Il multiplayer non è indispensabile in tutti i giochi, secondo Valve  71

E' importante anche l'esperienza in singolo

NOTIZIA di Giorgio Melani   —   09/11/2010

Nonostante la tendenza del mercato sembri voler affermare il contrario, Erik Johnson di Valve ha voluto sostenere la sua visione sull'importanza dell'esperienza single player e la possibilità che non tutti i giochi debbano avere il comparto multiplayer.

"Io credo che l'analisi che vede per ogni prodotto la necessità di competere con altri prodotti anche in ambito multiplayer e MMO sia infondata", ha affermato Johnson, "ci sono tante persone che vogliono semplicemente un'esperienza senza stress multiplayer, dunque non vedo quel cambiamento in atto". D'altra parte, secondo l'uomo Valve, "se ci sono tanti giocatori che vogliono ancora esperienze di gioco single player, bisognerebbe accontentarli, mi pare ci siano ancora molte persone che apprezzano tale tipologia di gioco. Guardate per esempio Mario: quei giochi vanno alla grande".

Tuttavia, Johnson sostiene che sia importante comunque dotare i giochi single player di una piattaforma integrata in grado di mettere in comunicazione i giocatori fra loro, in modo da creare un contatto e uno scambio di informazioni e impressioni tra gli utenti e costruire così una comunità. Allo stesso modo, il suo nuovo gioco, Portal 2, avrà entrambe le caratteristiche, tuttavia il single player resterà l'esperienza principale, mentre al multiplayer sarà dedicata una sorta di campagna alternativa. Il gioco è atteso per il 9 febbraio su PC, PlayStation 3 e Xbox 360.