The Last Oricru, l'anteprima: metà Dark Souls e metà Mass Effect, con la coop!

A prima vista sembra un gioco come tanti, ma la nostra anteprima di The Last Oricru mostra che potrebbe riservare ben più di una sorpresa...

ANTEPRIMA di Francesco Serino —   11/06/2021
10

Della collana Prime Matter, attraverso la quale Koch Media cercherà di portare alla ribalta titoli sconosciuti ma potenzialmente interessanti, The Last Oricru è senza dubbio uno dei più promettenti. Ci troviamo davanti a un gioco di ruolo che prova a unire elementi già visti, ma con un dosaggio totalmente diverso dal solito: scopriamolo nell'anteprima di The Last Oricru.

Tra fantascienza e fantasy

Alcune ambientazioni di The Last Oricru
Alcune ambientazioni di The Last Oricru

The Last Oricru inizia con il nostro personaggio imprigionato in una sorta di cella energetica, delle guardie pascolano attente nei dintorni in quella che sembra una grande sala dai connotati sacri. In queste prime battute la telecamera è in prima persona, perfetta per mostrare da vicino tutta la nostra insofferenza: ci lamentiamo, proviamo ad attirare l'attenzione dei carcerieri e per nostra fortuna ci riusciamo. Uno degli strani umanoidi armati si avvicina, apre la gabbia che ci tiene intrappolati e con la sua lancia intarsiata prova a metterci definitivamente fuori gioco. Dissolvenza in nero e... quando lo schermo si riaccende ci aspettano due sorprese: The Last Oricru non è affatto in prima persona e nemmeno un gioco strettamente di fantascienza come alcuni elementi ci avevano indotto a pensare.

Scelte e dubbi

The Last Oricru: Guerrieri medievali e flussi d'energia fantascientifici, un'accoppiata originale e allettante
The Last Oricru: Guerrieri medievali e flussi d'energia fantascientifici, un'accoppiata originale e allettante

The Last Oricru è infatti ambientato in una sorta di altroquando che fluttua tra un passato fantasy e un futuro polveroso ed enigmatico. La telecamera è ora a distanza di sicurezza, garantendo una visione completa del personaggio e dello scenario non proprio ricco di dettagli, ma innegabilmente ispirato. Si parte con tre domande: chi sono, perché sono qui e come mai improvvisamente sono libero? Per risolvere la triplice questione, abbiamo davanti un'esperienza che si dipanerà tra combattimenti, puzzle e scelte fondamentali. The Last Oricru è proprio uno di quei giochi che non si preoccupa di tagliare livelli e ambientazioni in base alle decisione del giocatore, forse questo ne limiterà in parte la longevità, ma secondo gli sviluppatori questa impostazione ci permetterà di cambiare radicalmente il corso degli eventi narrati.

Due fazioni in guerra

The Last Oricru: graficamente non dobbiamo aspettarci una qualità fuori scala, ma il gioco sembra comunque ben compensare con lo stile
The Last Oricru: graficamente non dobbiamo aspettarci una qualità fuori scala, ma il gioco sembra comunque ben compensare con lo stile

Il mondo in cui siamo finiti è dominato da due diverse razze in guerra tra loro, e come spesso accade in simili contesti starà a noi decidere con chi unire le nostre forze. A seconda di quel che decideremo di fare, la nostra relazione con gli schieramenti presenti muterà dinamicamente, cambiando anche il comportamento che questi avranno nei nostri confronti. Un personaggio della fazione amichevole potrebbe aiutarci se ci vedrà in pericolo, offrirci quest particolari, o in caso contrario attaccarci a vista. Dopo diverse chiacchiere con alcuni NPC, è finalmente il momento dell'azione e qui, The Last Oricru, riprende il ritmo e lo stile portato alla popolarità da From Software e i suoi cosiddetti "Souls". Un'ispirazione, lo ammettiamo, un po' troppo presente tra la selezione fatta da Koch Media per i giochi Prime Matter, ma che in questo caso presenta alcune sfumature piuttosto interessanti

In due è meglio?

The Last Oricru: potremo giocare da soli o in compagnia di un amico, sulla stessa console oppure online. Tanto basta per rendere questo progetto molto interessante
The Last Oricru: potremo giocare da soli o in compagnia di un amico, sulla stessa console oppure online. Tanto basta per rendere questo progetto molto interessante

Quella più importante è che The Last Oricru, con nostra grande sorpresa, non è solo un gioco single player ma potrà essere giocato completamente in coppia con un amico. Non sappiamo ancora come funzioneranno le scelte narrative, se per esempio ci sarà l'host che deciderà per entrambi o qualche altra formula più democratica, ma in combattimento e nell'esplorazione è chiaro che il coop ha ricoperto un ruolo molto importante in fase di design.

Molti dei puzzle mostrati, anche se superabili in solitaria, erano senza dubbio pensati anche in ottica multiplayer, come del resto alcune meccaniche di base, come l'aprire certe porte che senza il giusto tempismo di un giocatore, potrebbero ferire fatalmente l'altro. Ogni nemico sconfitto lascerà sul campo di battaglia l'essenza necessaria per aumentare le capacità del nostro eroe, ma per quel che riguarda l'equipaggiamento le statistiche saranno praticamente assenti; quel che troveremo su questo pianeta, potrà essere migliorato all'infinito, al punto che potremo portare a termine l'avventura anche con la prima arma che troveremo in giro, e lo stesso varrà per le armature. In The Last Oricru è presente anche la magia, sebbene al momento questa sia ancora avvolta dal mistero.

Un gioco calibrato

The Last Oricru: ad atmosfera come stiamo messi? Piuttosto bene, che dite?
The Last Oricru: ad atmosfera come stiamo messi? Piuttosto bene, che dite?

Graficamente ci troviamo chiaramente davanti a un gioco di medio calibro. The Last Oricru è abbastanza avaro di dettagli, ma la caratterizzazione del mondo e dei suoi enigmatici personaggi sembra riempire egregiamente il buco lasciato da un budget non certo di primissimo piano. Gli sviluppatori sembrano aver lavorato attorno ai limiti produttivi ai quali hanno dovuto sottostare, e questa è sempre l'approccio più intelligente, c'è solo da sperare che abbiano fatto la medesima scelta per quel che riguarda il gameplay: meglio un titolo che sa di essere piccolo, esaltando quel che può far bene, piuttosto di un prodotto che prova l'home-run senza averne le possibilità, e la dimostrazione ce l'abbiamo avuta di recente con Biomutant.

L'uscita di The Last Oricru è attesa per il 2022 su PC e console in formato crossgen.

Questo The Last Oricru insomma sembra davvero intrigante, naturalmente ci è impossibile sbilanciarci ma se tutto andrà come previsto e il prezzo verrà deciso con intelligenza, Focus potrebbe ritrovarsi tra le mani una proprietà intellettuale che ha tutte le carte in regola per fare bene.

CERTEZZE

  • Coop dall'inizio alla fine
  • Mix tra fantascienza e fantasy
  • Scelte che cambiano la trama
DUBBI
  • Veste grafica datata
  • Riusciranno a bilanciare il tutto?