente in commercio. Parliamo ovviamente della GeFOrce RTX 2080 Ti, che nella versione Gaming AMP a 3 ventole è reperibile a circa 1200 euro.

EXTRA Componente Prezzo
PROCESSORE Intel Core i7-9700K 3.6-4.9GHz
Noctua NH-D15
490,00 €
SCHEDA MADRE ASUS TUF Z390-PLUS GAMING WiFi 170,00 €
SCHEDA VIDEO ZOTAC GAMING RTX 2080 Ti AMP 11GB 1200,00 €
RAM G. Skill Trident Z RGB 2x8GB DDR4 3200MHz CL16 115,00 €
ALIMENTATORE Corsair RM850x 80+ Gold Bianco 145,00 €
HARD DISK ADATA XPG SX8200 Pro 960GB M.2 170,00 €
CASE NZXT H510 Elite Mid Tower 160,00 €
OPTICAL DISK DRIVE - 00.00 €
TOTALE: € 2450.00