[E3 2007] God of War: Chain of Olympus - Hands On  1

ANTEPRIMA di Antonio Fucito   —   12/07/2007

Seppur con le dovute modifiche ed adattamenti, vedere God of War girare così bene anche sullo schermo 16:9 di PSP fa un certo effetto, Kratos è li, in possesso delle sue famose e cruenti mosse e pronto a sfidare chissà quale mostro o creatura mitologica. La demo parte in un edificio nel quale ci si trova ad affrontare subito quattro nemici in contemporanea, poco tempo dopo è il turno di un Ogre che viene però letteralmente mangiato vivo da un animale decisamente gigante, che rappresenta anche il primo boss da affrontare. Una volta sconfitto si passa all'aperto, dove si possono sperimentare le varie mosse di Kratos, le prese, attivare qualche scrigno per poi giungere a sfondare un enorme portone di ingresso che rivela un nuovo boss e che fa finire la demo. Lo schema di gioco è identico alla versione per PlayStation 2, con la possibilità di eseguire attacchi pesanti e leggeri, saltare, eseguire combo e con la presenza delle proverbiali scene interattive nelle quali bisogna premere i tasti al momento giusto. Prima di impugnare la console in mano avevamo diversi dubbi inerenti il sistema di controllo: come avrebbe sopperito lo sviluppatore alla mancanza di due tasti dorsali e dell'analogico destro? La soluzione adottata da Ready at Down funziona abbastanza bene, per effettuare una capriola con schivata, che su PS2 si eseguiva con l'analogico destro, basta infatti premere in contemporanea i due dorsali di PSP e dare la direzione con la levetta sinistra, per interagire invece con gli oggetti viene usato il tasto cerchio al posto di R1, per il resto i comandi rimangono identici, con i tasti i due tipi di attacco e per il salto. Ci è bastato quindi solo qualche istante per prendere confidenza con le modifiche e tornare velocemente a fare piazza pulita dei nemici.

Tecnicamente il lavoro svolto è già di ottimo livello, e Chain of Olympus può tranquillamente posizionarsi ai vertici delle produzioni per il portatile Sony, con una grande complessità degli scenari, ottimo frame rate, buon numero di animazioni e ombre per ogni personaggio. Qualche difetto lo si trova quando si uccidono i nemici, che scompaiono senza alcun effetto, e nella qualità delle texture, non sempre elevata, difetti che comunque potranno essere colmati prima dell'uscita del gioco, prevista per un imprecisato fine 2007. Che dire di più? Kratos sembra poter dare il meglio di se anche su PSP, e non vediamo l'ora di mettere le mani su una versione più avanzata, la nostra sete di sangue è lungi dall'essere esaurita...

Possiamo dirlo con certezza, God of War è oramai entrato a far parte dell'olimpo delle produzioni videoludiche, e Kratos si trova di diritto nella rosa dei personaggi più cattivi di tutti i tempi. I due capitoli apparsi su PlayStation 2 hanno riscosso un successo eccezionale di critica e di pubblico, e quando è arrivato l'annuncio di una versione del gioco in sviluppo anche per PSP e sono state rilasciate le prime immagini, la comunità videoludica si è subito animata, anche perchè il lavoro è stato affidato ai Ready at Dawn, molto bravi nello sfruttare al massimo le potenzialità della console portatile Sony già in passato con Daxter. Ebbene, dopo una breve prova del gioco, possiamo confermare che Chain of Olympus potrebbe diventare un hit anche su PSP...