Il principe Harry è quasi riuscito a dimostrare che i videogiochi fanno male al cervello 0

Ma guarda tu se tocca dare ragione ai talebani

NOTIZIA di Simone Tagliaferri   —   23/01/2013

Cosa ci fanno nella stessa notizia i talebani, il principe Harry e i videogiochi? Apparentemente nulla, ma il fratello dell'erede al trono d'Inghilterra ne ha combinata un'altra delle sue. Nel corso di un'intervista ha dichiarato che usare le armi di un elicottero d'attacco Apache è stato divertente come se fosse un videogioco, perché lui ama giocare con la PlayStation e l'Xbox.

I più risentiti da questa dichiarazione sono stati i talebani, anche definibili i bersagli del divertimento del buon Harry, che hanno definito queste affermazioni come la prova del fatto che sia un malato di mente. Anzi, le hanno usate per sottolineare sarcasticamente come molti dei soldati degli eserciti occupanti dell'Afghanistan abbiano secondo loro delle tare mentali.

Ovviamente non vogliamo entrare nella polemica strettamente politica nata da queste parole e non vogliamo nemmeno pretendere che un coronato viva sulla terra e capisca le sofferenze di una guerra, ma ci sembra comunque il caso di sottolineare che se un principe arriva a definire divertente come un videogioco massacrare delle persone, qualche problema l'opinione pubblica finisce per porselo, e come, di conseguenza, con un paio di dichiarazioni quantomeno inopportune abbia messo in mano ai critici del nostro medium un'arma formidabile.

Fonte: Destructoid