Assembla che ti Passa #272

I nuovi Ryzen si sono rivelati all'altezza delle promesse ma Intel prepara la controffensiva, a quanto pare guardando anche al budget.

RUBRICA di Mattia Armani —   07/11/2020
44

Assembla che ti Passa è una rubrica settimanale che raccoglie le principali novità legate all'hardware da gioco PC e propone tre configurazioni, divise per fasce di prezzo, pensate per chi desidera assemblare o aggiornare la propria macchina. Come al solito i suggerimenti sono graditi e le correzioni ben accette, a patto che i toni siano adeguati. Un ulteriore consiglio è quello di leggere i paragrafi che presentano le configurazioni prima di dare battaglia nei commenti.

L'evento della settimana è il lancio dei nuovi processori AMD Ryzen 5000, come abbiamo visto capaci di allungare il passo sia per potenza bruta che prestazioni single core sfoggiando numeri davvero impressionanti. Ed è anche da questi che deriva un netto miglioramento nel gaming in 1080p, una risoluzione ancora utilizzata in ogni fascia e sensibile alle prestazioni del processore. In alcuni titoli la concorrenza ha conservato un vantaggio, ma questo si è ristretto mentre in moltissimi casi è diventato un vantaggio, anche netto, per i nuovi Ryzen, ormai inattaccabili da ogni punto di vista. Certo, i prezzi sono saliti, ma il pacchetto è completo, compreso un aumento netto di prestazioni anche in 720p, a dimostrare l'efficacia nella nuova architettura nel ridurre il peso della CPU sulla GPU, e compreso il supporto PCIe 4.0, introdotto con la generazione precedente.

Non è un caso che i Ryzen 5000 siano andati esauriti in pochissimo tempo, anche se è probabile che anche in questo caso, in modo analogo a quanto accade con le GeForce NVIDIA, la disponibilità sia ridotta. D'altronde siamo in un momento particolare tra la pandemia, che imperversa, e i relativi effetti collaterali, aggravati dalla decisione di gran parte delle compagnie di concentrare tutte le nuove uscite proprio in questo periodo. Siamo infatti partiti, non molto tempo fa, con il lancio degli ultraportatili con chip Intel Tiger Lake e quelli con CPU Ryzen 3000C, entrambi pensati per alzare notevolmente l'asticella di ultraportatili e Chromebook. Parliamo quindi di volumi di produzione elevati ai quali si sono sommati quelli delle nuove console, quelli delle GeForce Ampere, quelli dei Ryzen 5000 e quelli delle Radeon 6000, in arrivo a breve. Non stupisce quindi che alcuni di questi prodotti soffrano di problemi di reperibilità, speriamo destinati a risolversi rapidamente.

Amd Ryzen 5 5600X 5

In ogni caso Radeon ha promesso una buona disponibilità per le sue nuove schede di fascia alta, a quanto pare capaci di confrontarsi faccia a faccia con i corrispettivi della serie GeForce Ampere. Ci aspettiamo qualche compromesso per il ray tracing, ma ci aspettiamo anche qualche sorpresa da tecnologie come la Smart Access Cache, capace di interfacciarsi con la memoria dei processori Ryzen per migliorare le prestazioni in gioco. Probabilmente Intel mira a fare qualcosa di simile con le versioni desktop delle GPU Intel Xe, ma AMD ha giocato d'anticipo anche in questo caso dopo aver già battuto la strada per quanto riguarda l'overclock nella fascia media e bassa e per l'implementazione dell'interfaccia PCIe 4.0.

Da qui l'attesa di molti fan Intel della serie Rocket Lake che supporterà il nuovo standard di connessione, restando però ancorata ai 14 nanometri e a un'architettura datata, per quanto capace di tirare fuori ottime prestazioni grazie a frequenze sempre più elevate. Ma l'aumento del clock, secondo quanto affermano le ultime indiscrezioni, non sarà l'unico punto di forza di Rocket Lake. Si parla infatti di retrocompatibilità con le schede madri della serie 400 e anche di overclock per le schede madre budget, speriamo accompagnate da modelli di fascia bassa e media con frequenze sbloccate. D'altronde se Intel ha intenzione di giocare sulla convenienza, campo abbastanza nuovo per il gigante delle CPU, deve farlo sul serio per distrarre l'attenzione da una AMD ben più piccola dal punto di vista aziendale, ma decisamente lanciata.

Lo conferma anche il pronto supporto ai Ryzen da parte dei partner che, vista la mancanza di un chipset della serie 600, hanno tirato fuori nuove schede madri della serie 500 con un'alimentazione migliore e memorie pensate per sfruttare a fondo i Ryzen. Questa volta infatti l'interconnessione Infinity Fabric permette di godere di vantaggi tangibili anche con memorie da 4000MHz, tirate già fuori da G.Skill che ha aggiornato le celebri Trident Z Neo, mantenendo latenze buone con CL16-19-19-39. Ma ci sono anche kit da 3800MHz con CL14-16-16-36 e kit da 3600MHz con CL14-15-15-35 che potrebbero portare o meno vantaggi con la Smart Access Cache delle nuove Radeon. Per questo siamo molto curiosi di vederle all'opera, allettati dalle prime informazioni su modelli che includono il promesso Rage Mode, un overclock di sistema che dovrebbe spremere il sistema, senza però raggiungere i limiti delle schede.

Radeon Rx 6800 Xt

Dalle prime informazioni sulla ASUS ROG Strix Radeon RX 6800 emerge infatti una modalità Turbo pensata per portare i limiti di temperatura fino a 95 gradi toccando i 2250MHz promessi da lisa su. La modalità Rage invece dovrebbe fermarsi a 1990MHz, al pari delle modalità Balanced e Quiet, mantenendo però temperature più ragionevoli nell'ottica dell'uso prolungato. Ma si parla anche di una diminuzione netta delle frequenze, che potrebbe comportare uno scarto prestazionale importante. Lo verificheremo presto, comunque, con la data di lancio delle nuove Radeon fissata per il 18 novembre. La prima GPU Intel Xe DG1, però, potrebbe essere dietro l'angolo. Si parla di fine anno infatti per i primi prodotti, presumibilmente preassemblati e laptop, dotati di soluzioni grafiche presumibilmente orientate alla fascia media. Nel frattempo Intel è al lavoro sui modelli DG2 con una scheda che stando alle prime indiscrezioni è in fase di test e gode di una potenza simile a quella di una RTX 3070. Non si sa nulla, però, di potenzialità ray tracing e di eventuali upscaling basati sull'intelligenza artificiale, entrambi fattori rilevanti per le GPU di nuova generazione.

Configurazione Budget

La configurazione budget è quella orientata al risparmio ma non è detto che non ci sia spazio per l'upgrade laddove si presentino prospettive interessanti. Le proposte di questa fascia includono soluzioni pensate per i giochi a basso profilo tecnico e build orientate al 1080p.

Difficile da trovare e sovrapprezzato, il Ryzen 3 3300X resta un'opzione estremamente allettante, battuta però in convenienza sia dal Ryzen 3 3100, comunque dotato di quattro core e otto thread, sia dal Core i3-9100F che pur modesto, garantisce buone prestazioni in gioco a meno di 80 euro. Torna in campo, quindi, per una configurazione particolarmente economica.

Per vedere GPU di fascia bassa di nuova generazione ci vorrà probabilmente parecchio tempo. Nel frattempo la RX 570 resta costosa, forse anche a causa di una carenza di disponibilità estesa a molti prodotti AMD della scorsa generazione, lasciando anche questa settimana campo libero alla GeForce GTX 1650 Super, più economica e più potente.

BUDGET Componente Prezzo
PROCESSORE Core i3-9100F 3.6-4.2 GHz 80,00 €
SCHEDA MADRE MSI B365M PRO-VH 65,00 €
SCHEDA VIDEO Inno3D GeForce GTX 1650 Super Twin 4GB 160,00 €
RAM G.Skill Aegis 2x8GB 3200MHz CL16 60,00 €
ALIMENTATORE EVGA 450 BR 80+ Bronze 45,00 €
HARD DISK Kingston A400 480GB SATA III 50,00 €
CASE Kolink Nimbus RGB Mid Tower 50,00 €
TOTALE 510,00 €

Configurazione Gaming

Nella fascia gaming di solito si trovano quelle componenti che consentono di affrontare il gioco su PC senza paura e di tenere duro per qualche tempo. La resa dei conti con il frame rate è dietro l'angolo ma, con una buona base, è sempre possibile vendere la GPU vecchia prima che si svaluti troppo in modo da acquistarne una nuova giusto in tempo per affrontare il prossimo kolossal videoludico spacca hardware.

Questa settimana accogliamo il Ryzen 5 5600X, esaurito presso AMD e sovraprezzato altrove ma probabilmente di nuovo disponibile a breve, che nelle nostre prove si è dimostrato capace di tallonare un Ryzen 3700X per potenza bruta, pur avendo due core in meno, tirando fuori prestazioni in gioco da processore di fascia alta. Nel gaming non risulta infatti molto più lento di un ben più carrozzato Ryzen 9 5900X, arrivando a battersela in diversi titoli con processori ben più costosi della concorrenza.

Per la GPU di fascia media puntiamo ancora una volta sul rapporto tra prezzo e prestazioni, sconsigliando un acquisto in questo frangente a meno di necessità impellenti. D'altronde nei prossimi mesi arriveranno la RTX 3060 e la RX 6700, molto probabilmente destinate a essere molto più potenti e forse anche più abbordabili delle soluzioni attualmente in commercio.

GAMING Componente Prezzo
PROCESSORE AMD Ryzen 5 5600X 3.7-4.6GHz 380,00 €
SCHEDA MADRE MSI B550-A PRO 120,00 €
SCHEDA VIDEO PowerColor Radeon™ RX 5600 XT 6GB 295,00 €
RAM Crucial Ballistix 2x8GB 3600MHz CL16 75,00 €
ALIMENTATORE FSP Hydro PRO 600W 80+ Bronze 80,00 €
HARD DISK Samsung 860 Evo 500GB SATA III 60,00 €
CASE Corsair R275 Airflow Mid Tower 80.00 €
TOTALE 1090.00 €

Configurazione Extra

La configurazione spinta ha un senso compiuto solo per chi punta a risoluzioni elevate, consapevole che il lusso spesso non va a braccetto con la razionalità. D'altronde, diciamocelo, a chi non piace avere un bel motore sotto il cofano anche se c'è da rispettare il limite di velocità?

Anche nella fascia più alta accogliamo un nuovo processore Ryzen, puntando su un modello che potrebbe risultare il più bilanciato, equipaggiando lo stesso numero di core delle controparti montate su console di nuova generazione, per una configurazione da gioco di fascia alta. D'altronde se la batte con i top di gamma della concorrenza tirando fuori prestazioni molto elevate, anche nel gaming in 1080p. Il prezzo è gonfiato rispetto a quello consigliato, ma meno di quello degli altri Ryzen 5000.

Mentre attendiamo spasmodicamente le nuove Radeon, la scelta per avere il top senza scivolare nella sfera professionale è la GeForce RTX 3080, come sappiamo potente e spinta dal DLSS 2.0. Certo, è difficilissima da trovare e la versione Founders Edition è al momento irreperibile, ma ci lascia il tempo di verificare l'offerta della concorrenza e c'è speranza che per fine novembre la disponibilità possa aumentare.

EXTRA Componente Prezzo
PROCESSORE Ryzen 9 5800X 3.8-4.7GHz 615,00 €
DISSIPATORE Scythe Ninja 5 70,00 €
SCHEDA MADRE ASRock X570 Steel Legend 195,00 €
SCHEDA VIDEO NVIDIA GeForce RTX 3080 Founders Edition 8GB 720,00 €
RAM G.Skill Trident Z 2x16GB DDR4 3600MHz CL15 170,00 €
ALIMENTATORE ANTEC HCG-850 80+ Gold 130,00 €
HARD DISK Sabrent Rocket 1TB M.2 150,00 €
CASE NZXT H710 Mid Tower 160,00 €
TOTALE 2210.00 €