Per gli sviluppatori di Raven's Cry andare sopra i 30 frame al secondo non cambia l'esperienza di gioco

Spiega così la mancata ottimizzazione

NOTIZIA di Giorgio Melani   —   29/12/2015
146

Dopo un sviluppo alquanto travagliato, Raven's Cry ha ottenuto una nuova versione potenziata, chiamata Vendetta: Curse of Raven's Cry e caratterizzata da nuovi contenuti e una sostanziale evoluzione tecnica rispetto all'originale.

A quanto pare, però, la nuova versione non è stata ottimizzata per le configurazioni hardware più avanzate, in particolare per quanto riguarda gli SLI che non vengono praticamente sfruttati. Il gioco, in pratica, non sembra andare oltre i 30 frame al secondo in maniera stabile o raggiungere risoluzioni elevate come 4K, con qualche problema anche per quanto riguarda la gestione dei 1080p su configurazioni che dovrebbero invece sostenerli in maniera disinvolta.

Rispondendo direttamente agli utenti sul forum di Steam, Raidor di Reality Pump ha spiegato che il team non ha ancora effettuato l'ottimizzazione per mancanza di tempo e risorse. Il portavoce ha chiarito di comprendere le richieste ma si è difeso sostenendo che il team non ottiene componenti hardware gratuiti né supporto particolare da parte dei produttori per poter testare il gioco sulle configurazioni avanzate. Si è poi spinto un po' oltre arrivando ad affermare che "qualsiasi cosa oltre i 30 frame al secondo non ha importanza per quanto riguarda l'esperienza di gioco".