Teenage Mutant Ninja Turtles: Shredder's Revenge, abbiamo provato il nuovo picchiaduro delle tartarughe ninja!

Abbiamo provato Teenage Mutant Ninja Turtles: Shredder's Revenge, un gioco che è contemporaneamente un remake, un riassunto e una rivoluzione di un intero franchise.

PROVATO di Francesco Serino   —   09/05/2022
38

Cowabunga, signore e signori! Erano anni che stavamo aspettando un gancio per tornare a utilizzare il peculiare urlo di battaglia delle Tartarughe Ninja. L'occasione alla fine ce l'hanno fornita DotEmu e Tribute Game, pronte a sfornare un'altra rivisitazione al di là del tempo e dello spazio questa volta non di un solo gioco, come è avvenuto per esempio con Windjammers, ma dell'intero franchise videoludico delle famose testuggini guerriere. Dopo aver provato Teenage Mutant Ninja Turtles: Shredder's Revenge, nonché parlato con il capo progetto della canadese Tribute Game, non potevamo che iniziare così: con quel liberatorio cowabunga.

Come nuovo!

Teenage Mutant Ninja Turtles: Shredder's Revenge: alla fine del secondo livello troveremo ad aspettarci Rocksteady
Teenage Mutant Ninja Turtles: Shredder's Revenge: alla fine del secondo livello troveremo ad aspettarci Rocksteady

Teenage Mutant Ninja Turtles: Shredder's Revenge è quel che si dice un omaggio a quel fortunatissimo filone di giochi che hanno illuminato le sale arcade e le case di tutti gli appassionati all'alba degli anni novanta, quando Konami scommise sulla licenza costruendogli attorno una serie di picchiaduro a scorrimento coloratissimi e super avvincenti. L'ispirazione per creare Shredder's Revenge non poteva però che convergere sull'indimenticabile Turtle's in Time uscito nel 1991 in sala giochi, e l'anno successivo su Super Nintendo con un porting pieno di effetti speciali che lasciarono tutti con la bocca spalancata, incluso chi vi scrive. La presa che consente alle tartarughe ninja di lanciare i soldati del Foot Clan contro lo schermo ha fatto storia, e la ritroviamo meravigliosamente intatta in Shredder's Revenge. Ma il DNA di questo nuovo gioco sfrutta anche dinamiche più recenti, per esempio quelle del riuscitissimo TMNT di Ubisoft per GameBoy Advance dal cui team di sviluppo provengono tutti i fondatori di Tribute Game, autori tra l'altro anche dell'ottimo Scott Pilgrim Vs. the World.

Teenage Mutant Ninja Turtles: Shredder's Revenge non è un remake né una remastered, non un seguito né un prequel. Il gioco Tribute Game è un'esperienza totalmente nuova che si ispira violentemente alla ninja turtles vecchia maniera, dal punto di vista del gameplay come da quello stilistico. Le tartarughe di Shredder's Revenge sono arrotondate e non spigolose come le più recenti, hanno colori caldi al posto delle tonalità acidule ultima maniera: sono proprio come quelle con le quali molti di noi sono cresciuti, eppure allo stesso tempo possono contare su un dinamismo alquanto moderno. Lo stesso si può dire di Splinter, il topo mentore, e la giornalista d'assalto April O'Neill, che per la prima volta nella storia videoludica della serie potranno essere selezionati e portati in battaglia.

SNES 2

Teenage Mutant Ninja Turtles: Shredder's Revenge: in quattro si combatte meglio!
Teenage Mutant Ninja Turtles: Shredder's Revenge: in quattro si combatte meglio!

Abbiamo avuto modo di provare i primi due livelli del gioco con tutti i personaggi disponibili, da soli e in compagnia di un amico. La versione a nostra disposizione non aveva menù né extra, quindi non ci è stato tecnicamente possibile selezionare la difficoltà o spulciare tra le opzioni, e non siamo stati ancora in grado di provare il gioco giocando in quattro contemporaneamente.

Ciò nonostante, già ci sembra impossibile non ritenersi soddisfatti di quanto provato: Shredder's Revenge è un gioco solido, ben fatto e sembra nascondere una profondità che nemmeno gli originali possedevano. L'introduzione, i nemici, gli effetti sonori, le voci... con questo titolo si ha davvero l'impressione di essere stati catapultati in una realtà alternativa, dove il tempo ha continuato a scorrere in un modo tutto suo e il Super Nintendo 2, in realtà mai esistito, è qui sulla cresta dell'onda.

Splinter ed April

Teenage Mutant Ninja Turtles: Shredder's Revenge: April è il personaggio più veloce e combatte con l'ausilio di telecamere e microfono
Teenage Mutant Ninja Turtles: Shredder's Revenge: April è il personaggio più veloce e combatte con l'ausilio di telecamere e microfono

Il sistema di combattimento prevede diverse mosse base in comune tra tutti i personaggi, con ovvi cambiamenti dettati dalle diverse tipologie di armi utilizzate e delle mosse speciali uniche che andranno a caratterizzare ulteriormente lo stile delle diverse tartarughe. Ci sono prese, rubate direttamente dagli originali, e mosse speciali diverse per ogni membro del cast che potranno essere utilizzate in duplice modo e in base al tipo di area che vorrete colpire. In più, sono presenti anche delle mosse in coppia con le altre tartarughe dagli effetti devastanti, ma prima di poterle utilizzare sarà necessario far fuori un po' di nemici. Anche Splinter, come Donatello, utilizza il Bo, ma in modo totalmente diverso rispetto al suo allievo tartaruga, i suoi colpi sono anche più potenti ma leggermente meno veloci; April O'Neill, di cui vogliamo sottolineare il bellissimo restyling in pixel art, è invece la combattente più veloce del lotto, ama colpire sul grugno i suoi nemici con un microfono ma per le mosse speciali prediligi scaraventare in giro telecamere di grosso calibro.

Mezzi da tartaruga

Teenage Mutant Ninja Turtles: Shredder's Revenge: accumulata abbastanza carica sarà possibile eseguire delle mosse di coppia
Teenage Mutant Ninja Turtles: Shredder's Revenge: accumulata abbastanza carica sarà possibile eseguire delle mosse di coppia

I primi due livelli sono ambientati prevalentemente in contesti urbani e sgangherati, come è prassi per il genere, e non prevedono sorprese particolari. Come nei giochi del passato, anche in Teenage Mutant Ninja Turtles: Shredder's Revenge ci sarà spazio per dei segmenti a bordo di mezzi, ma quali? L'immancabile furgone che si intravede già nel secondo livello, i veloci hoverboard già apparsi nei titoli Konami o qualcosa di totalmente nuovo e al tempo stesso totalmente retrò come è in fondo ogni singolo aspetto di questo gioco? Poco importa, quel che ci preme sapere è altro, ed è tutto quello che potrebbe trasformare Shredder's Revenge da buon gioco assicurato, livello qualitativo su cui già scommettiamo, ad acquisto obbligato, anche se per alcuni già basterà l'introduzione per spalancare il portafogli.

Questa volta con l'ausilio degli esperti della Tribute Game, DotEmu si prepara a conquistare Pc (Steam) e Nintendo Switch con un nuovo gioco che è al tempo stesso remake, riassunto e rivoluzione, ma questa volta di un intero marchio. L'uscita di Shredder's Revenge è prevista per l'estate, ma non esiste ancora una data precisa.

CERTEZZE

  • Stile grafico super centrato
  • Buon combat system
  • Splinter e April giocabili
DUBBI
  • Ma c'entrano quattro giocatori in quei livelli?
  • La versione di prova era molto facile