Il caso Assassin's Creed Unity - Aperta una petizione per la diatriba sul personaggio femminile 373

Raggiunte quasi 3000 firme

NOTIZIA di Dario Rossi   —   12/06/2014

Assassin's Creed Unity sta diventando un vaso di Pandora per Ubisoft, dopo le polemiche per la mancanza di un personaggio femminile protagonista nel gioco, la casa ha dato diverse motivazioni che non sembrano aver calmato gli animi. È stata aperta addirittura una petizione che ha quasi raggiunto 3000 firme! Creata dall'inglese Jessica Smith, la petizione contesta, appunto, la mancanza di esponenti femminili, e di colore, nel quartetto del gioco, non rappresentando quindi una sufficiente varietà etnica.
A quanto pare, le parole del produttore Alex Amacio, che ha dichiarato a più riprese come il famigerato quartetto sia fittizio (il protagonista è sempre e solo Arno), non è bastato.

Anche quest'anno Multiplayer.it sarà presente all'E3 con un gran numero di inviati. Segui il nostro coverage in tempo reale dall'8 al 14 giugno!

Fonte: Eurogamer.net