Gli sviluppatori di Hitman: Absolution parlano dei controlli  16

L'obiettivo era quello di semplificarli

NOTIZIA di Tommaso Pugliese   —   11/01/2012

In un'intervista rilasciata a Rock, Paper, Shotgun, il game director di Hitman: Absolution, Tore Blystad, ha parlato del sistema di controllo e di come il team ha lavorato per semplificarlo. "Dal punto di vista dei controlli, penso che tutti vorrebbero un sistema unificato, perché offrirebbe un input migliore: ci si potrebbe cimentare con titoli diversi ma sapere subito come giocare. Abbiamo provato a realizzare qualcosa del genere, ma è molto complicato per via del gran numero di situazioni e meccaniche, e così i pulsanti non bastano mai", ha detto.

Secondo Blystad, i precedenti episodi di Hitman avevano troppi menu e opzioni che confondevano i giocatori. Per Absolution, il team sta lavorando per rendere tutto più intuitivo, ma senza scendere a compromessi. In tal senso, la difficoltà verrà calibrata molto attentamente e il livello di sfida dipenderà anche dalle decisioni del giocatore: se deciderà di procedere ad armi spianate, i nemici reagiranno di conseguenza e si prepareranno allo scontro; se deciderà di fuggire, gli verranno sguinzagliate dietro delle squadre per stanarlo.

Fonte: Shacknews