I nuovi rumor su Xbox Next parlano di una console allo sbando 156

Microsoft starebbe facendo tutto di corsa perché non si aspettava la presentazione di PlayStation 4

NOTIZIA di Tommaso Pugliese   —   06/05/2013

Mancano ancora diversi giorni al reveal ufficiale del 21 maggio e dunque, come abbiamo detto più volte, abituatevi a una dose praticamente giornaliera di nuovi rumor su Xbox Next.

Quelli che riportiamo di seguito, in particolare, vanno presi con le pinze (belle lunghe) in quanto pubblicati su di uno spazio pubblico facilmente modificabile (l'abbiamo fatto anche noi), tuttavia determinati discorsi hanno un loro senso e abbiamo ritenuto quantomeno di riportarli, lasciando a voi una valutazione.

Il primo punto che viene rivelato è che Microsoft sarebbe stata colta di sorpresa dalla presentazione e dalla potenza di PlayStation 4, il che avrebbe innescato una situazione di urgenza e una corsa alla presentazione che avverrà appunto fra quindici giorni.

L'autore del rumor descrive Xbox Next come una console pensata per essere abbordabile, per arrivare sul mercato a prezzi subito competitivi così da costruirsi un vantaggio. I vari diagrammi hardware "rubati" e pubblicati finora su vari siti mostrano un'apparente complessità dovuta ai tanti ripensamenti della casa di Redmond, e alla possibile scelta di realizzare un sistema che parta da una condizione di potenza inferiore rispetto a PS4 ma che sia poi aggiornabile in futuro, forse già nel passaggio dalla presentazione al lancio ufficiale.

La fretta è tuttavia un fattore negativo, e sembra che la cosa si stia riflettendo sulle performance dei prototipi, in particolare per quanto concerne il sistema di raffreddamento e il supporto per il sistema operativo, che varie fonti danno per certo essere Windows 8. Si parla inoltre di una console che, allo stadio attuale, non sia poi tanto amichevole nei confronti degli sviluppatori.

Si arriva quindi a una serie di conferme e smentite. La prima è che Kinect dovrebbe essere effettivamente integrato nel sistema, la seconda è che Xbox Next sarà "always connected" piuttosto che "always online", e che dunque non richiederà una connessione a internet sempre attiva per funzionare. La console sarà probabilmente venduta in due versioni, con prezzo pieno e con abbonamento incluso, come già riportato da varie parti, e potrebbe montare 12 GB di RAM GDDR3, il che consentirebbe a Microsoft di risparmiare notevolmente sull'hardware e di tradurre questo risparmio in un prezzo finale ancora più aggressivo.

La nuova Xbox potrebbe effettivamente montare un sistema capace di bloccare i giochi usati, tuttavia sembra che Microsoft debba prendere una decisione al riguardo, ovvero se implementare tale feature o meno. Si parla inoltre di una piena compatibilità, fin dal day one, con l'intera ludoteca di Xbox 360. Un fattore, questo, su cui la casa di Redmond punta molto visto che Sony non può promettere altrettanto. Le voci indicano una piena compatibilità e un upscaling dei giochi a 1080p.

Halo ovviamente debutterà su Xbox Next, ma la sua presentazione potrebbe non avvenire già il 21 maggio, bensì attendere l'E3 per avere qualcosa di dirompente da dare in pasto al pubblico. Secondo i primi rumor, il gioco potrebbe presentarsi come un prequel della trilogia originale e metterci dunque nei panni di un Master Chief più giovane.