Modern Warfare 3: Sledgehammer vuol raccontare una bella storia  132

Prima di tutto

NOTIZIA di Giorgio Melani   —   10/10/2011

Glen Schofield, general manager di Sledgehammer Games, ha affermato di essersi voluto concentrare molto sulla narrazione per quanto riguarda Call of Duty: Modern Warfare 3.

Per quanto riguarda la campagna single player, ovvero la modalità che sul lungo termine solitamente passa in secondo piano nella foga multiplayer che caratterizza l'FPS Activision, Schofield ha voluto che il team si impegnasse al massimo per "raccontare una bella storia".

"Ci abbiamo speso parecchio tempo, ci sono delle grandi cose dentro, sviluppo dei personaggi, ottimi dialoghi", ha spiegato Schofield a CVG sulla trama, "non è innovativa di per sé ma credo sia comunque qualcosa di nuovo per la serie". In particolare gli sviluppatori si sono concentrati su uno sviluppo più profondo dei personaggi e, dopo i finali del primo e del secondo capitolo di Modern Warfare, hanno voluto evitare di mettere troppa enfasi nel cliffhanger (il finale aperto) per cercare invece di chiudere un po' il cerchio e concludere la narrazione in maniera più decisa.

Fonte: CVG