Ars Technica ci ricorda che sono passati quattro anni dalla fallimentare predizione della morte delle console, che sono più vive che mai

Attualmente le console vendono benissimo e il mercato è solido

NOTIZIA di Simone Tagliaferri   —   19/01/2018
68

Ars Technica ha scritto un articolo per notificare il fallimento di una predizione fatta quattro / cinque anni fa da diversi siti: la fine del mercato tradizionale, quello basato sulle console da salotto. Nel 2012 Wired dichiarò perentoriamente la morte delle console casalinghe a causa dell'esplosione del mercato mobile. Sempre lo stesso anno la CCN cercò di spiegare come mai il mercato console stava morendo e IGN si spinse a predire un fato orribile per la ventura PlayStation 4: "Una scatola che fa grafica migliore per 400$? Non funzionerà".

In effetti non ha funzionato... poco. Ha funzionato tanto e con lei hanno funzionato le altre nuove console, visto che giusto ieri NPD ha svelato dati ottimi per il 2017 del mercato dei videogiochi USA; che ha fatto registrare una crescita dell'11% raggiungendo i 3,3 miliardi di dollari. La crescita è stata guidata in particolare, indovinate un po', dall'hardware da gioco, ossia proprio dalla vendita delle console, che è cresciuta del 27% rispetto all'anno precedente. Ovviamente buona parte del successo è dovuta a Switch, che ha avuto un successo con pochi precedenti, ma anche PlayStation 4 e Xbox One sono andate molto bene, facendo il 18% meglio di Xbox 360 e PlayStation 3 nello stesso punto del loro ciclo di vita, e il 4% meglio della generazione PlayStation 2 / Xbox... meno male che dovevano morire.