Mortal Kombat 11: i personaggi più interessanti dopo il nostro provato 10

Dopo essere volati da NetherRealm e aver provato a lungo Mortal Kombat 11 abbiamo già dei personaggi preferiti.

SPECIALE di Aligi Comandini —   08/03/2019

Indice

Il vantaggio di partecipare a un evento a due passi dallo sviluppatore di un gioco, è di norma la possibilità di provare una build recente del suddetto titolo. Volati a Chicago a casa di NetherRealm, dunque, siamo riusciti a mettere allegramente le mani su una demo di Mortal Kombat 11, con una bella fetta di roster sbloccata e vari personaggi appena annunciati giocabili. Oggi, quindi, tireremo le somme sui guerrieri più interessanti da noi provati, basandoci sulla varietà delle loro mosse, e sulla personalità dimostrata (quindi niente supposizioni o leak, solo valutazioni basate sul test diretto). Ok, anche su quanto ci sono sembrati forti... inutile mentire. Cominciamo!

Scorpion

"Che banalità" direte voi, davanti alla scelta di un personaggio che viene considerato la mascotte di Mortal Kombat. "Quanto cacchio è forte", diciamo invece noi, dinnanzi a un guerriero con un tale quantitativo di opzioni da sembrarci già ora tra quelli potenzialmente più efficaci del gioco. Scorpion è davvero uno dei personaggi più flessibili e personalizzabili di Mortal Kombat 11. Se sviluppato attorno alla sua katana, ad esempio, diventa un mostro offensivo, con colpi capaci di confondere l'avversario alla grande come la Misery Blade: una mossa speciale in grado di colpire basso o overhead, che cambia improvvisamente direzione se viene potenziata e risulta quindi difficilissima da parare. Aggiungete a questa delle combinazioni con il rampino che, pur sacrificando un po' la pressione offensiva, possono aumentare esponenzialmente il potenziale delle combo del ninja, e otterrete un guerriero davvero terrificante in attacco. Scorpion è peraltro in grado di vedersela alla grande con gli zoner, grazie al suo teletrasporto alle spalle e ad una punizione basata sul fuoco demoniaco che parte all'improvviso (oltre ad essere è dotata di un raggio notevole). Insomma, parliamo di un vero mostro nelle mani giuste, la cui unica debolezza è rappresentata dal cambiamento al rampino, che ora stordisce solo quando viene potenziato.

Kano

Potrà non essere il personaggio più popolare del gioco, ma Kano in questo Mortal Kombat 11 combatte come un vero bastardo, e questa iniezione di personalità ci piace parecchio. Kano sputa, usa le molotov, l'acido, coltellate e in generale tattiche sporche, ma al contempo può rappresentare un enorme pericolo perché le sue manovre sono tutte estremamente dannose, e i NetherRealm gli hanno fornito delle prese che ne variano l'offesa quel tanto che basta a renderlo imprevedibile. Cercare di far funzionare Kano dalla distanza ci è sembrata l'opzione peggiore (nonostante un paio di proiettili decenti): è chiaro come il personaggio dia il meglio di sé quando mette pressione, e sfrutta il range dei coltelli e la brutalità delle sue infamate (il colpo con l'acido, in particolare, è un buon modo per riposizionarsi con tranquillità alla chiusura di una combo). Al solito una delle sue mosse più efficaci è la cosiddetta "Kano Ball", una special che lo vede rotolare a gran velocità verso il suo avversario, utilizzabile anche in aria. Occhio però: Kano è davvero poco sicuro in attacco, e la sua Kano Ball può venir punita malamente. Buona parte delle sue mosse e combinazioni più efficienti lo lasciano scoperto, dunque avrete bisogno di molta tattica per usarlo efficacemente.

Geras

Non abbiamo selezionato Geras solo in quanto new entry, ma perché questo personaggio, all'apparenza lento e inefficace, vanta in realtà alcune delle mosse più poderose dell'intero roster, ed è potenzialmente uno dei combattenti più devastanti di Mortal Kombat 11. Geras controlla le sabbie del tempo e questo lo rende, se personalizzato a dovere, in grado di bloccare un avversario e colpirlo più volte in aria mentre è paralizzato, piazzare trappole, riposizionarsi, o addirittura resettare i suoi colpi durante l'animazione. Queste possibilità sono spaventose se offerte a un giocatore dotato di buona creatività e strategia, e non osiamo immaginare cosa tireranno fuori i pro con lui durante le prime settimane dal lancio. Il punto debole? Come detto non è particolarmente rapido, e molte delle sue mosse speciali consumano barra anche senza potenziamento, perché troppo potenti per venir usate a raffica. Con un giusto calcolo delle risorse a disposizione, però, crediamo che Geras potrebbe diventare un enorme pericolo ai tornei. Ha troppo potenziale per venir ignorato.

Skarlet

Skarlet è un altro personaggio che abbiamo inserito nella lista per la sua potenza attuale più che per altro (e infatti è stata la prima a beccarsi un nerf, a gioco ancora non uscito). In Mortal Kombat 11 la sua forza sta nell'ottimo misto tra zoning e capacità offensive: dalla distanza vanta mosse dal raggio enorme, ed è difficile avvicinarsi abbastanza da metterla in difficoltà; durante le combo invece possiede mosse che riposizionano il nemico e le permettono di ripartire immediatamente con l'offensiva, quindi una volta a pochi centimetri da voi resta una minaccia significativa. Il suo tentacolo di sangue in particolare è irritantissimo (ed è la mossa che è stata indebolita, perché prima allontanava parecchio): con un misto di quello, colpi con la falce, e proiettili, può dominare la distanza meglio della maggior parte degli altri personaggi. Il punto debole? Beh, il suo potenziale nelle combo è abbastanza limitato, e ciò la costringe ad essere impeccabile in battaglia, perché avversari molto più aggressivi potrebbero recuperare velocemente il danno fatto una volta superate le sue difese. Skarlet è comunque uno di quei personaggi che online non vorrete incontrare mai, vi abbiamo avvertito.