Sette giorni di notizie  17

Il ps3illennium bug!

NOTIZIA di Ludovica Lagomarsino —  06 Marzo 2010




Le notizie della settimana ormai passata sono state dominate da un problema davvero inaspettato, che ha messo sulle corde sia Sony che tutti gli utenti PS3. Si è trattato di una sorta di millenium bug che ha messo a terra tutte (o quasi) le PS3 "Fat" del pianeta. Impossibile accedere al proprio account, ai temi dinamici, men che meno al PSN. Saltati trofei, salvataggi, impossibile perfino giocare a diversi titoli anche solo in single player.

Insomma, una console inutilizzabile. Ci sono stati momenti di vero panico prima che gli utenti si rendessero conto che la loro PS3 non era rotta, ma che si trattava di un problema globale. Sony ha subito rassicurato tutti: basterà attendere che scocchi la ventiquattresima ora e tutto andrà a posto da solo, i trofei torneranno a campeggiare nella propria sala virtuale, gli account saranno accessibili ed i giochi giocabili, come sempre era stato. E così alla fine è stato: il bug era legato ad un problema con gli anni bisestili (e non). In sostanza, le nostre povere console si sono impallate quando non sono state in grado di capire se fosse ancora febbraio o già marzo. Cose che capitano, una giornata di pausa dal videoludo non ha mai ucciso nessuno. Anzi, magari qualcuno si è ricordato di guardare il cielo.

La guerra dei Roses

A tener banco in quella che è stata una settimana piuttosto burrascosa c'è stato un "divorzio" eccellente che ci ha fatto assistere a momenti di tensione e sgradevolezza. Si tratta dell'impeachment Activision - Infinity Ward, iniziato con la notizia di un meeting d'urgenza in cui erano stati convocati Vince Zampella e Jason West, co-fondatori appunto di Infinity Ward. Era poi giunta voce del loro abbandono della riunione e di questioni legate ad una presunta insubordinazione.

Nel corso delle ore erano poi trapelate informazioni di vario genere, alcune più attendibili ed altre meno, che avevano in ogni caso permessi di delineare maggiormente i contorni della vicenda. Si è parlato di mancato pagamento delle royalties, dell'apertura di un SEC da parte di Activision, di problematiche legate all'affidamento a vari sviluppatori di titoli del brand Call of Duty e di tante, tante altre cose. Troppe forse. Alla fine tutto sembra riassumersi in due posizioni: quella di West e Zampella che citano Activision in giudizio per mancati pagamenti e quella di Activision che sembra aver licenziato i due perchè scoperti a tenere contatti con altri publisher (fra cui EA) per fondare un proprio studio di sviluppo, con evidenti violazioni in materia di sicurezza e vincolo alla segrettezza aziendale.
Comunque vadano le cose, si tratta di una questione che ha in bocca il gusto dell'amaro.

Sorpresa!

Sono molte altre le notizie che vi abbiamo raccontato negli ultimi giorni, fra di esse ricordiamo l'annuncio dell'annuncio (eh si, ormai si fa così) di un sequel a sorpresa da parte di Sony.

E subito tutti lì a cercare di indovinare di cosa potesse trattarsi, con Insomniac che subito si tira indietro dicendo che non si tratti di Resistance 3 e scommesse impazzite per indovinare il titolo giusto. Alla fine l'annuncio è arrivato e forse non è proprio esattamente quel che speravamo di sentire. In ogni caso non era poi così male: trattasi di SOCOM 4. Con campagna single player e multiplayer da 32 giocatori ed un'attesa che ci porta al prossimo autunno, quando dovrebbe essere rilasciato.

Sony tuttavia non ha smesso di farci parlare, con la registrazione del marchio "Arc" in Giappone, che a questo punto ci ha fatto ribatezzare la Wand in via pressochè definitiva e quella di un brevetto per demo deteriorabili. Buffa cosa, quest'ultima, che però tutto sommato potrebbe anche avere il suo perchè.

E poi ancora: l'annuncio di un nuovo Tomb Raider... o non proprio, forse, bansì di un nuovo Lara Croft ed il rilascio delle prime sue immagini che hanno lasciato il pubblico un filino sconcertato, la notizia che Kratos non sarà svilito da troppi sequel, l'aggiornamento del DRM di Assassin's Creed II su PC da parte di Ubisoft, il voto di Edge e le immagini italiane di Final Fantasy XIII, ultima ma assolutamente non ultima, la conferma definitiva di Portal 2 ed il suo rilascio previsto fra novembre e dicembre di quest'anno.
Siamo arrivati alla fine con il fiatone, per rilassarci vi auguriamo una buona, nuova settimana di notizie.