Il modello free-to-play non sostituirà quello tradizionale, secondo Big Fish Games  13

Si tratterebbe semplicemente di un'alternativa

NOTIZIA di Tommaso Pugliese   —   23/10/2012

Paul Thelen, CEO di Big Fish Games, ha dichiarato in un'intervista che, a suo avviso, il modello free-to-play non andrà a sostituire quello tradizionale. "Il F2P rappresenta l'emergere di un nuovo tipo di contenuti, non un passaggio di consegne. Un free-to-play ben realizzato restituisce un'esperienza differente rispetto a un analogo titolo premium", ha detto Thelen.

"Le nostre produzioni di tipo premium continuano a crescere, tuttavia vediamo il free-to-play come un'opportunità per raggiungere nuovi utenti", ha continuato il CEO di Big Fish Games. "Si pensava erroneamente che i concetti di 'social' e 'F2P' corrispondessero, ma non è così: 'social' è una piattaforma, mentre il free-to-play interpreta un tipo di applicazione e un modello di business che può essere sì sociale, ma che sempre più spesso si pone come un'esperienza single player."

E' errata anche la concezione che il free-to-play sia attualmente la norma, dice Thelen. "Il modello premium rappresenta ancora la maggioranza in un'industria videoludica da 17 miliardi di dollari. Il free-to-play si pone dunque come un'opportunità per raggiungere nuovi tipi di giocatori."