Ci sono ombre sul sistema di crowfunding adottato per Shadow of the Eternals 34

La soluzione "interna" di Precursor Games non prevede la restituzione in caso di obiettivo mancato

NOTIZIA di Tommaso Pugliese   —   13/05/2013

Come sapete, il sequel spirituale di Eternal Darkness: Sanity's Requiem, Shadow of the Eternals, non è approdato su Kickstarter per la consueta campagna di finanziamento dal basso, bensì ha adottato un sistema di crowfunding "interno", a cui è possibile accedere dal sito ufficiale del gioco.

La motivazione ufficiale dietro questa scelta è che il team di sviluppo si trova in Canada, mentre Kickstarter può essere utilizzato solo da aziende che risiedono negli Stati Uniti o nel Regno Unito. Tuttavia non mancano le ombre, come ad esempio il fatto che le donazioni per Shadow of the Eternals non siano "garantite" in caso di mancato raggiungimento dell'obiettivo, ovvero il team potrebbe non restituire i fondi raccolti se non si arrivasse alla cifra di 1,5 milioni di dollari richiesta per far partire la produzione.

Fonte: MCV