Assembla che ti Passa #274

Mentre attraversiamo un autunno pieno di novità golose ma introvabili, NVIDIA spinge su GeForce Now, una possibile opzione per perdere il day one di Cyberpunk 2077

RUBRICA di Mattia Armani —   21/11/2020
45

Assembla che ti Passa è una rubrica settimanale che raccoglie le principali novità legate all'hardware da gioco PC e propone tre configurazioni, divise per fasce di prezzo, pensate per chi desidera assemblare o aggiornare la propria macchina. Come al solito i suggerimenti sono graditi e le correzioni ben accette, a patto che i toni siano adeguati. Un ulteriore consiglio è quello di leggere i paragrafi che presentano le configurazioni prima di dare battaglia nei commenti.

L'evento della settimana è il gran ritorno di AMD nel segmento delle schede video di fascia alta con una doppietta di schede che, destinata a essere seguita da un modello ancora più potente in arrivo l'8 dicembre, punta sulla potenza bruta garantendo un rapporto elevato tra il framerate in rendering standard e il prezzo. Ottime quindi per chi non guarda al ray tracing e punta alle basse e medie risoluzioni ad altissimo framerate, laddove anche la mancanza del DLSS nei giochi supportati dalla tecnologia NVIDIA ha un impatto inferiore. Questa però si fa sentire in 4K e diventa vitale quando l'Ultra HD si combina il ray tracing che risulta più difficile da digerire per l'hardware dedicato delle schede Radeon RX 6000. Va però detto che in titoli come Godfall e DIRT 5 i risultati sono buoni, segno che l'ottimizzazione e le tecnologie FidelityFX hanno un impatto sensibile sulle prestazioni. Inoltre all'orizzonte ci sono l'arrivo dell'evoluzione in chiave ray tracing delle librerie Vulkan, un ambiente in cui le Radeon godono di una spinta in più, e la tecnologia Super Resolution basata sull'intelligenza artificiale che pur in mancanza di hardware dedicato al machine learning promette di dare un'ulteriore spinta alle schede AMD, come abbiamo detto forti di una notevole potenza bruta che fa sperare in margini di miglioramento notevoli.

Radeon Rx 6800 2

Inoltre le Radeon RX 6000 possono attingere alla Smart Access Cache e le RX 6800 XT e 6900 XT hanno a disposizione anche il Rage Mode, un overclock di sistema che va a sottolineare i vantaggi del produrre sia le proprie CPU che le proprie GPU. Questo a patto di riuscire a comprare uno dei processori della serie Ryzen 5000 e di possedere una scheda madre B550 o X570. Non è necessario però averne una per godere delle nuove CPU AMD, come promesso compatibili anche con le schede madri X470 e anche con alcune schede madri B450 considerate degne di ricevere l'update del BIOS necessario per far funzionare i processori Zen 3. Anzi, alcune lo hanno già ricevuto e si tratta di svariati modelli ASRock tra cui le troviamo quasi tutte le Pro 4, due Fatality, tre Steel Legend e persino modelli decisamente economici Come la B450M-HDV e la B450-HDV R4.0.

La Radeon RX 6800 XT, comunque, è un'ottima scheda da overclock, a prescindere dal sistema su cui la si installa, come dimostrato dall'overclocker Lucky_n00b di che ha raggiunto 2650MHz, con uno scatto notevole sul boost di fabbrica di 2250MHz, utilizzando il dissipatore stock. Abbastanza da superare, seppure di un soffio, il punteggio di una ASUR ROG Strix RTX 3090 OC in FireStrike, stabilendo un nuovo record con 47932 punti alla voce grafica. Non male per una scheda da 680 euro che non è certo priva di difetti, soprattutto per chi punta al 4K con ray tracing attivo, ma anche testimonial perfetto per il netto passo avanti in termini di ottimizzazione e raffreddamento della serie RDNA 2. Ed è un mattone per il futuro, vista l'intenzione di AMD di rilanciare in tempi non troppo lunghi con una serie di GPU RDNA 3 che promette un altro miglioramento del 50% in termini di efficienza. Si prospetta quindi un altro salto netto in termini di potenza che presumiamo sarà accompagnato una spinta maggiore sul ray tracing e dalla disponibilità di un upscaling bastato sull'intelligenza artificiale.

Al momento comunque l'offerta NVIDIA risulta più completa e lungimirante grazie al DLSS che gode su un supporto in continuo aumento e garantisce margini di manovra decisamente più ampi, consentendo di godere del ray tracing anche in 4K. Inoltre all'orizzonte c'è anche la GeForce RTX 3060 Ti che, già svelata in via pressoché ufficiale da alcuni retailer e quanto pare in arrivo il 2 dicembre, sarà presumibilmente destinata a finire intorno ai 400 euro di prezzo con prestazioni superiori a un RTX 2080 Super. I rumor parlano di un lancio a breve e questo significa che nella fascia media sarà l'unica opzione per qualche tempo, con cosa che darebbe alla scheda un bel vantaggio sempre che la disponibilità sia sufficiente. NVIDIA ha infatti confermato, almeno per le RTX 3000 già in commercio, che il numero di schede prodotte non sarà sufficiente a soddisfare la domanda fino ai primi mesi del 2021, rendendo reali le preoccupazioni di chi ha aspettato proprio questo autunno per cambiare PC e non è riuscito ad accaparrarsi una delle poche schede in circolazione. Ma si tratta di un problema decisamente diffuso.

Nvidia Geforce Rtx 3080 Fe 1

Poche GeForce, poche Radeon, pochi Ryzen 5000 e poche console sono il mantra di un autunno entusiasmante per le novità ma affollato e comunque caratterizzato da un'altissima domanda, dovuta anche alla clausura da Covid-19 che rientra anche tra i motivi delle difficoltà di produzione. Inutile lamentarsi, quindi, sperando di riuscire a comprare l'oggetto del nostro desiderio il prima possibile, magari entro il lancio di Cyberpunk 2077. Chi ha una buona connessione, comunque, ha la possibilità di ricorrere a GeForce Now per giocare al titolo CD Project con il ray tracing al massimo, anche da un vecchio computer, da un tablet e a breve anche su Safari per iOS, con il supporto in arrivo attraverso una webpage dedicata, in stile Chromebook, che consentirà a NVIDIA anche di riportare Fortnite sui dispositivi Apple. Potrebbe dare quindi una spinta vigorosa al servizio di gioco in streaming, da molti snobbato vista la necessità di comprare i giochi, ma in continua evoluzione in quanto a tecnologia e numero di giochi supportati, arrivato a quota 750.

Configurazione Budget

La configurazione budget è quella orientata al risparmio ma non è detto che non ci sia spazio per l'upgrade laddove si presentino prospettive interessanti. Le proposte di questa fascia includono soluzioni pensate per i giochi a basso profilo tecnico e build orientate al 1080p.

Il 2020 ha visto arrivare un sacco di roba interessante, tutta difficile da trovare a causa della combinazione tra una domanda altissima e una situazione mondiale drammatica. Basti pensare alle difficoltà nel trovare processori ormai in giro da tempo come il Ryzen 3 3100 e il Ryzen 3300X, tra le migliori opzioni per la fascia bassa. Il Ryzen 3 9100F, però, garantisce comunque buone prestazioni in gioco per una spesa davvero minima.

Prima di vedere nuove GPU pensate per la fascia bassa dovremo aspettare il 2021 inoltrato. D'altronde quando arriva nuova tecnologia le linee produttive sono riservate ai modelli che fanno gola agli early adopter, spesso disposti a spendere cifre corpose per avere la scheda video che desiderano. Ma la GeForce GTX 1650 Super offre comunque un riparo sicuro, almeno per il momento vista la tendenza al rialzo dei prezzi dei modelli più convenienti.

BUDGET Componente Prezzo
PROCESSORE Core i3-9100F 3.6-4.2 GHz 90,00 €
SCHEDA MADRE MSI B365M PRO-VH 60,00 €
SCHEDA VIDEO EVGA GeForce GTX 1650 SUPER SC ULTRA GAMING 4GB 185,00 €
RAM G.Skill Aegis 2x8GB 3200MHz CL16 65,00 €
ALIMENTATORE EVGA 450 BR 80+ Bronze 45,00 €
HARD DISK Kingston A400 480GB SATA III 45,00 €
CASE Kolink Nimbus RGB Mid Tower 50,00 €
TOTALE 540,00 €

Configurazione Gaming

Nella fascia gaming di solito si trovano quelle componenti che consentono di affrontare il gioco su PC senza paura e di tenere duro per qualche tempo. La resa dei conti con il frame rate è dietro l'angolo ma, con una buona base, è sempre possibile vendere la GPU vecchia prima che si svaluti troppo in modo da acquistarne una nuova giusto in tempo per affrontare il prossimo kolossal videoludico spacca hardware.

Questa settimana, complici i prezzi elevati e la scarsa reperibilità del Ryzen 5 5600X, torniamo a un'opzione della concorrenza comunque capace di garantire ottime prestazioni in gioco e una potenza più che sufficiente per una configurazione di fascia media. Parliamo del Core i5-10400F, tra i più interessanti della recente offerta Intel grazie all'adozione dell'Hyper-Threading e all'ottimo prezzo.

A questo punto nella fascia media stiamo aspettando la GeForce RTX 3060 Ti, cosa che ci porta a sconsigliare vivamente l'acquisto di una scheda video prima dell'arrivo di quella che probabilmente per qualche settimana, o anche mese, resterà l'unica novità in questo segmento. Nel frattempo, ci mettiamo come placeholder una classica RX 5600 XT, quasi obbligata visti i rincari sulle RTX 2060.

GAMING Componente Prezzo
PROCESSORE Intel Core i5-10400F 2.9-4.2GHz 170,00 €
SCHEDA MADRE ASROCK B460M Steel Legend 120,00 €
SCHEDA VIDEO Sapphire Pulse Radeon RX 5600 XT 6GB 315,00 €
RAM Corsair Vengeance LPX 2x8GB 3200MHz CL16 70,00 €
ALIMENTATORE FSP Hydro PRO 600W 80+ Bronze 75,00 €
HARD DISK Samsung 860 Evo 500GB SATA III 60,00 €
CASE Corsair R275 Tempered Glass Mid Tower 80.00 €
TOTALE 890.00 €

Configurazione Extra

La configurazione spinta ha un senso compiuto solo per chi punta a risoluzioni elevate, consapevole che il lusso spesso non va a braccetto con la razionalità. D'altronde, diciamocelo, a chi non piace avere un bel motore sotto il cofano anche se c'è da rispettare il limite di velocità?

Meno sovraprezzato e leggermente più facile da trovare del Ryzen 5 5600X, il Ryzen 7 5800X soffre la mancanza del dissipatore in una fascia ancora da gaming che porta il prezzo a risultare già di base più alto di quanto avremmo sperato, ma risulta comunque una scelta da gaming eccellente grazie al salto impressionante dell'architettura Zen 3 e agli 8 core, gli stessi delle console di nuova generazione destinate a fare da hardware di riferimento per molti giochi.

La calma è ancora d'obbligo ancora nella fascia alta e non solo a causa della reperibilità quasi nulla. Da qui al 2021 potremmo infatti vedere l'arrivo una RTX 3080 Ti e scoprire cose nuove sulle Radeon RX che soffrono il ray tracing in 4K ma hanno potenza bruta in quantità. Nel mentre torniamo a dare spazio alla RTX 3080, sperando di avere notizie sulla FE, che di tanto in tanto spunta, alle volte con prezzi eccessivi, alle volte con prezzi quasi abbordabili.

EXTRA Componente Prezzo
PROCESSORE Ryzen R7 5800X 3.7-4.7GHz 560,00 €
DISSIPATORE Scyte Mugen 5 TUF 70,00 €
SCHEDA MADRE ASUS TUF X570-PLUS 200,00 €
SCHEDA VIDEO MSI GeForce RTX 3080 Ventus OC 10GB 870,00 €
RAM G.Skill Trident Z RGB 2x16GB DDR4 3600MHz CL16 190,00 €
ALIMENTATORE ANTEC HCG-850 80+ Gold 130,00 €
HARD DISK Sabrent Rocket PCIe 4.0 1TB M.2 185,00 €
CASE Asus TUF-GT501 Mid Tower 160,00 €
TOTALE 2365.00 €