Koji Igarashi getta qualche dubbio sulla possibilità che Bloodstained: Ritual of the Night arrivi su Wii U  12

Qualche dubbio sulla versione Wii U di Bloodstained: Ritual of the Night, ma c'è da sentire prima di tutto i backer

NOTIZIA di Giorgio Melani   —   06/10/2016

Con l'annuncio del recente accordo siglato con 505 Games, che si occuperà del publishing, restano comunque alcuni dubbi sulla versione Wii U di Bloodstained: Ritual of the Night, a quanto pare.

Il fatto che il gioco sia stato posticipato direttamente al 2018, anno in cui Nintendo NX dovrebbe ormai essersi ben stabilito sul mercato e verosimilmente Wii U sarà considerata una console ormai obsoleta, in termini di market share, mette in effetti in forte dubbio la possibilità che il team Inti Creates spenda risorse nello sviluppo di una versione Wii U, tuttavia c'è sempre da rispettare i backer che hanno sostenuto il progetto su Kickstarter richiedendo proprio questa versione.

Koji Igarashi, il designer responsabile del progetto e autore di Castlevania, parla della questione in un'intervista pubblicata da IGN: "È un problema complicato. La realtà è che con il passare del tempo, alcuni modelli di hardware diventano irrilevanti", spiegando che con l'arrivo di nuovi hardware gli sviluppatori decidono strategicamente di dedicarsi a questi ultimi.

"Tuttavia, questo è un gioco che è stato sostenuto dalla gente e abbiamo fatto la promessa di rispettare queste richieste", ha aggiunto Igarashi, "ogni possibile cambio che facciamo o che consideriamo al di fuori delle promesse iniziali dev'essere ben ponderato e spiegato". Igarashi fa capire che qualsiasi scelta, per quanto riguarda in particolare il supporto alle piattaforme annunciate, dev'essere proposta prima ai sostenitori del progetto. Verrà dunque fatta una proposta ai sostenitori della versione Wii U, probabilmente, forse con la possibilità di scegliere un'altra versione nel caso in cui quella Wii U venga cancellata, come successo per altri progetti in situazioni analoghe.

Ovviamente, l'idea è che la versione Wii U venga dirottata su Nintendo NX, nella naturale successione tra le piattaforme che dovrebbe avvenire nel 2018, ma ci sarà comunque da proporre la questione ai backer del progetto su Kickstarter, prima di tutto.